Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
Serie B

Livorno beffato nel finale, il Verona effettua il sorpasso

di Marco SIMONELLI
Twitter: @marsimonelli

Il Verona vince e vola al secondo posto, scavalcando il Livorno fermato dalla Ternana. Il 3 a 1 dell’Hellas condanna la Pro Vercelli alla retrocessione, mentre gli amaranto subiscono il pareggio beffa nel finale. Questo stop permette all’Empoli di avvicinarsi ancora di più al terzo posto e di tenere vivo il discorso play off, mantenendo in vita anche Novara, Brescia e Varese. In chiave salvezza importantissima vittoria della Reggina che ora vede la salvezza lontana solo un punto.

Cacia-Hellas-Verona
Cacia-Hellas-Verona

L’HELLAS VINCE E SORPASSA UN LIVORNO RIACCIUFFATO AL 93’–In attesa della gara del Sassuolo, che nel monday nightcontro il Padova potrebbe centrare la promozione, il Verona scavalca al secondo posto il Livorno. Il 3 a 1 contro la Pro Vercelli nell’anticipo del venerdì permette all’Hellas di portarsi a +1 dagli amaranto, che vengono ripresi nel finale dalla Ternana. Ma se ci si aspettava una gara a senso unico in favore degli scaligeri bisogna subito ricredersi, grazie all’ottima prova fornita dai piemontesi che giocano a viso aperto e mettono in seria difficoltà la retroguardia avversaria. Le occasioni arrivano da una parte e dall’altra, con Valentini decisivo sul tiro di Cacia, deviato sulla traversa, e Rafael su quello di Iemmello. Piano piano viene però fuori la differenza dei valori in campo e il Verona si sblocca, portandosi prima in vantaggio con il colpo di testa di Cacciatore e dilagando nella ripresa con Gomez e Sgrigna. Iemmello prova a rovinare la festa del Bentegodi, ma il suo gol è solo un lampo che non serve a nulla. Se il Verona vede da vicino la Serie A per la Pro Vercelli arriva la retrocessione in Lega Pro dopo appena un anno dalla sua promozione. Il Livorno dunque deve vincere per il controsorpasso ai danni dei veronesi ma incappa in un pari beffa contro la Ternana. Dopo un primo tempo a senso unico i labronici trovano il meritato vantaggio nella ripresa con il colpo di testa di Belingheri. La pratica Ternana sembra archiviata e lo sarebbe definitivamente se il violento tiro di Duncan non si stampasse sulla traversa. Ma la gara finisce al triplice fischio e lo sanno bene gli umbri, che nel terzo minuto di recupero trovano il gol del pari che li avvicina sempre di più alla salvezza, mentre il Livorno vede materializzarsi l’incubo dei play off.

NOVARA, BRESCIA E VARESE RINGRAZIANO L’EMPOLI – La “manita” dell’Empoli ai danni del Vicenza tiene ancora aperti i giochi play off. Al Mentisuccede tutto in dodici minuti, con il tracollo dei biancorossi che si vedono rifilare ben cinque gol. Le doppiette di Tavano e Maccarone e il gol di Tonelli condannano quasi definitivamente il Vicenza e scatenano l’ira dei tifosi che, dopo la rete inutile di Rigoni, aprono un cancello e si posizionano a bordo campo. La gara riprende dopo una ventina di minuti di stop ma le emozioni rimangono negli spogliatoi e la gara si conclude senza altri sussulti.Dietro, distanti nove punti, Novara, Brescia e Varese si contendono gli ultimi due posti per gli spareggi promozione. Il Novara, dopo una striscia positiva lunghissima, tira un po’ il fiato e incappa nella seconda sconfitta nelle ultime tre giornate. Contro il Bari sono i piemontesi a fare la gara con Seferovic che sfiora il gol in tre occasioni: prima prende la traversa con uno splendido pallonetto, poi viene murato da Lamanna e infine Ceppitelli salva sulla linea. Ai gallettibasta così un gol di Caputo ad inizio ripresa per conquistare tre punti che vogliono dire salvezza ormai certa. Il Brescia riconquista prepotentemente il secondo posto grazie alla vittoria sull’Ascoli che gli permette di scavalcare il Varese. La doppietta di Caracciolo da una parte e l’autogol di De Maio e il rigore di Feczesin dall’altra portano la gara sul 2 a 2, ma nel finale è ancora l’airone a siglare il gol partita con un colpo di testa. Il Varese invece non riesce ad andare oltre ad un inutile pari sul campo del Grosseto. Dopo il doppio vantaggio sull’asse Neto Pereira-Ebagua, i varesini si vedono rimontare dai gol di Piovaccari e Coulibaly, che segna il gol beffa in pieno recupero.

SI SALVA IL CROTONE. REGGINA A UN SOLO PUNTO DALLA ZONA SALVEZZA – Vittoria importante del Crotone contro il Modena che sancisce la salvezza dei pitagorici. I gol di Eramo e Gabionetta rendono inutile la rete di Andelkovic per i canarini, che devono dire addio ai sogni play off.Spezia-Lanciano finisce con un pareggio che serve più agli spezzini che avvicinano la zona tranquilla di classifica. L’1 a 1 che matura nel primo tempo lascia invece i frentani ad un solo punto dai play out. Zona da cui si allontana il Cesena che vince per 3 a 1 con la Juve Stabia grazie alla doppietta di Succi e al gol di Meza Colli. Vittoria esterna importantissima per la Reggina che supera in rimonta il Cittadella e continua a sperare nella salvezza, ora distante un solo punto.

Potrebbe interessarti