Premier League: Poker Liverpool agli Spurs, manita Chelsea

Nelle gare della domenica della 36^ giornata di Premier League arriva il poker del Liverpool al Tottenham: i Reds travolgono 4-2 gli Spurs. Manita Chelsea, Europa più vicina: i Blues regolano 5-0 il West Ham e si portano a -2 dal Newcastle sesto

Nelle gare della domenica della 36^ giornata di Premier League, Liverpool e Chelsea esagerano: la formazione di Klopp travolge 4-2 il Tottenham e torna alla vittoria dopo due turni. Decidono Salah, Robertson, Gakpo ed Elliott, inutili le reti di Richarlison e Son per gli Spurs, che si allontanano dalla Champions. I Blues, invece, battono 5-0 il West Ham con doppietta di Jackson e gol di Palmer, Gallagher e Madueke e si portano a -2 dal Newcastle sesto.

LIVERPOOL-TOTTENHAM 4-2

Il Liverpool si sveglia forse troppo tardi e batte 4-2 il Tottenham quando ormai la Premier sembra ormai sfumare. Ad Anfield, i Reds dilagano rischiando soltanto nel finale: al 16′ minuto, a portare in vantaggio i padroni di casa è proprio Salah, protagonista in negativo nelle ultime giornate per una discussione proprio con Klopp. Prima dell’intervallo, Robertson trova il raddoppio regalando il 2-0 al club del Merseyside, mentre tra il 50′ minuto ed il 59′ minuto arrivano le due reti che chiudono i giochi: a segnare sono prima Gakpo, poi Elliott. Gli Spurs provano a mettere in difficoltà il Liverpool, ma lo fanno solo nel finale: al 72′ minuto, infatti, Richarlison riceve da Johnson e segna il 4-1, mentre cinque minuti dopo il brasiliano regala a Son la rete del definitivo 4-2 che sembra in parte spaventare Anfield. Finisce però con il trionfo dei Reds che, almeno matematicamente, restamp ancora in corsa per la Premier, ma a meno di clamorosi e incredibili ribaltoni Klopp chiuderà l’ultimo anno con solo la Carabao Cup. Quarto ko di fila per il Tottenham che, invece, dice praticamente addio alla Champions: all’Aston Villa bastano tre punti nelle ultime tre partite per blindare il quarto posto.

CHELSEA-WEST HAM 5-0

I Blues si portano in vantaggio dopo 15’ minuto grazie al solito Cole Palmer, capace di approfittare di una respinta favorevole in area di rigore e battere Areola di prima intenzione. Bowen risponde immediatamente su corner, ma il suo tiro termina sul legno. Il raddoppio viene firmato da Gallagher, pronto a sfruttare un pallone rimasto ai sedici metri alla mezz’ora. Madueke chiude il match sei minuti sugli sviluppi di un calcio d’angolo dalla destra. Il capitano del Chelsea sfiora la doppietta subito dopo, ma la sua deviazione termina sulla traversa, così come quella di Bowen sul finale di primo tempo. Jackson cala il poker in apertura di ripresa con un tap-in mancino su assist di Madueke, Ward-Prowse prova a riaprire subito dopo la sfida su calcio di punizione ma Petrovic risponde presente. Nel quarto d’ora finale c’è spazio anche per l’ingresso in campo dell’italiano Casadei, che festeggia la doppietta dell’attaccante ex Villarreal pochi minuti dopo (ripartenza su assist di Caicedo).Il Chelsea si porta così a quota 54 punti e avvicina la zona europea.

BRIGHTON-ASTON VILLA 1-0

Diaby ha immediatamente la chance di portare avanti gli ospiti, ma un salvataggio provvidenziale evita lo svantaggio ai Seagulls, capaci di reagire e rendersi pericolosi più volte nel corso del primo tempo con Adingra, murato da Robin Olsen. Gross ha la grande chance del vantaggio in pieno recupero, ma il suo mancino da distanza ravvicinata non supera l’estremo difensore avversario. Il Brighton riesce a sbloccare la sfida al 68’ minuto con il tedesco, ma l’intervento del Var porta all’annullamento della marcatura. Gli uomini di De Zerbi continuano a spingere alla ricerca della vittoria e la trovano all’87’ minuto con Joao Pedro, che si fa parare il calcio di rigore ma mette poi in rete di testa sulla respinta. Il Villa sale temporaneamente a +7 sul Tottenham, mentre il Brighton si trova ora a quota 47.

Avatar
Nello Paolo Pignalosa

Premier League