Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Spal-Monza: sfida da alta classifica terminata in pareggio con polemiche

Valoti risponde a Gytkjær e polemica per il “fallo” su Paloschi

Sfida di alta quota per la ventesima giornata del campionato cadetto, che ha visto di fronte due realtà protagoniste del campionato: SPAL e Monza. I motivi di interesse del match erano diversi: l’attaccante Alberto Paloschi contro Galliani e Brocchi, una parte del suo passato rossonero; l’incontro fra due dirette candidate alla promozione in Serie A; e in ultimo il “derby” paulista fra i brasiliani Carlos Augusto del Monza e lo spallino Strefezza. Il match è terminato in pareggio, lasciando intatte le velleità di promozione delle due squadre, e sarà ricordato più per un episodio con Paloschi protagonista che ha aperto non poche polemiche, che per motivi tecnici. Entrambe le squadre venivano da un gennaio senza sconfitte e di grande qualità, e nel match ha avuto la meglio la voglia di non farsi del male, più che quella di battere l’avversario.

Le premesse: un gennaio da squadre da battere per entrambe

Allo Stadio Paolo Mazza è andata in scena una partita che ha rubato non poca attenzione ai match di Serie A. Di fronte c’erano la SPAL, retrocessa l’anno scorso dalla Serie A e il Monza di Galliani e Paolo Berlusconi proprietario della Fininvest, neo promossa in Serie B, e assolutamente lanciata verso la doppia promozione. I ferraresi si sono presentati nello scontro diretto con i lombardi con il solo Alberto Paloschi in attacco affiancato da Seck a dare supporto. Per il centravanti della SPAL sarà stata sicuramente una partita molto sentita: lui ex Milan, contro il buona parte del suo passato, Brocchi suo ex compagno di squadra e ora allenatore del Monza e Galliani, amministratore delegato rossonero quando Paloschi giocava con il Milan. Proprio il Milan, attualmente lanciatissimo per la vittoria dello scudetto secondo le quote online di Betway che lo piazzano al terzo posto in Serie A a quota 4,33 al 31 gennaio, è l’esempio da seguire per il Monza. I brianzoli sono una vera e propria corazzata, e Brocchi può vantare un organico che al momento sulla carta è paragonabile se non superiore a diversi club di Serie A. Discorso simile per la SPAL, che in attesa di recuperare Floccari vero e proprio lusso per la Serie B, inizia a inserirsi nel gruppo di alta classifica per aspirare alla promozione diretta o ai playoff.

1-1: Valoti risponde a Gytkjær e polemica per il “fallo” su Paloschi

La partita fra le due squadre ha risentito del peso dei punti in palio e ha vinto la prudenza: l’equilibrio è stato spezzato solo al tredicesimo del primo tempo da un lampo del Monza, che con un’azione di qualità in verticale creata da Mota Carvalho e finalizzata da Gytkjær. Il vantaggio della SPAL è arrivato dopo soli 17 minuti: goal meraviglioso di Valoti, che conclude una bella azione corale dei ferraresi, assist di Sala per il centrocampista. Ma è al quarantesimo minuto che la partita ha avuto il sussulto maggiore: Paloschi viene visibilmente trascinato a terra in area di rigore da Bettella, ma l’arbitro lascia correre, ci fosse stato il VAR, molto probabilmente l’arbitro Livio Marinelli della sezione di Tivoli avrebbe almeno consultato il monitor a bordo campo. Il secondo tempo della partita non ha regalato nulla di rilevante se non qualche accenno di nervosismo in particolare per Boateng, che forse ha compreso di non aver giocato una delle sue migliori partite in carriera. Il risultato di 1-1 è giusto e rispecchia in pieno la gara.

Le prospettive: Monza e SPAL protagoniste fino alla fine

Il pareggio fra SPAL e Monza non toglie né aggiunge nulla alle prospettive delle due squadre. Il campionato di Serie B è lungo e per chi partecipa ai playoff lo è ancor di più. La squadra di Ferrara e i lombardi sono insieme al Lecce e all’Empoli gli organici più completi della serie cadetta, anche se hanno avuto tutte difficoltà a esprimersi al meglio. Ora in Serie B i valori reali si stanno esprimendo e SPAL e Monza non possono né vogliono nascondersi. Inoltre i lombardi hanno potuto schierare Balotelli soltanto in un’occasione, nello scontro diretto vinto nettamente contro la Salernitana per 3-0, proprio con un goal dell’ex attaccante di Inter, Milan e Manchester City. Empoli, Lecce, Salernitana e Chievo sembrano le altre contendenti per la promozione, con i toscani che sembrano avere qualcosa in più rispetto alle altre finora. Il Monza sarà sicuramente protagonista: i singoli che può schierare mister Brocchi sono di primo livello, e con l’arrivo della primavera questi calciatori tecnici potranno far ancor di più la differenza.

Per ciò che riguarda la SPAL, è fondamentale per gli spallini recuperare uomini importanti come Floccari, Di Francesco e Tumminello. Proprio quest’ultimo, appena arrivato in prestito dall’Atalanta potrà essere un valore aggiunto per i ferraresi, soprattutto negli scontri diretti.

Potrebbe interessarti