Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Serie A: Riflettori puntati su Milan-Juventus, il Napoli non può più sbagliare

Dopo la tre giorni di Coppe torna la Serie A con la 32° giornata. Riflettori puntati sul big-match Milan-Juventus

Il lungo week-end di campionato si apre Sabato alle 15 con Frosinone-Inter: la squadra di Stellone andrà a caccia di preziosi punti salvezza, contando sul fatto che l’81,5% dei suoi punti attuali sono stati conquistati proprio in casa e che l’ultima vittoria in trasferta dei nerazzurri risale al 6 gennaio. Alle 18 Sassuolo-Genoa: i cinque precedenti tra le due formazioni, con un pareggio e due vittorie a testa, testimoniano un perfetto equilibrio, ma in quest’occasione gli emiliani, che in casa hanno sempre dato il meglio contro i genovesi, sono favoriti. Solo la Roma e la Juventus hanno conquistato più punti di Sassuolo (13) e Genoa (12) nelle ultime sei giornate. Sempre alle 18 scendono in campo Chievo-Carpi: sfida che può diventare decisiva per le sorti degli emiliani. Sabato sera, invece, i riflettori saranno puntati su San Siro, dove il Milan accoglierà la capolista per il big match del 32° turno: la Juve è uscita vincitrice dagli ultimi sei scontri con i rossoneri e ha vinto 13 dei 14 match di campionato giocati nel 2016, mettendo a segno ben 28 reti e subendone solamente due. Con due pareggi e cinque vittorie, Massimiliano Allegri è rimasto imbattuto in sette sfide di Serie A contro Sinisa Mihajlovic.

Nel lunch match domenicale il derby toscano, con la Fiorentina che, contro l’Empoli, darà il massimo per infastidire la Roma e non accontentarsi dell’Europa League. L’Empoli ha vinto solo due dei 17 match giocati contro i viola, riportando l’ultimo successo nel settembre 1997, ed è la squadra che ha raccolto meno punti in Serie A dall’inizio del 2016, ovvero nove. Alle 15 il Napoli, momentaneamente orfano di Higuaín, non può permettersi di sbagliare contro il Verona: i due club non concludono uno scontro di campionato in pareggio dal 1988 e da allora i successi dei partenopei ammontano a 12, mentre quelli dei gialloblu sono stati 3.  La Sampdoria cercherà di mettere k.o. l’Udinese, che non vince in trasferta dallo scorso dicembre, il Torino proverà a piegare l’Atalanta, che ha perso sette degli ultimi dieci incroci con i granata, i quali, dal canto loro, non soccombono di fronte ai bergamaschi dall’aprile 2007.

In serata il Palermo – autore di un’unica rete nelle ultime quattro gare disputate casa – ospiterà la nuova Lazio di Simone Inzaghi che, dopo il caos post derby cercherà di tornare alla vittoria. Infine, nel posticipo del lunedì si affronteranno Roma e Bologna. I giallorossi hanno perso solo uno degli ultimi 14 incroci con gli emiliani e risale addirittura al dicembre 1999 l’ultima volta in cui la formazione della capitale non è riuscita a trovare la via del goal: da allora la Roma ha realizzato 49 reti in 24 partite.

Potrebbe interessarti