Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Verso Napoli-Juventus. Una sfida che vale lo Scudetto

Napoli e Juventus si giocheranno una buona fetta del campionato domani sera allo stadio San Paolo. Se gli azzurri riusciranno a portare a casa i tre punti, la distanza dai campioni d’Italia in carica si riduce a soli 3 punti. In caso di pareggio o sconfitta del Napoli, la situazione diventa davvero complicata per tutte le probabili inseguitrici, partenopei in testa.

Napoli-v-Juvetus

Al San Paolo ci sarà il tutto esaurito e manto erboso completamente rinnovato. Arbitra Orsato.

QUI NAPOLI – In casa Napoli, Mazzarri dovrebbe schierare la miglior squadra a disposizione con il ritorno di Goran Pandev dal primo minuto al posto di Insigne. Maggio sarà sulla fascia destra, mentre dall’altra parte Zuniga si candida per la maglia da titolare.

Napoli (3-4-1-2): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Britos; Maggio, Behrami, Inler, Zuniga; Hamsik; Pandev, Cavani.
A disp.: Rosati, Colombo, Grava, Rolando, Mesto, Donadel, Dzemaili, El Kaddouri, Armero, Insigne, Calaiò. All.: Mazzarri
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Gamberini

QUI JUVE – Pochi dubbi in casa Juve: Chiellini è recuperato ma dovrebbe partire dalla panchina, con Peluso titolare. Anelka e Caceres sono reduci da una lieve lombalgia ma sono a disposizione. Pepe è stato operato per l’asportazione delle calcificazioni muscolari del semimembranoso della coscia sinistra: stagione ampiamente finita

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Peluso; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Vucinic, Giovinco.
A disp: Storari, Rubinho, Chiellini, Caceres, Marrone, Isla, Pogba, Padoin, Giaccherini, Quagliarella, Matri, Anelka. All.: Conte
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Pepe, Bendtner, De Ceglie

PRECEDENTI – 20 vittorie, 21 sconfitte e 25 pareggi: questi i precedenti, testimonianti un grande equilibrio, dei Napoli-Juventus giocati allo stadio “San Paolo”. L’ultimo successo della Juve in terra campana in campionato risale alla stagione 2000-2001, un 2-1 che vide gli uomini allora allenati da Ancelotti rimontare il gol segnato da Stellone con le marcature di Darko Kovacevic ed Alex Del Piero. La speranza è che, venerdi sera, si possa tornare a festeggiare un successo esterno contro i partenopei, successo che, vista la classifica attuale, porterebbe i bianconeri a +9 sugli uomini di Mazzarri, chiudendo definitivamente ogni discorso in ottica scudetto.

QUOTE – La sfida al vertice della Serie A aprirà la 27^ giornata di campionato: il San Paolo venerdì 1 marzo ospiterà infatti il big match tra la Juventus capolista e il Napoli primo inseguitore. Le due squadre sono separate da 6 punti. Gli uomini di Mazzarri arrivano da tre pareggi consecutivi e non possono permettersi altri errori, da una parte per difendere il secondo posto, dall’altra per sperare ancora nello scudetto. La Juventus, invece, in caso di vittoria, porterebbe il vantaggio in classifica a 9 punti e si potrebbe parlare per la prima volta in stagione di fuga. La stella slovacca del Napoli Marek Hamsik, dopo il match pareggiato con l’Udinese, ha già cominciato a pensare al prossimo turno: “Purtroppo ora i punti di distacco sono sei. Ma la partita con la Juve sarà fondamentale per la classifica, perché mancano ancora molte partite e possiamo riprenderli”. Secondo gli scommettitori  l’esito della gara è ancora incerto: leggermente favoriti i bianconeri per la vittoria finale, dopo un pareggio nella prima frazione di gioco.

Potrebbe interessarti