Serie B: Il Frosinone si prende la vetta, Spal ko! Il Verona frena ancora

Il Frosinone vola in vetta. Gattuso blocca l’Hellas. Crollano Benevento e Avellino.

È il Frosinone la squadra da battere in cadetteria. I canarini stravincono la sfida promozione contro la SPAL e staccano l’Hellas fermato sul pari dal solito combattivo Pisa di Gattuso.
Disastro per le campane. Su salva soltanto la Salernitana che sembra aver finalmente trovato il proprio ritmo.

Daniel Ciofani e Ariaudo decidono il match clou del campionato. A Ferrara la squadra di Marino si impone con un netto 0-2 e si rilancia in testa alla classifica. Primo tempo che si spegne sullo 0-0 con gli ospiti sempre pericolosi nonostante un sostanziale equilibrio in campo. Nella ripresa, dopo otto minuti, arriva il vantaggio del capitano e bomber ciociaro che raccoglie il testimone da Dionisi e torna anch’egli ad essere decisivo per le sorti canarine. Chiude Ariaudo allo scoccare dell’ora di gioco incornando perfettamente su corner. Tre punti che valgono doppio visto il sorpasso ai danni della SPAL stessa ed il +4 ora sul Verona, terzo.

Per la squadra di Pecchia arriva l’ennesimo stop. Il Pisa, che sembra aver ereditato dal proprio trainer lo spirito coriaceo, impone il pari al Bentegodi. In vantaggio con Siligardi a metà primo tempo, gli Scaligeri si fanno raggiungere a 7′ dalla fine da una rete di Tabanelli. Titolare e in campo, senza reti, anche il rientrante Pazzini, non ancora al meglio e sostituito da Ganz Jr ad un quarto d’ora dalla fine.

Crolla in casa il Benevento. Una doppietta su rigore di Coronado ed il ritorno al gol di Curiale, a tempo regolamentare già scaduto, aprono definitivamente la crisi per il club sannita. A nulla serve la rete del momentaneo pareggio realizzata dal solito Ceravolo. La squadra di Baroni perde inesorabilmente terreno e torna ad essere tallonata dal Cittadella, vincente 1-0 sullo Spezia grazie alla rete di Kwame ed ora ad un punto soltanto dai sanniti.

Si scioglie sotto i colpi delle Fere anche l’Avellino di Walter Novellino. Gli Irpimi escono con le ossa rotte da Terni incassando un fragoroso 4-1 senza diritto di replica. Le trame di Liverani donano nuova linfa a Falletti e soci che già dopo um quarto d’ora passano in vantaggio grazieal penalty realizzato da Avenatti. Palombi e Maccariello firmano il tris, prima che Ardemagni confermi la sua infallibilità dal dischetto, segnando il gol della bandiera un minuto prima che Falletti chiuda definitivamente i giochi.

Sale invece la Salernitana che con Sprocati e Bernardini liquida la pratica Ascoli. Un 2-0 che permette alla squadra di Lotito e Mezzaroma di affacciarsi in zona playoff.

Vittoria importante anche dell’Entella che, a Chiavari, con Caputo, su rigore, e Catellani ribalta il vantaggio cesenate firmato da Crimi dopo appena 2′ di gioco.

Preferiscono non farsi male Bari e Novara, così come Carpi e Perugia. Entrambe le sfide terminano a reti inviolate con le squadre che si dividono la posta in palio.

Fabio Paris