Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Champions League: Il City di Guardiola vola in finale, Psg sconfitto 2-0

Guardiola per la terza volta finalista. Delude Neymar. Mahrez show

Notte di gloria per una tra Manchester City e Psg, si decide la prima finalista della Champions League. Sotto la grandine dell’Emirates, va in scena l’atto finale della battaglia degli sceicchi. Guardiola parte avanti, in virtù della vittoria in trasferta della gara d’andata. Pep conferma il falso 9 e si affida di nuovo al talento di Foden. Fernandinho vince il ballottaggio con Rodri. Pochettino deve fare a meno di Mbappé, out per infortunio. Spazio a Maurito Icardi dal primo minuto. Herrera sostituisce lo squalificato Gueye. Parte meglio il Psg, trascinato da un buon inizio di Di Maria. Al 11’, dopo che il Var ha negato un rigore ai parigini, assegnato ingiustamente dal non perfetto Kuipers, il City passa in vantaggio.

Solita costruzione della squadra di Guardiola, che gira bene palla. Ederson, coinvolto nell’azione, lancia in maniera chirurgica Zinchenko. L’esterno ucraino serve De Bruyne che calcia ma viene murato da Florenzi. Sulla ribattuta Mahrez è il più lesto e con un colpo da biliardo batte Navas. Il Psg reagisce e va vicino al pari, con il solito Marquinhos. Il capitano dei francesi, servito con il contagiri da Di Maria, stacca imperioso di testa ma la conclusione si stampa sulla traversa. Al 20’ altra occasione per il Psg, ancora una volta, nata da una grande idea di Di Maria. Bernardo Silva si fa scippare il pallone dall’argentino, che, vedendo Ederson piazzato male, prova la conclusione che esce di poco. La partita è molto equilibrata ma scarseggiano le occasioni pericolose. Il primo tempo si chiude con il risultato di 1-0 per i padroni di casa. Pesa l’assenza di Mbappé. Icardi impalpabile nei primi 45’.

La ripresa si apre con uno spartito tattico chiaro. Il City prova a congelare la partita con il possesso palla, il Paris prova con l’orgoglio a ribaltare il risultato. La prima occasione dei secondi 45’ è di Neymar, con un tiro ribattuto da una scivolata di Zinchenko. Al 61’ fuori Icardi, peggiore in campo, dentro Kean. Al 64’ raddoppiano i Citizen, ancora una volta, grazie a Mahrez. Foden va via sulla fascia, dopo un mancato intervento di Marquinhos. Il gioiellino inglese serve l’algerino al centro che tutto solo batte Navas. Il Psg subisce il colpo e abbandona mentalmente il match. Di Maria al 69’ si fa buttare fuori, chiudendo definitivamente i giochi.

Dopo un battibecco con Fernandinho, colpisce il brasiliano con un calcetto. Per Kuipers non ci sono dubbi ed estrae il rosso. Espulsione severa da parte del fischietto olandese. La partita si innervosisce e fioccano i cartellini gialli, insieme ad interventi durissimi dei parigini. Calcisticamente resta ben poco. Un palo di Foden e poco più. Finisce 2-0. Il Manchester City raggiunge per la prima volta nella sua storia la finale di Champions League. MVP Mahrez. Grande prova di Foden. Delude Neymar, ingabbiato dagli avversari. Croce e delizia Di Maria, migliore dei suoi fino al rosso che ha chiuso definitivamente i giochi. Senza infamia e senza lode le prestazioni di Verratti e Florenzi. Bocciato Kean, entrato nel momento peggiore dei suoi.

Potrebbe interessarti