Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
Serie A

La Juve vede lo scudetto, Milan ko. Napoli e Fiorentina all’ultimo respiro

di Marco MARTELLONI

La Juventus supera per 1-0 il Milan nel posticipo della trentatreesima giornata di serie A. Basta un rigore di Vidal ai bianconeri per risolvere una partita non certo spettacolare. Prima sconfitta nel 2013 per il Diavolo. Preziose vittorie in chiave Champions per Napoli e Fiorentina nelle partite del pomeriggio della trentatreesima giornata di serie A. Domenica nervosa, diverse le risse e i litigi in campo. La Roma butta due punti in casa contro il Pescara, 1-1 nel derby di Sicilia

Juventus-Milan 1-0

Juventus-Milan 1-0

Conte e Allegri si sfidano a scacchi nel primo tempo, e la partita è in stallo. L’unica emozione solo all’8′, una punizione di Pirlo resa letale dalla deviazione di Ambrosini, Abbiati in controtempo compie la parata della stagione, e si infortuna al polpaccio: al suo posto Amelia. Partita tattica e che stenta a decollare, le difese, molto attente, chiudono ogni varco. La disposizione con una sola punta blinda i padroni di casa e non ci sono guizzi da parte delle poche stelle presenti, la partita si trascina stancamente verso l’intervallo. Anche l’avvio di ripresa è sottoritmo, ma la gara si sblocca grazie alla goffaggine di Amelia, che al 55′ frana addosso ad un Asamoah lanciato a rete. Vidal dal dischetto spara il pallone sotto l’incrocio e manda avanti la Juventus. Allegri tenta la carta Bojan, dentro per un lentissimo e deludente Robinho, i rossoneri danno segni di risveglio ma non riescono mai a sorprendere la difesa torinese con la loro manovra troppo compassata. Finisce 1-0

NAPOLI E FIORENTINA ALL’ULTIMO RESPIRO – Sono Insigne e Romulo gli eroi di giornata di Napoli e Fiorentina. Allo stadio San Paolo il piccolo attaccante partenopeo decide la gara col Cagliari con un destro che batte Agazzi al minuto 93 diventando, almeno per una settimana, l’uomo copertina. Sconfitta che penalizza troppo gli isolani, capaci di portarsi avanti con Ibarbo poi, dopo la rimonta azzurra firmata dall’autorete di Astori e da Cavani, di pareggiare i conti con una gran goal di Sau. Partita dalle alte emozioni anche al Franchi di Firenze. Tra le mura amiche la viola è il solito rullo compressore e con il Torino passeggia portandosi sul 3-0 dopo mezz’ora. Ma il cuore granata, si sa, non muore mai e così prima Barreto, poi l’uno-due Santana Cerci ristabiliscono incredibilmente la parità quando mancano 13 minuti al termine.  Con i tifosi toscani già a mangiarsi le mani, ci pensa il brasiliano Romulo a finalizzare un azione corale al minuto 86 regalando tre punti pesanti in ottica Champions.

BLACK OUT ROMA, L’INTER RESPIRA – Contro un Pescara virtualmente retrocesso la Roma offre la peggiore prestazione stagionale che al momento la tiene fuori dall’Europa. All’Olimpico prova imbarazzante dei giallorossi che non vanno oltre l’1-1 nonostante un finale giocato con cinque attaccanti. Chi non ne ha più di punte è l’Inter, che comunque  batte il Parma 1-0 grazie a Rocchi e supera in classifica proprio la Roma agguantando al momento l’Europa League.
A Bologna pareggio indolore tra gli emiliani e la Sampdora, decidono Gilardino e Sansone.

SIENA RECRIMINA, PALERMO SI SALVA – Brutto ko per i toscani di Iachini che in casa perdono contro un Chievo che trova la salvezza con cinque giornate d’anticipo. Al Franchi decide Pellissier in chiusura di primo tempo, ma le proteste bianconere si concentrano per un goal annullato a Paci per un inspiegabile fallo visto dall’arbitro Rizzoli. Siena comunque quart’ultimo a più uno dal duo Palermo-Genoa. Proprio i siciliani trovano un punto insperato nel derby con il Catania. Al vantaggio di Barrientos risponde Ilicic al minuto 94, un goal che mantiene in vita le speranze salvezza dell’undici di Sannino.

Potrebbe interessarti