Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
Serie A

Serie A: La Juve schianta il Napoli, il Milan si sveglia tardi all’Olimpico

I bianconeri si aggiudicano 2-0 il big match dell’ottava giornata di campionato.

Juventus-Napoli-2-0

JUVENTUS-NAPOLI 2-0
80′ Caceres, 82′ Pogba

Un micidiale uno-due firmato da Caceres e Pogba spezza l’equilibrio in vetta alla classifica di serie A. Il big match tra Juventus e Napoli finisce 2-0 per i bianconeri, che sbloccano la partita alla mezz’ora della ripresa grazie a due giocatori entrati nel quarto d’ora finale. Le mosse azzeccate del tecnico Antonio Conte (in panchina si rivede il suo vice Angelo Alessio) consentono ai campioni d’Italia di impostare la fuga e di portarsi a +3 sui partenopei.

ALESSIO – “E’ un messaggio che ci siamo – conferma Angelo Alessio, al rientro in panchina dopo la fine della squalifica -, d’altra parte i numeri parlano chiaro. Sette vittorie e un pari in otto partite, miglior attacco e miglior difesa, gioco propositivo, organizzazione. Nonostante le assenze pesanti, chi ha giocato ha fatto la sua parte. C’è un contesto in cui i singoli riescono ad esaltarsi, lo dimostra il fatto che vanno in gol tanti giocatori”

MAZZARRI – Walter Mazzarri preferisce analizzare il bicchiere mezzo pieno nella sconfitta contro i bianconeri che è costata al Napoli la testa della classifica. “Dispiace per il risultato – spiega il tecnico toscano – e se continuiamo così credo che ne perderemo poche. In casa della Juve è difficile fare più di quanto fatto da noi: a parte quell’occasione avuta sulla giocata di Pirlo, siamo stati noi a comandare il gioco, senza mai soffrire. Sapevo che un episodio avrebbe potuto darci una gioia, e dopo un gol subito la Juve non avrebbe fatto più niente. Ma sapevo anche che l’unico modo per farci gol era da angolo: è andata così”.

Biancocelesti battono 3-2 il Milan, avanti 3-0 a inizio ripresa grazie alle reti di Hernanes, Candreva e Klose, poi De Jong ed El Shaarawy illudono i rossoneri ma non bastano per completare la rimonta. 

Candreva-Hernanes

LAZIO-MILAN 3-2
25′ Hernanes, 41′ Candreva, 49′ Klose (L), 61′ De Jong, 79′ El Shaarawy (M)

La Lazio batte i rossoneri 3-2 e si porta a meno uno dal Napoli, sconfitto nel pomeriggio allo Stadium. Il successo dei biancocelesti porta la firma di Hernanes e Klose, più la partecipazione decisiva di Candreva. Non è bastato al Milan svegliarsi dopo il 3-0 del tedesco, quando con l’ingresso di Pato la squadra ha preso più coraggio e segnato due reti che sembravano il preludio all’ennesima rimonta targata 21 ottobre (lo scorso anno Lecce-Milan 3-4 ndr). Da sottolineare la quinta rete in campionato di El Shaarawy, sempre più leader del Milan, e il terzo gol di squadra che ha il nome di Nigel De Jong, autore del momentaneo 3-2.

PETKOVIC – Le ambizioni restano le stesse, perché questa vittoria non cambia nulla. Scudetto? I tifosi hanno tutti il diritto di pensarci, ma noi restiamo con i piedi per terra, del resto abbiamo visto cosa è successo sul 3-0″. Il tecnico della Lazio Vladimir Petkovic cerca di rimanere con i piedi per terra dopo il successo dei suoi sul Milan, e il terzo posto in classifica a -4 dalla Juventus. “Dopo il gol subito abbiamo smesso di giocare – sottolinea Petkovic -, eravamo anche stanchi, il Milan ci ha messo in difficoltà e abbiamo subito dei gol che potevamo evitare. I tre punti, dunque, sono importanti per il progetto che stiamo portando avanti. Gonzalez? Era affaticato, ha un bel fisico e si stanca difficilmente, ma arriva da tanti impegni e ha bisogno di riposare”.

ALLEGRI – Non è questione di paura, solamente che la Lazio ci aspettava e noi cercavamo di gestire la palla nel miglior modo possibile, magari non creando niente davanti”, ha spiegato Massimiliano Allegri. L’allenatore del Milan cerca di vedere qualcosa di positivo nella prestazione dei suoi: “Innanzitutto credo che la squadra stasera, soprattutto nel secondo tempo, abbia fatto una buona partita, abbia creato. In questo momento le cose non ci vanno granchè bene, noi dobbiamo migliorare sicuramente qualcosa, però ultimamente la squadra ha fatto delle buone partite. Stasera siamo stati penalizzati nel primo tempo sugli unici due tiri in porta che ha fatto la Lazio”.

Potrebbe interessarti