Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
Serie B

Serie Bwin, il Sassuolo manca la fuga !

Di Leonardo FRANCESCHINI

Giunti al 15° turno di Bwin la capolista Sassuolo, scesa in campo Domenica alle 12.30, spreca uno dei primi match-point della stagione non andando oltre il pari a Brescia. L’occasione ghiotta per i neroverdi era stata servita su un piatto d’argento dall’Hellas, fermato dal Cesena al “Bentegodi”. Il Livorno invece, vittorioso per 2-0 sul Varese, è stato abile e pronto a sfruttare lo stop del Verona raggiungendo gli stessi gialloblu in seconda posizione. Da sottolineare la grande prova della Juve Stabia che passando per 3-2 al “Picco” di La Spezia, si è stabilita al quarto posto. 

SASSUOLO ED HELLAS FERMATE SULL’1-1; BELINGHERI E SILIGARDI METTONO LE ALI AL LIVORNO. Venerdì, alle 20.45, al “Bentegodi” di Verona si era aperta la 15° giornata della serie cadetta con l’incontro tra i padroni di casa dell’Hellas ed un Cesena che arrivava in Veneto con poche pretese. Un match che, come detto, prima del via sembrava senza storia, è iniziato esattamente come si pensava: Rivas in goal al 16’ e gialloblu in vantaggio dopo pochi minuti. Poi qualcosa è iniziato a non quadrare, il Verona attaccava, come era lecito presumere, ma senza risultati, senza raddoppiare. Il calcio non è una scienza esatta, questo è certo, ma non si può trascurare la vecchia regola del “goal sbagliato, goal subito” che nove volte su dieci viene confermata. Così è successo anche Venerdì: Damjan Djokovic (omonimo del tennista) al 53’ ha pescato il jolly dalla distanza ed il Cesena se n’è andato da Verona con un punto tanto inatteso quanto importante. Adesso facciamo un salto in avanti ed andiamo all’unica partita in programma Domenica: Brescia-Sassuolo. In un inconsueto “launch-match” di Bwin cominciato alle 12.30, nessuna delle due squadra protagoniste è stata in grado di prevalere sull’avversaria e la gara si è risolta in un nulla di fatto. Un pareggio pesante, per il Sassuolo, meno per il Brescia che invece può vedere all’1-1 odierno con serenità vista la portata dei rivali guidati da Di Francesco. Il botta e risposta sul tabellino del match è stato affidato a Boakye e Corvia; il giovane attaccante del Sassuolo era andato a segno al 26’, tre minuti prima del bomber delle “rondinelle” Daniele Corvia. In tutto questo, come si suol dire: tra i due litiganti il terzo gode; e dopo aver individuato in Sassuolo e Verona i due litiganti, vi presentiamo anche il “terzo incomodo”, la squadra che gode: il Livorno. I toscani, ieri pomeriggio, si sono rivelati finalmente cinici e spietati non facendosi sfuggire l’occasione di rubar punti ed agganciare i diretti rivali inciampati con il Cesena. Il Varese è stato palesemente messo alla corde dagli amaranto che con Berlinghieri in apertura, al 12’, e Siligardi sul finale, esattamente al 90+1’, hanno liquidato Neto e compagni.

JUVE STABIA CORSARA A LA SPEZIA; PARI PER IL MODENA; PADOVA TRAVOLGENTE CON IL CITTADELLA. Alle spalle del trio Sassuolo-Livorno-Hellas, delle quattro che c’erano lo scorso turno (Juve Stabia, Cittadella, Modena e Brescia), ne rimane solo una: la Juve Stabia. Le vespe campane infatti si sono imposte per 3-2 sullo Spezia, al “Picco”, nella tana delle aquile liguri. Due le doppiette, una per parte: quella di Sansovini per i padroni di casa e di Danilevicius per i gialloneri. Il goal decisivo porta invece la firma di Dicuonzo ed è stato siglato addirittura all’87’. Ieri si è fermato anche il Modena che in casa si è trovato davanti un’agguerrito Ascoli capitanato dal solito Zaza, a segno anche in quest’occasione. All’attaccante bianconero al settimo centro stagionale, per il Modena ha risposto Pagano, al 44’. La gara si è poi protratta fino al triplice fischio sull’1-1 e si è dunque conclusa in parità. Contemporaneamente alla partita del “Braglia”, sempre nel pomeriggio di Sabato, si è giocato il derby veneto tra Padova e Cittadella. Il “Citta” si è presentato forse per la prima volta allo scontro con gli acerrimi rivali bianco-rosso scudati (Cittadella è in provincia di Padova e dista poco più di 30km dalla stessa) potendo vantare un clamoroso +4 in classifica. Il Padova però, stavolta, non ha fatto prigionieri. La squadra di Pea, evidentemente più forte negli undici, si è imposta per 3-1 affidandosi alla giornata di grazia di Raimondi, due goal per lui (89’ e 90+5’), ed al solito Cutolo, puntuale nel siglare l’1-0 dopo quattro minuti dal fischio d’inizio. L’unica rete del Cittadella è di Giannetti.

BARI A VALANGA. BENE CROTONE ED EMPOLI, IL VICENZA TORNA ALLA VITTORIA. REGGINA-TERNANA SI ANNULLANO. Il Bari passa per 3-0 a Lanciano e torna a vincere dopo tre sconfitte consecutive. Leali, il portierone della Virtus in prestito dalla Juve, si è visto trafiggere prima da Sciaudone, al 30’, e successivamente da Caputo, per ben due volte, al 34’ su azione ed ancora nella ripresa, ma stavolta dagli undici metri. Successo anche per il Crotone, che s’impone per 2-0 a Vercelli, lontano dallo “Scida”, una rarità per gli squali rossoblù alla prima vittoria esterna stagionale. Per fare risultato in casa della Pro sono bastate le marcature di Migliore e Torromino. Giornata positiva anche per l’Empoli di “Ciccio” Tavano che si è fatto beffa del Grosseto ultimo in classifica in uno dei derby toscani di questa Bwin. Eppure per gli ospiti sembrava essersi messa bene, già al secondo minuto, in seguito al vantaggio targato Lupoli. Ma il goal così precoce del Grosseto ha sortito un’effetto boomerang facendo infuriare Tavano&Co: lo stesso Tavano infatti, al 47’, ha pareggiato i conti per poi chiuderli al 61’ portando i suoi sul 3-1- Tra una rete e l’altra dell’ex Roma e Valencia, tra le altre, aveva segnato Moro, sempre per l’Empoli. A venti minuti dalla fine Antonazzo accorciando le distanze ha provato invano a ridare speranza ad un Grosseto sempre più nei guai. Torna a sorridere anche il Vicenza al quale mancava la vittoria da ben sette giornate. I vicentini hanno superato il Novara, per 2-1, in rimonta. Faragò del Novara aveva sbloccato il match al 21’ portando avanti gli azzurri; nella ripresa i sigilli del Vicenza di Castiglia e Gentili, arrivati nello spazio di sette minuti, dal 62’ al 69’. Chiudiamo il resoconto di questa 15° giornata di Bwin riportandovi quanto accaduto a Reggio Calabria, tra Reggina e Ternana. In una partita nervosa, finita con un’espulso per parte (entrambi i rossi nel primo tempo), gli ospiti del Ternana si era portati dapprima il vantaggio, al 66’, con Maniero, per subire poco più tardi la rete di Viola che ha fissato il punteggio sull’1-1 finale.

 

Per vedere i goal e le migliori azioni della Bwin o per consultare la classifica:

http://seriebwin.it/home

Potrebbe interessarti