Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
CHAMP

Champions League: Poker Juve, Chelsea all’ultimo respiro, Barcellona ko

di Marco SIMONELLI

Prima vittoria per la Juventus che torna in corsa per il passaggio del turno e che ora si trova a un punto dalla coppia Chelsea-Shakhtar. Nel girone F goleada delBayern e prova convincente del Valencia, mentre nel G cade il Barcellona sotto i colpi del Celtic. Vince in rimonta lo Unitede si qualifica primo con due turni di anticipo.

Champions-League – Poker-Juve

GRUPPO E: PRIMA VITTORIA JUVE, IL CHELSEA PASSA IN EXTREMIS – Si sapeva che per la qualificazione nel girone E sarebbe stata una lotta fra tre squadre e stasera la classifica lo dimostra. Chelsea e Shakhtar si trovano in testa, con la Juventus che insegue a una sola lunghezza. Juventus che vince la sua prima partita dopo tre pareggi (e ritorna a vincere in Champions dopo tre anni), battendo quel Nordsjaelland che aveva fermato i bianconeri due settimane fa. Gli uomini di Conte (e Alessio) sono subito padroni del campo e, dopo appena sei minuti, trovano il gol con Marchisio. Le occasioni per raddoppiare non mancano e il gol del 2 a 0 arriva con Vidal, bravo ad approfittare di una dormita della difesa danese. La Juve continua a imporre il proprio ritmo e potrebbe dilagare, ma la traversa ferma Matri e il portiere nega la doppietta a Marchisio. A chiudere la partita ci pensa Giovincoche, con un gran tiro dal limite dell’area, segna il suo primo gol europeo. Nella ripresa è sempre la Juventus a fare la partita, con il Nordsjaelland che non si rende mai pericoloso. Matri non riesce a trovare il gol, ma la sua spizzata sul calcio d’angolo di Pirlo, favorisce il colpo di testa del neo entrato Quagliarella che segna il gol del definitivo 4 a 0.

Vittoria importantissima per il Chelsea contro loShakhtar capolista, con le due squadre che non si risparmiano e danno vita a una partita spettacolare. A Stamford Bridge la gara decolla subito, con Pyatov che rinvia addosso a Torres per il gol del vantaggio Blues e con la pronta risposta di Willian, bravo a sfruttare l’assist di Luiz Adriano per segnare il gol del pari. Fernandinho ha subito l’occasione per ribaltare la partita ma il suo tiro finisce di poco a lato, mentre dall’altra parte è ancora il Niño a rendersi pericolosoma calcia fuori dopo essersi liberato in area con un numero. A cinque minuti dall’intervallo però arriva il gol del vantaggio Chelsea, ma è ancora Pyatov a essere protagonista: il portiere in uscita allontana di testa, ma la palla finisce sui piedi di Oscar che non ci pensa due volte a tirare e da centrocampo segna il gol del nuovo vantaggio. Il secondo tempo inizia con le stesse emozioni del primo e con il gol di Willian a riportare sul pari il risultato. Il Chelsea prova a reagire facendo la partita, ma deve stare molto attento alle ripartenze dello Shakhtar, messo benissimo in campo da Lucescu. Dopo il palo di Ratt, il gol annullato a Mikel per fuorigioco e il tiro del nigeriano fuori di un soffio bisogna aspettare i minuti di recupero per vedere i frutti dell’assalto dei Blues. E’ infatti al 94’ che arriva il gol di Moses che, con il suo colpo di testa da calcio d’angolo, regala al Chelsea i tre punti.

GRUPPO F: BAYERN A VALANGA, IL VALENCIA TIENE IL PASSO – Non c’è partita tra Bayern Monaco e Lille con i francesi travolti con punteggio tennistico dai bavaresi. Apre le danze Schweinsteiger su punizione, continua Pizarro con un tiro dal limite dell’area e finisce momentaneamente Robbenancora su punizione. Pochi minuti dopo Pizarro alimenta la goleada segnando altri due gol, entrambi su assist di Lahm, confezionando la tripletta che portailBayern sul 5 a 0 già a fine primo tempo. Nella ripresa la timida reazione del Lille è tutta nel bel tiro da fuori di Kalou che si infila sotto il sette, ma è solo un episodio, perché da qui i tedeschi riprendono in mano la partita e trovano il gol del definitivo 6 a 1 con Kross.IlBayern Monaco rimane in testa al girone, mentre per il Lille si chiude ogni tipo di discorso qualificazione.

