Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
Serie B

Serie Bwin: balzo in avanti del Livorno, il Cittadella sale al quarto posto

Di Leonardo FRANCESCHINI

Aspettando il “Monday night” della Bwin che vedrà impegnate Sassuolo ed Hellas, prima e seconda della classe, il Livorno supera il Bari scalzando proprio il Verona dal secondo posto. Bene anche il sorprendente Cittadella che, passando a Novara per 1-0, raggiunge quota 20 in campionato e sale al quarto posto. Lo Spezia torna a vincere dopo quattro turni di digiuno; stesso discorso vale per il Brescia. Occasione sprecata, invece, per il Padova che in casa si fa rimontare dal Cesena: finisce 1-1. 

ll rigore di Dionisi in Livorno-Bari

IL LIVORNO SOFFRE NEL FINALE MA PORTA A CASA I TRE PUNTI; UN SUPER-CITTADELLA SBANCA NOVARA. UN PADOVA “SPRECONE” AFFETTO DA “PAREGGITE”. Ok il Livorno nel gioco, almeno fino al sessantesimo minuto, ma soprattutto per il risultato, una vittoria, che garantisce ai toscani di portarsi momentaneamente alle spalle del Sassuolo. Dopo un’avvio positivo di cui è figlia la rete dell’1-0, su rigore, di Dionisi, gli amaranto sono riusciti a mantenere invariato il punteggio sino allo scadere della prima frazione. Nella ripresa, al 58’, Schiattarella ha fatto 2-0 mettendo, in teoria, il successo in cassaforte. In realtà, dal raddoppio livornese in poi, i “galletti” pugliesi, fino a quel momento poco pungenti, si sono riversati in massa nella metà campo dei padroni di casa trovando anche il goal dell’1-2 grazie ad una conclusione da pochi passi di Filkor. Nell’ultimo quarto d’ora di gioco tanta sofferenza per il Livorno assediato dai tentativi scarsamente lucidi ma comunque pericolosi del Bari. Le sortite offensive “alla disperata” dei biancorossi non vanno in porto, ed al triplice fischio il tabellone segna ancora 2-1 per i padroni di casa. Continua la favola del Cittadella, vera e propria “Cenerentola” di questa Bwin edizione 2012/2013. La corsa del “Citta” non si è fermata nemmeno al “Piola” di Novara dove ad attendere i giocatori in maglia granata c’era il nuovo Novara di Giacomo Gattuso, l’allenatore subentrato in settimana all’ormai ex Tesser, esonerato dal presidente Accornero. Per il Cittadella Gannetti al 38’ ed anche una buona dose di fortuna: un rigore sbagliato dagli azzurri di Novara e qualche legno colpito possono dare un’idea dell’accaduto. Ad ogni modo, come diceva il poeta romano Virgilio, fortuna audaces iuvat (la fortuna aiuta gli audaci), ed in questo momento torna difficile trovare una squadra più audace del Cittadella tra le ventidue iscritto al campionato cadetto; perciò: tre punti in tasca, venti totali e quarto posto in classifica. E’ ufficiale cari appassionati della Bwin: il Padova di Pea è affetto dalla proverbiale “pareggite acuta”. Il terzo pareggio consecutivo dei biancoscudati, il secondo di seguito tra le mura del “Euganeo”, è arrivato contro il modesto Cesena. Alla marcatura iniziale di Granoche (12’ minuto), ha risposto Succi allo scadere del primo tempo. La partita è poi finita così, sull’1-1, senza ulteriori sussulti, con il punteggio di parità.

SEGNALI DI RIPRESA PER LO SPEZIA; NETO SALVA IL VARESE; SABA DECIDE BRESCIA-TERNANA. Finalmente Spezia ! Mister Serena può tirare un sospiro di sollievo nella Domenica, ops, pardon, nel Sabato probabilmente decisivo per la sua permanenza sulla panchina dei liguri. Un ringraziamento speciale da parte dell’allenatore delle aquile sarà andato senz’altro al suo bomber, Sansovini, autore della doppietta decisiva contro il Crotone. L’ex centravanti del Pescara ha messo il sigillo sul match prima al 6’ e poi al 73’, rispondendo al temporaneo pareggio dell’indemoniato Maiello arrivato al 27’. La situazione non è ancora del tutto compromessa per lo Spezia che con 18 punti, valevoli la sesta posizione, può ancora sperare in quella promozione, obbiettivo d’inizio stagione, sicuramente all’altezza dell’ottimo organico a disposizione di Serena. Ora servono continuità e risultati. A far compagnia allo Spezia al sesto posto c’è il Brescia. Le “rondinelle” di Mister Calori affrontavano nel Sabato di Bwin la Ternana. I rossoverdi di Terni, in evidente calo nelle ultime usciti, non hanno opposto grande resistenza ai padroni di casa che, grazie a Saba, autore dell’unica rete del match, hanno raggiunto il quarto successo in campionato. Scivolone a Reggio Calabria del Varese che rimane intrappolato nella trappola della Reggina. I calabresi erano passati meritatamente avanti in apertura di secondo tempo con Comi; la reazione varesina si è fatta attendere fino al 77’, minuto in cui Neto Pereira ha evitato ai suoi una sconfitta che si sarebbe rivelata pesantissima, e per il morale, e per la classifica.

QUARTA VITTORIA CONSECUTIVA PER L’EMPOLI; OK ANCHE IL GROSSETO TRASCINATO DA SFORZINI-GOL. LA VIRTUS LANCIANO SI AGGIUDICA LO SCONTRO SALVEZZA CON IL VICENZA. Quarta vittoria consecutiva per l’Empoli che superando per 2-1 la Pro Vercelli dimostra ulteriormente di attraversare uno straordinario periodo di forma. Scaglia non basta alla Pro Vercelli per rispondere alle marcature dei toscani firmate Tonelli e Maccarone. La quarta meraviglia in fila dell’Empoli vale il tredicesimo posto, a quota 15 punti, e, nonostante la classifica nei “bassi fondi” sia estremamente corta (a causa delle penalizzazioni), gli azzurri possono sorridere e guardare dall’alto le zone più paludose della graduatoria. Il terzo successo casalingo su tre di una squadra toscana lo ottiene il Grosseto, aggiudicandosi il bottino pieno contro l’Ascoli. A vestire i panni del “salvatore della patria” è ancora una volta Sforzini (e chi sennò ?) che andando a segno due volte, al 42’ ed al 50’, regala al fedelissimo pubblico accorso allo “Zecchini” di Grosseto il secondo successo stagionale. Per i marchigiani segna Zaza. Infine chiudiamo con Vicenza-Virtus Lanciano, ultimo incontro in programma nel Sabato pomeriggio della Bwin. In questo scontro ad alta tensione, già importante ma non ancora decisivo per la salvezza, è stata la Virtus ad avere la meglio avvalendosi del goal di Vastola arrivato dopo nemmeno un quarto d’ora di gioco.

Potrebbe interessarti