Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
Serie A

Serie A: Il Napoli non molla, ma la Juventus fa paura

 di Marco MARTELLONI

Cavani tiene i partenopei in scia dei bianconeri che offrono una prova devastante contro la malcapitata Roma. Bene lazio e Inter mentre il Milan rimane prigioniero dei suoi errori

Cavani

La Juve impressiona ma il Napoli non molla, è questa la sintesi della sesta giornata di serie A. Dietro un grappolo di squadre, capitanate dalla Lazio, che cerca di rimanere attaccato al duo di testa. Ma andiamo con ordine. Allo Juventus Stadium i campioni in carica danno una lezione di calcio ad una Roma lontana anni luce dal prototipo di squadra zemianiana. A Torino non c’è partita: dopo 20 minuti bianconeri già avanti 3-0 con le reti di Pirlo, Vidal e Matri. Nella ripresa i giallorossi cercano di limitare i danni e accorciano con Osvaldo, ma a fine gara è Giovinco a regalare il meritato 4-1 ad una Juve maledettamente superiore. Di ben altro tenore la vittoria del Napoli sul campo della Samp. Sono infatti i genovesi a fare la partita, ma al 67esimo un fallo di Gastaldello regala il penalty che permette a Cavani di realizzare il sesto centro in campionato e al Napoli di agganicare la Juventus. A tenere botta alle capoliste la coppia Lazio-Inter che in casa vincono con il medesimo risultato, 2-1, contro Siena e Fiorentina. Tutto facile per i biancocelesti che chiudono la pratica già nel primo tempo con Ederson e Ledesma, salvo poi soffrire al 90esimo per il goal di Paci. Più dura la vittoria interista maturata con i timbri di Milito e Cassano ma rimasta in bilico dopo il timbro viola di Romulo. Bloccato dal Parma 1-1 il redivivo Milan a cui non basta la quarta perla di El Shaarawy.

TORINO BOLOGNA E PALERMO A VALANGA. Sale a otto punti il Torino con una prestazione spumeggiante sull’ostico campo dell’Atalanta. Secondo tempo stellare della squadra di Ventura che umilia i bergamaschi 5-1 e si candida per un ruolo da outsider. Due goal di Gilardino, uno di Guarente e uno Kone fanno volare il Bologna sul Catania. Super Miccoli, invece, trascina il Palermo ai primi tre punti stagionali. La tripletta del Maradona del Salento, con un goal direttamente da centrocampo, è infatti decisiva nel 4-1 con cui i rosanero hanno abbattuto la sterile resistenza clivense. Continua la crisi del Cagliari che perde in casa col Pescara nonostante l’apertura ai tifosi dello stadio Is Arenas. Abruzzesi corsari che passano con le reti di Terlizzi e Weiss accorciate dal rigore di Pinilla. Seconda vittoria in quattro giorni per la squadra di Stroppa che affianca il Milan a quota 7. L’unico 0-0 di giornata è quello tra Udinese e Genoa, per un punto che muove sensibilmente la classifica.

Potrebbe interessarti