Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
Serie B

Il Sassuolo si ferma ancora, il Livorno adesso sogna davvero

di Marco SIMONELLI
Twitter: @marsimonelli

È ancora rimandata la festa promozione del Sassuolo che pareggia contro il Lanciano e vede avvicinarsi Verona e Livorno, vincenti per 3 a 0 contro Juve Stabia e Brescia.L’Empoli tiene vivo il discorso play off, trascinando con sé altre due squadre.Nell’ultima giornata saranno decisive Sassuolo-Livorno e Verona-Empoli. Così come sarà decisiva l’ultima gara per capire quali saranno le due squadre che retrocederanno insieme a Grosseto e Pro Vercelli e se ci saranno i play out.

Livorno
Livorno

IL SASSUOLO SPRECA UN’ALTRA POSSIBILITA’. SI AVVICINANO VERONA E LIVORNO – Il Sassuolo fallisce il terzo match point consecutivo per la promozione e ora rischia, anche se la possibilità è molto remota, di dover disputare i play off. Nella sfida contro il Lanciano i neroverdi si ritrovano subito sotto con il gol di Vastola, ma riescono a ribaltare una gara che stava diventando difficile grazie alle giocate di Berardi. Il gioiello classe ’94 regala il pari con una punizione pennellataprima del gol del vantaggio diChibsah.Ma ancora una volta, quando la festa sembrava imminente, arriva il gol avversario che rovina i piani degli emiliani. Questa volta è Piccolo con un bel tiro a giro a rimandare la promozione, distante ormai un solo punto. Ma nella prossima giornata al Braglia arriva il Livorno, desideroso più che mai di centrare la promozione diretta. Al Sassuolo potrebbe bastare anche la sconfitta se nell’altro incontro decisivo, quello tra Verona ed Empoli, i gialloblù avessero la meglio sugli avversari.Verona e Livorno che non mollano niente e dunque si avvicinano ulteriormente alla capolista grazie alle vittorie per 3 a 0 contro Juve Stabia e Brescia. L’Hellas si aggrappa al nuovo capocannoniere del campionato per battere le vespe stabiesi, quel Cacia che con una doppietta arriva a quota 24 reti e mette al sicuro il risultato. Nel finale arriva anche il sigillo di Martinho a completare la festa scaligera. Contro l’Empoli al Verona basteranno due risultati su tre per la promozione. Il Livorno arriva dunque all’ultima gara del campionato con la possibilità di giocarsi la promozione diretta proprio contro la squadra di Di Francesco. Nell’anticipo del venerdì contro il Brescia è Belingheri il vero mattatore del match, bravo a sfruttare due tap in per portare sul doppio vantaggio i suoi dopo un buon inizio delle rondinelle. A chiudere i giochi ci pensa Dionigi con un destro rasoterra. Gli ultimi 90’ saranno decisivi per determinare chi andrà in paradiso, se ci sarà e chi passerà dal purgatorio e chi rimarrà un altro anno all’inferno.

EMPOLI A CACCIA DI PLAY OFF – L’Empoli continuadunque la sua marcia straordinaria alla caccia delle tre là davanti, vincendo anche contro il Cittadella e mantenendo aperti i play off in attesadell’ultima garacontro il Verona che potrebbe decidere la stagione. I toscani riescono a sbrogliare una gara strana solo nel secondo tempo, quando Maccarone colpisce la traversa e Croce insacca di testa il gol vittoria. Per il Citta sarà decisiva l’ultima gara contro l’Ascoli per non rischiare i play out. Consolida e conferma la sua posizione nella zona play off il Novara che vince contro la Pro Vercelli e consegna il suo destino nelle mani dell’Empoli in vista dell’ultima giornata. Nel derby piemontesesono le bianche casacche a passare in vantaggio con il tiro-cross di Scaglia ma vengono ripresi e superati dalle reti di Lazzari e Libertazzi.

LA REGGINA VINCE E ALLONTANA I PLAY OUT. VICENZA E ASCOLI RISCHIANO – Tra Bari e Cesena in palio c’era solo la gloria, tra due squadre che non devono chiedere più niente al campionato. Finisce 2 a 1 per i galletti, che vanno sotto con Morero, rischiano di subire il raddoppio con il rigore di Succi parato da Pena e ribalta la gara con Caputo e Ceppitelli. Il Bari senza penalizzazione sarebbe ora in zona play out. Gara senza troppe pretese anche quella tra Padova e Spezia, con gli spezzini che guadagnano la salvezza grazie al pareggio per 1 a 1. Al gol di Zé Eduardo risponde nella ripresa Di Gennaro.Si fa avvincente la lotta per non retrocedere, con l’ultima giornata che risulterà decisiva. La vittoria della Reggina contro il Grosseto per ora annulla la possibilità dei play out, con Vicenza e Ascoli distanti più di 5 punti dal Cittadella. Gli amaranto passano contro l’ormai retrocesso Grosseto grazie alla punizione di Di Michele a fine gara, compiendo un gran balzo in avanti in classifica. Vince anche il Vicenza contro il Modena (gol di Mustacchio) e aggancia l’Ascoli che pareggia contro la Ternana. Nell’ultima giornata gli scontri diretti tra Vicenza e Reggina e tra Cittadella e Ascoli determineranno le posizioni di coda.

Potrebbe interessarti