Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Liga Portugal: Continua la marcia del Benfica, Braga zona Champions

di Marco SIMONELLI

Continua la marcia inarrestabile di Benfica e Porto che vincono anche dopo la sosta contro Estoril e Nacional. Subito dietro il Braga si conferma terza forza del campionato, mentre è crisi nera per lo Sporting.

Benfica

IN VETTA NIENTE DI NUOVO – Non sembra aver risentito della lunga sosta il Benfica che inizia il 2013 così come aveva finito l’anno passato, stravincendo. Sul difficile campo dell’Estoril le Aquile non accennano al minimo calo e portano a casa i tre punti senza troppa difficoltà. Il gol che apre il match arriva al 37’, dopo che Cardozo aveva calciato malamente a lato la più facile delle occasioni, grazie alla perla di Gaitan, che beffa Vagner con un colpo di tacco al volo. In campo c’è una squadra sola e il dominio viene legittimato nella ripresa con i gol di Lima e Salvio. Nel finale di partita una presa sbagliata di Artur permette a Gonçalo di segnare il gol della bandiera dei Canarinhos.

Aspettando il recupero del match con il Vitoria Setubal il Porto non perde ulteriore terreno dal Benfica, vincendo con il minimo scarto contro un Nacional inesistente. Il gol dopo venti minuti di Jackson Martinez sembra il preludio alla goleada ma le parate di Vladan impediscono ai Dragoes di segnare il gol della sicurezza. Il portiere degli Alvinegros è bravissimo a sventare le occasioni capitate sui piedi di Jackson e James Rodriguez nel primo tempo e quelle di Defour e Lucho Gonzalez nella ripresa, mantenendo il passivo a un solo gol.

BRAGA SEMPRE PIU’ CHAMPIONS – Sempre più saldamente al terzo posto troviamo lo Sporting Braga, vittorioso contro il fanalino di coda Moreirense. La partita è molto equilibrata e per risolverla serve unagrande giocata a inizio ripresa: il bel tiro di Ismaily si infrange sulla traversa e finisce nella zona di Eder che di testa non ha difficoltà a spingere la palla in rete.

Continua, anche dopo la pausa natalizia, il periodo positivo del Pacos de Ferreira che batte uno Sporting sempre più in difficoltà e allunga la sua striscia positiva a otto risultati utili consecutivi. A Lisbona i padroni di casa provano a fare la partita, vanno vicini al gol con Wolfswinkel e Diego Capel ma vengono messi in grande difficoltà dalle ripartenze dei Castori. È proprio da una di queste che al 45’ nasce il gol partita di Hurtado che regala i tre punti al Pacos.

EUROPA IN VISTA – Rimangono leggermente attardate Rio Ave e Vitoria Guimaraes, fermate da Olhanense e Gil Vicente. L’Olhanense porta a casa l’intera posta nella difficile sfida sul campo del Rio Ave e si avvicina in classifica a questo gruppetto a caccia dell’Europa League. Dopo una prima parte di gara tutta di marca bianco-verde sono gli ospiti a passare clamorosamente in vantaggio a venti dal termine con il colpo di testa di Targino. Nel finale le espulsioni di Rui Duarte e Vasco aprono la strada alla possibile rimonta del Rio Ave, ma il portiere Bracali è bravissimo a chiuderla sul colpo di testa ravvicinato di Diego Lopes e a salvare il risultato.

Noioso pareggio senza reti invece tra Gil Vicente e Guimaraes, con i rispettivi attacchi che non riescono a sfruttare al meglio le poche occasioni a loro disposizione.

PICCOLI MOVIMENTI IN CODA – Agli stessi punti dell’Olhanense troviamo Maritimo e Beira-Mar, che pareggiano tra loro e perdono una buona occasione di entrare in zona Europa. Al gol ospite di inizio ripresa di Serginho risponde cinque minuti dopo Fidelis, portando la gara sull’1 a 1 finale.

Vittoria importantissima per l’Academica che batte il Vitoria Setubal nella sfida salvezza e si porta fuori dalle zone basse di classifica. I gol di Sam e due volte Edinho, tutti di testa, chiudono la partita già nel primo tempo ma Cristiano e Meyong, su rigore, sembrano poterla riaprire a dieci dal termine. Le ultime speranze del Setubal vengono però spente dal terzo gol personale di Edinho che chiude il match sul definitivo 4 a 2.

Potrebbe interessarti