Nell’altra gara del girone F il Valencia supera il BateBorisov stoppando così una pericolosa pretendente per il passaggio del turno. Gli spagnoli dominano ma hanno difficoltà a creare occasioni fino al 25’, quando Jonas è bravo a stoppare in area, a vincere un rimpallo e a battere il portiere. Passano appena due minuti e Soldadoraddoppia su rigore, assegnato ingiustamente per un fallo su Guardado fuori area. Nella ripresa il copione non cambia, il Baterisulta assente dai primi minuti della gara e il Valencia ne approfitta con il gol Feghouli. La partita però si riapre quasi per caso, con il cross su punizione di RenanBressan che non tocca nessuno e finisce in rete e con il pasticcio di Gago, che perde palla al limite dell’area e permette a Mozolevski di segnare il più facile dei gol su assist di Rodionov. Ma a chiudere definitivamente e meritatamente la partita ci pensa ancoraFeghouli con un bel diagonale.

Celtic-Barcellona-2-1

GIRONE G: STOP DEL BARCA CONTRO IL CELTIC, PUNTI IMPORTANTI PER IL BENFICA – Clamorosa sconfitta del Barcellona contro il Celtic che riesce a battere i catalani dopo la prova convincente fornita al Camp Nou. Al Celtic Park il possesso palla del Barca la fa da padrone, ma la difesa dei biancoverdi non concede nulla. Dopo venti minuti ecco che arriva il gol del vantaggio scozzese, con Wanyama che è bravo sfruttare un angolo sul secondo palo e a siglare il primo gol di un Keniota in Champions League. La reazione dei blaugrana è immediata, ma il tiro di Messi viene deviato da Foster sulla traversa e il colpo di testa di Sanchez centra il palo.Il Barcellona continua a premere e le occasioni si moltiplicano, ma un Foster in stato di grazia nega più volte il gol alla banda di Villanova, superandosi su Sanchez e Messi. Proprio nel momento di maggior pressione del Barca ecco che all’83’ arriva il gol che spegne le speranze di rimonta: direttamente dal rinvio di Foster la palla arriva a Watt che davanti a Valdes non sbaglia il diagonale e regala al Celtic il doppio vantaggio. Al 90’ arriva finalmente il gol degli spagnoli con il tap-in vincente di Messi dopo l’ennesimo miracolo di Foster sul tiro ravvicinato di Villa. Barcellona che rimane in vetta al girone e Celticche mette una seria ipoteca sul passaggio del turno.

Vince, e tiene aperto il discorso qualificazione, il Benfica, a cui serve l’ingresso nella ripresa di Cardozo per sbloccare la partita contro lo Spartak Mosca. Dopo un primo tempo avaro di emozioni ecco che al 50’ la partita si anima: prima viene annullato un gol regolare a Cardozo, poi il bomber delle Aquile si rifà segnando il gol del vantaggio. Il numero 7 del Benfica è scatenato, sfiora il gol colpendo la traversa e segna il raddoppio grazie ad una girata aerea. A quindici dalla fine ancora Cardozo si procura un rigore (con espulsione di Pareja), ma Rebrov è bravissimo a toccare il pallone quel tanto che basta per deviarlo sulla traversa.

GRUPPO H: UNITED GIA’ PRIMA, TRE SQUADRE PER IL SECONDO POSTO – Quarta vittoria consecutiva e primo posto assicurato per il Manchester United, che a Braga vince soffrendo dopo essere passato in svantaggio. Dopo una prima frazione deludente e caratterizzata solo dal palo di testa di Eder ecco che nella ripresa le due squadre cominciano a giocare. Dopo appena cinque minuti il fallo di Evans su Custodio all’interno dell’area permette a Alan di siglare il gol del vantaggio portoghese. I RedDevilsnon sembrano saper reagire e il black out che blocca la gara al 57’ sembra fatto apposta per permettere alla squadra di riordinare le idee. Dopo un quarto d’ora di pausa si riprende e Sir Alex Ferguson butta nella mischia Van Persie che a dieci dal termine trova il gol del pareggio. Palla in profondità di Giggs per RVP, Beto inizia l’uscita ma poi ci ripensa e a quel punto è facile per l’olandese scavalcarlo con un pallonetto.Lo United inizia a crederci e pochi minuti dopo ha l’occasione per capovolgere la partita con il rigore di Rooney. L’inglese scivola sul dischetto ma la palla s’infila comunque in rete compiendo una strana traiettoria. Il Manchester ribalta dunque una partita in cui non aveva fatto quasi nulla e la chiude nei minuti di recupero con il gol del ChicharitoHernandez.

Vittoria esterna importante per il Galatasaray che battendo il Cluj lo aggancia al secondo posto nel girone. I turchi si portano in vantaggio grazie al colpo di testa di Yilmaz, ma a inizio ripresa il Cluj pareggia con il gol di Sougou. È ancora Yilmaz a riportare i suoi in vantaggio e a chiudere i conti con il gol del definitivo 1 a 3.

Potrebbe interessarti