Trionfo Napoli in Scozia, disastro Juve e tris per il Milan

Milan e Napoli si scatenano. Male la Juventus che viene rimontata dal Benfica. Pari per Chelsea, Shakhtar e Siviglia. Vincono Real, City e PSG.

0 Shares

L’addio di Insigne, Mertens e Koulibaly sembrava avesse indebolito il Napoli che ora invece grazie agli ottimi investimenti fatti durante l’estate si gode il primato sia in campionato che in Europa. Dopo i primi 45′ più o meno equilibrati, nel secondo complice la doppia ammonizione dello statunitense James Sands, gli azzurri ne approfittano e dopo 2 rigori ripetuti e parati a Zielinski per un’irregolarità commessa dai Rangers durante il tiro dagli 11 metri, non sbagliano il terzo con Politano che apre la partita. Seguono Raspadori con il suo primo gol in Champions dopo quello di sabato pomeriggio in campionato contro lo Spezia (uno due vincente con Mathias Olivera), e Ndombele al 90+1′. In Scozia all’Ibrox Stadium termina quindi 3-0 per il Napoli contro il Rangers. La formazione allenata da Spalletti vola prima a punteggio pieno. Secondi a pari merito Liverpool e Ajax.

Embed from Getty Images

Un vero e proprio disastro quello avvenuto all’Allianz Stadium con la Juventus protagonista in negativo contro il Benfica. I bianconeri dopo aver perso a Parigi, steccano anche la partita casalinga facendosi rimontare dai portoghesi 2-1. La “vecchia signora” sembrava fosse partita con il piede giusto dopo il lampo di Milik a soli 4 minuti dal calcio d’inizio, salvo poi abbandonarsi all’avversario. Troppo gli spazi concessi dalla squadra di Allegri dopo il vantaggio del polacco. Con 0pt in classifica e ben 6 punti di distacco dalle prime due, adesso incomincia a farsi veramente dura con il discorso qualificazione tutto in salita. Joao Mario al 43′ su calcio di rigore e David Neres al 55′ sulla respinta del portiere Perin mettono la firma sulla dodicesima vittoria consecutiva del Benfica. Vittoria in rimonta anche per il PSG in trasferta contro il Maccabi Haifa per 3-1. A segno il tridente da sogno formato da Messi, Mbappè e Neymar.

Embed from Getty Images

Il Milan cala il tris nel pomeriggio contro la Dinamo Zagabria. A San Siro termina 3-1 per i rossoneri grazie alle reti di Giroud allo scadere dei primi 45′ sul tiro dal dischetto, Saelemaekers a inizio del secondo e al centrocampista 23enne Pobega cresciuto nelle giovanili dove dopo i vari prestiti sperava un giorno di tornare in pianta stabile nel suo Milan. Complice il pareggio in serata tra Chelsea e Salisburgo allo Stamford Bridge di Londra, sono i rossoneri a comandare soli la classifica a quota 4pt, seguono la Dinamo a 3, il Salisburgo a 2 e il Chelsea a 1 che nonostante l’esonero di Tuchel non è riuscito a battere in casa gli austriaci.

Embed from Getty Images

Il Manchester City la ribalta con l’ex della gara Erling Haaland autore di un eurogol. All’Etihad Stadium termina 2-1 in favore dei Citizens contro il Borussia Dortmund. Dopo essere passati in svantaggio al 56′ con il colpo di testa di J. Bellingham infilatosi tra la difesa, la squadra di Guardiola la rimonta in soli 4 minuti. John Stones prima, con un siluro dal limite dell’area e il fenomeno Erling Haaland dopo con un’acrobazia al volo di esterno sinistro mettono ko i tedeschi. City che con questa vittoria si prende il primato in classifica, segue il Dortmund a 3pt e solo un punto per Copenaghen e Siviglia che in serata hanno pareggiato 0-0.

Embed from Getty Images

Infine dopo un primo tempo in ombra da parte dei campioni d’Europa in carica e un paio di occasioni sbagliate dal Lipsia, il Real Madrid la sblocca al’80’ e la vince con Valverde e Asensio. Nessun punto guadagnato invece dai tedeschi del Lipsia che scivolano all’ultimo posto pur avendo cambiato tecnico. Termina 1-1 invece al Polish Army tra Shakhtar e Celtic con gli ucraini secondi a quota 4 gli scozzesi a quota 1.

Embed from Getty Images
Avatar
Ludovica Licitra

Champions League