Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
Serie A

Serie A: Cinquina Napoli. Bene Inter, Lazio e Roma

di Marco MARTELLONI

Botta e risposta in alta classifica dove vincono tutte tranne la Fiorentina. Nelle retrovie importatnte successo del Chievo che manda all’inferno il Genoa, perdono ancora terreno Siena e Pescara.

Siena-Roma-1-3

Le prime della classe viaggiano a vele spiegate: Lazio, Inter e Roma rispondono a Juventus e Napoli, mentre la Fiorentina pareggia in casa con la Sampdoria. I partenopei, consci della vittoria juventina sul Torino, demoliscono il Pescara 5-1 con le doppiette di Cavani e Inler e rimangono ancorati a meno due dai campioni in carica. A quota 31 l’Inter torna al successo dopo tre turni. Prova opaca per i ragazzi di Stramaccioni che vengono premiati dalla goffa autorete di Garcia alla mezz’ora della ripresa, per tre punti fondamentali per tenere a bada il ritorno della Lazio. I biancocelesti infatti non perdono un colpo, e passano sul Parma 2-1 con le marcature di Biava e Klose. Vittoria che permette ai romani di agganciare in classifica la Fiorentina, fermata 2-2 dalla Sampdoria allo stadio Franchi. Ai viola non basta la doppietta di Savic perché prima Krstic e poi l’autorete di Rodriguez fermano l’armata di Montella.

ROMA OK CON DESTRO. Rimane virtualmente attaccata al gruppo di testa la Roma, che trova la terza vittoria consecutiva a Siena, dove gli uomini di Zeman passano 3-1 con la doppietta dell’ex Destro e la rete del “ripudiato” Perrotta. L’Udinese ritrova lo spirito combattiero e regola 4-1 un Cagliari opaco. Di Pereyra, Angella, Danilo e Pasquale le reti friulane, accorciate sul finale da Dessena.

RESPIRA IL BOLOGNA, GENOA  A PICCO. Con un goal decisivo dell’ex Gabbiadini il Bologna batte 2-1 l’Atalanta e risolleva sensibilmente una classifica che rimane comunque critica visto che è a sole due lunghezze dal Genoa terz’ultimo. Proprio i grifoni, dopo l’exploit di Bergamo, ricascano nel baratro e vengono sconfitti 4-2 in casa dal Chievo trascinato da un super Paloschi autore di tre reti. Per Del Neri situazione pesante, l’ombra di De Canio è dietro l’angolo.

Potrebbe interessarti