Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Liga: Non succede solo in Italia! Sabotato il Real?

di Enrico DE DONATO

A causa dei malfunzionamenti dell’impianto d’illuminazione del Vallecas, il match fra Rayo Vallencano e Real Madrid è stato rimandato. Nel frattempo il Barcellona vince ancora, nonostante una serata di digiuno per Messi e accumula altri 3 preziosi punti di vantaggio sui campioni di Spagna. Si ferma il Malaga

Al Buio lo Stadio del Rayo Vallecano

SABOTAGGIO? – Rayo Vallencano e Real Madrid sono cugini, se non di primo, almeno di secondo grado. Non pare però che sia stato l’astio fra le tifoserie a istigare il sabotaggio: l’impianto di illuminazione dello stadio sarebbe infatti stato disattivato da un’area di difficile accesso, laddove solo profondi conoscitori della struttura si sarebbero potuti infiltrare senza destare sospetti. I dirigenti e i delegati addetti a spiegare la situazione ai tifosi, nonché agli spettatori di tutto il mondo, si sono assicurati tuttavia che la partita si sarebbe svolta il prima possibile: cioè domani, Lunedì 24 Settembre, alle 19.45 spagnole, nonostante il Real Madrid abbia richiesto le 17.00, sperando di poter sfruttare la luce naturale ed evitare un altro eventuale imprevisto.
A dare spettacolo ci ha però pensato Mourinho, i cui attacchi alla stampa, rea di scatenare tensioni, ormai non fanno più notizia, senza dimenticare che i blancos saranno costretti a guardare gli eterni avversari torreggiare a 11 punti di distacco. I catalani giungono infatti ancora vittoriosi nonostante la fatica e la serata senza gol di Messi. La vittoria sul granada dei Pozzo si è concretizzata infatti solo negli ultimi 3 minuti di gioco, grazie a una magia di Xavi, che l’ha piazzata nel sette subentrando dalla panchina, e all’autorete di Borja Gomez, che ha deviato in rete come il più avido dei centravanti, ahimé nella porta sbagliata.
L’impressione che ai blaugrana manchino ancora quelle grinta e fame che caratterizzavano i recenti trionfi è ancora consistente, ma è altrettanto innegabile che il loro tasso tecnico gli permetta di superare qualsiasi avversario non all’altezza.

VINCE ANCORA L’ATLETICO, SI FERMA IL MALAGA – Come è chiaro dalle primissime giornate di questo campionato, sorprendentemente vi sono alcune squadre a tenere il passo del Barcellona o almeno a non sfigurare; il Malaga ha però perso altri due punti preziosi, pareggiando in terra basca, in casa dell’Athletic Bilbao. Si tratta in realtà di un risultato vagamente positivo, considerando anche che non saranno i biancocelesti a dover lottare per il titolo, nonostante il magnifico talento di Isco. Si aggrappano invece alla concretezza di Radamel Falcao i sogni di Simeone e del suo Atletico Madrid: la vittoria contro il Valladolid, seppur dovuta dall’evidente differenza tecnica fra le due compagini, ha dimostrato una solidità difensiva non pervenuta contro il Rayo Vallencano, che aveva rischiato di portare a compimento una rimonta clamorosa proprio al Vicente Calderon. Seppur i biancorossi abbiano una partita da recuperare e quindi la possibilità di portarsi a sole due lunghezze dal Barcellona, non crediamo che costoro possiedano mezzi tali da competere per il primo posto, ma ci auspichiamo che i colchoneros riescano almeno quest’anno a partecipare in quel palcoscenico dal quale mancano da troppi anni: la champions.

Potrebbe interessarti