Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Liga Portugal: Il Porto pareggia, il Benfica vede il titolo

di Marco SIMONELLI
Twitter: @marsimonelli

Il Porto subisce un altro stop inaspettato e vede scappare i rivali del Benfica, che ora comandano la classifica con quattro lunghezze di vantaggio. I dragoni si fanno rimontare da un buon Maritimo mentre le aquile stravincono contro il Guimaraes. Il Braga, dopo aver riottenuto il terzo posto, continua a vincere ma deve guardarsi le spalle da un Pacos che rimane a un punto di distanza.

Benfica-al-comando

ALTRO STOP PER IL PORTO, IL BENFICA VOLA A + 4 – Rio Ave, Olhanense, Sporting, Maritimo, Estoril: sono queste le squadre a cui deve affidarsi il Porto per sperare di arrivare allo scontro diretto contro il Benfica con la possibilità di sorpassarlo. E sì, perché la ventitreesima giornata di Primeira Liga ci lascia con un Porto distante dalla capolista ben 4 punti dopo il pareggio contro il Maritimo. Le scorie dell’eliminazione in Champions League sembrano farsi sentire soprattutto dal punto di vista psicologico e si ripercuotono in campionato. Gli uomini di Vitor Pereira tengono in mano il pallino del gioco ma concedono molto agli avversari. Il gol di James Rodriguez illude i biancoblu che vengono ripresi subito dalla rete di Suk.Da qui in avanti salgono sugli scudi i due portieri. Prima Helton sbarra la strada a Heldon, poi Salin para il rigore di Jackson che avrebbe potuto riportare il Porto in vantaggio. A venti dal termine poi il portiere del Maritimo si supera ancora sul colpo di testa ravvicinato del colombiano, spegnendo ogni speranza di vittoria del Porto. I dragoni dovranno dunque sperare in un passo falso del Benfica per potersi riavvicinare in vista dello scontro diretto. Passo falso che appare molto difficile, vista la solidità e la concretezza che la capolista dimostra partita dopo partita. Contro il Guimares le aquile sanno che hanno un match-ball fondamentale per chiudere il campionato e non lo falliscono, imponendosi con un netto 4 a 0. Il rigore di Cardozo apre le marcature e l’espulsione dopo un’ora di Kanu facilita il compito agli Encarnados. I gol di Garay e Salvio chiudono la gara e nei minuti di recupero Rodrigo cala il poker. Il Benfica ha tutte le carte in regola per arrivare fino alla partita con il Porto mantenendo la stessa distanza in classifica, nonostante debba anche affrontare una competizione dispendiosa come l’Europa League.

IL BRAGA VINCE, IL PACOS NON PERDE TERRENO – In lotta per l’ultimo posto Champions troviamo sempre Braga e Pacos Ferreira. Gli Arsenalistas vincono nel finale contro il Gil Vicente e mantengono il terzo posto. Al gol del primo tempo di Hugo Viana risponde nella ripresa Vieira. All’80’ però, in due minuti, il Braga si porta sul doppio vantaggio con le reti ancora di Viana e di Ze Luis. Ad un punto di distanza continua ad inseguire il Pacos che passa sul campo dell’Olhanense. La doppietta di Manuel Jose, intramezzato dall’autogol di Nuno Santos, permette ai castori di guadagnare tre punti fondamentali per non perdere terrenodaquel sogno chiamato Champions League.

L’ESTORIL RAGGIUNGE L’EUROPA, NACIONAL E SPORTING VERSO LA SALVEZZA –Poco dietro l’Estoril supera il Rio Ave al quinto posto e si aggiudica momentaneamente la qualificazione in Europa League. I Canarinhos vincono per 2 a 0 contro l’Academica grazie ai gol di Lica ed Eduardo, mentre il Rio Ave viene sconfitto dal Moreirense che passa grazie a un gol di Filipe. Nacional e Sporting guadagnano punti importanti per la salvezza. I primi pareggiano con il Beira-Marnonostante l’inferiorità numerica,riuscendo a portarsi sul 2 a 2 finale grazie alla doppietta di Mateus. I secondi invece vincono contro il Vitoria Setubal grazie all’autogol di Amoreirinha e al rigore trasformato da Labyad, che rendono inutile il gol di Makukula.

Potrebbe interessarti