Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

La Roma passa anche a Udine, la Fiorentina si ferma, rimonta Genoa

S’infiamma la lotta al terzo posto; la 29^ giornata del campionato di Serie A, dopo il successo in anticipo dell’Inter di Mancini, regala i tre punti anche alla Roma di Spalletti, corsara a Udine grazie a Dzeko e Florenzi, ma non alla Fiorentina, fermata clamorosamente in casa dal fanalino di coda Verona (1-1: a Zarate replica Pisano). Vittorie importantissime in chiave salvezza per il Genoa (3-2 al Toro a Marassi) e per il Carpi (2-1 al Frosinone). Pari a reti bianche per il Milan.

Dopo lo scialbo 0-0 nel lunch-match del Bentegodi tra Chievo e Milan, il 29^ turno del campionato di Serie A si riscatta con le sfide delle ore 15 decisamente più divertenti ed appassionanti. Divertente ed appassionante continua ad essere la corsa al terzo, ambitissimo, posto della classifica; dopo la vittoria dell’Inter nell’anticipo del sabato (2-1 al Bologna), risponde colpo su colpo la Roma di Luciano Spalletti, che si sbarazza senza troppi problemi dell’Udinese, centrando l’ottava vittoria consecutiva in campionato; i giallorossi di Spalletti, passano alla Dacia Arena, con un gol per tempo firmati Dzeko e Florenzi; per la rete del vantaggio capitolino non bisogna aspettare molto: siamo, infatti, appena al 13’ minuto del primo tempo, quando su un bell’assist di prima intenzione di Salah, il bosniaco numero 9 si fa trovare pronto all’appuntamento, infilando, dall’interno dell’area di rigore, l’incolpevole Karnezis, con un preciso rasoterra all’angolino. Lo 0-2, come accennato qualche riga più sù, porta la firma di Alessandro Florenzi, che alla mezz’ora della ripresa, controlla in area, salta un avversario con un delizioso tocco sotto e infila di giustezza alle spalle dell’estremo friulano; nel finale i padroni di casa accorciano le distanze con Bruno Fernandes, ma la sostanza non cambia: con questa vittoria Roma nuovamente a +5 sull’Inter e, ora a +5 anche sulla Fiorentina, stoppata al Franchi dall’orgoglioso Verona di Delneri; la sfida tra viola e scaligeri termina 1-1: all’ex Lazio e West Ham Mauro Zarate, perfetto a cinque minuti dalla fine del primo tempo a finalizzare al meglio un sublime assist dalla destra del canterano ex Barcellona Tello, risponde a quattro dal 90’ Eros Pisano.

Spettacolare e importantissima vittoria in chiave salvezza quella del Genoa di Giampiero Gasperini, che a Marassi prima va sotto di due gol (doppietta di Immobile nei primi 15 minuti della prima frazione), poi prima pareggia, con la doppietta dagli undici metri di Cerci e infine, nel secondo tempo, completa la rimonta grazie al bel colpo di testa spalle alla porta di Rigoni. I liguri salgono, così, a 34 punti, sorpassando proprio il Toro di Ventura, in 12.a posizione, a +8 sul terzultimo posto.

Altrettanto importante e prezioso il successo casalingo del Carpi, che al Braglia di Modena, supera per 2-1 il Frosinone di Stellone; ad aprire le danze al 27’ del primo tempo è Bianco, molto bravo nell’occasione a infilare il portiere ciociaro in scivolata; nel secondo tempo gli ospiti a caccia del pari alzano il baricentro, e al 26’ riescono a trovare la via dell’1-1 con Dionisi, lesto a raccogliere una palla vagante in area emiliana sugli sviluppi di un calcio piazzato dalla trequarti; a decidere il match in favore della formazione di Castori è, esattamente all’ultimo minuto di gioco, il calcio di rigore di De Guzman, assegnato dal direttore di gara per fallo di Soddimo su Crimi. Con questi tre Carpi, ora, a 25 punti in graduatoria, a -1 dal Frosinone e a -2 dal Palermo quartultimo, impegnato in serata in uno dei due posticipi contro il Napoli (l’altro è Lazio-Atalanta).

Pierluigi de Ascentiis

Potrebbe interessarti