Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

La Juve non si ferma più. Dybala firma l’undicesima, Roma ancora un ko!

E sono 11. Nel posticipo dello “Stadium” altra vittoria, l’undicesima consecutiva in campionato, della Juventus di Massimiliano Allegri, che grazie alla 14^ rete in maglia bianconera di Paulo Dybala supera pure la Roma di Spalletti. Madama, così, torna in classifica a -2 dalla capolista Napoli.

Mancava un match, il Big match, quello dello “Stadium” di Torino per completare il programma della 21^ giornata del campionato di Serie A, di fronte Juventus e Roma. Per la sfida ai capitolini, Max Allegri conferma il 3-5-2: davanti a Buffon torna la BBC (Barzagli-Bonucci-Chiellini), di nuovo al completo dopo le ultime uscite con il Campione del Mondo di Germania 2006 assente per qualche acciacco fisico; in linea mediana, sugli esterni Evra e Lichtsteiner vengono preferiti ad Alex Sandro e Cuadrado, Khedira e Pogba agiscono in zona centrale, con Marchisio in cabina di regia; in avanti al fianco dell’inamovibile Dybala torna dall’inizio Mario Mandzukic. Dall’altra parte Luciano Spalletti risponde con il 3-4-2-1: a guidare l’inedita difesa a 3, inedita almeno quest’anno, il tecnico toscano sceglie Daniele De Rossi, insieme a Manolas e Rüdiger; a centrocampo Florenzi, Vainqueur, Pjanic e Digne; Nainggolan e Salah dietro l’unica punta, il bosniaco Dzeko. Primo tempo dai ritmi piuttosto blandi e con poche emozioni; a farsi preferire in zona offensiva sono i bianconeri quadri-Campioni d’Italia, pericolosi soprattutto con Dybala; l’ex Palermo prima si fa notare con un calcio di punizione dai venti metri, neutralizzato senza troppi patemi d’animo da Szczesny; poi, qualche minuto più tardi controlla una palla impossibile su lancio di Bonucci e conclude con un delizioso pallonetto che si stampa sulla traversa: tutto inutile; nell’occasione l’argentino parte in posizione di offside. Al 24′ Khedira la mette in mezzo dalla destra, Pogba stacca bene, ma non inquadra lo specchio della porta. L’ultimo squillo è ancora firmato dal 21 bianconero: conclusione mancina, Szczesny attento sventa la minaccia; all’intervallo, dunque, Juventus 0, Roma 0.

Nella ripresa ancora meglio i bianconeri rispetto ai giallorossi; al 69′ minuto, cross di Cuadrado (subentrato poco prima a Lichtsteiner) dalla fascia destra, Pogba con un superbo colpo di tacco serve Mandzukic, che a sua volta rifinisce per Evra: la conclusione mancina dell’ex Man United viene ribattuta da Szczesny. Chance sprecata, ma preludio dell’episodio che decide la sfida: siamo 77′, quando Pogba, dopo una poderosa ripartenza, resiste bene al ritorno di Florenzi, e serve un cioccolatino (in no-look) nel corridoio a Paulo Dybala, che di sinistro, in diagonale, sentenzia Szczesny; Juve 1 Roma 0. Dopo il gol subito Spalletti ristabilisce la difesa a 4, con De Rossi di nuovo sulla linea dei centrocampisti; la reazione giallorossa, comunque, stenta a materializzarsi; anzi, sono ancora i padroni di casa, in ripartenza, a creare delle potenziali occasioni per il 2-0, non sfruttate. Nel finale il mini-assedio romanista produce un calcio di punizione dal limite dell’area: la conclusione di Pjanic si spegne sul fondo. Vince ancora, così, la Juventus, che con quella di stasera centra l’undicesima vittoria consecutiva in campionato, tredicesima di fila tra Serie A e Coppa Italia; i bianconeri con questi tre punti salgono a quota 45 in classifica, riportandosi a -2 dalla capolista Napoli. Alla Roma, invece, resta una partita ordinata e, tutto sommato, senza particolari sbavature, ma con poche, troppo poche iniziative offensive; in graduatoria lupi a 35 punti, a -6 dal terzo posto.

Pierluigi de Ascentiis

Potrebbe interessarti