Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Calciomercato: Il PSG piomba su Sneijder, Pastore gela le milanesi

L’avventura di Sneijder sembra essere arrivata davvero al capolinea. Il PSG è la prima squadra che si è fatta viva per l’olandese. Sempre da Parigi, Pastore gela tutti:”Voglio restare qui”

Il PSg piomba su Wesley Sneijder

SIRENE DA PARIGI – Ebbene ora la storia tra l’asso olandese e la società nerazzurra sembra essere arrivato a quel capolinea che fino a poche settimane fa nessuno poteva immaginare. Lo strappo dovuto alla richiesta dell’Inter di rinnovare spalmando il suo sontuoso ingaggio non sembra ricucibile e c’è già chi è pronto ad approfittarne. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport infatti, il PSG starebbe preparando l’assalto decisivo a Sneijder. Il club parigino, che punta ad anticipare il Manchester United, sarebbe pronto a mettere sul tavolo 12 milioni cash per l’Inter, e 6,5 milioni annui per il giocatore per le prossime tre stagioni e mezza. Un eventuale accordo potrebbe scatenare una reazione a catena che porterebbe l’Inter a fiondarsi su un obiettivo di vecchia data: Paulinho. I soldi ricevuti dalla cessione di Sneijder, verrebbero quindi utilizzati per provare a prendere il centrocampista del Corinthians.

PASTORE ALLONTANA LA CESSIONEJavier Pastore è un talento dalla classe cristallina e nonostante al PSG non abbia ancora fatto vedere quelle che sono le sue reali qualità, in Serie A nessuno si è dimenticato di cosa sia capace. Per questo motivo, nelle ultime settimane, si sono intensificate le voci relative ad un possibile interesse da parte di Inter e Milan. Nel caso dei nerazzurri, potrebbe rientrare nell’affare che porterebbe Sneijder a Parigi, i rossoneri punterebbero invece ad un prestito fino a fine stagione. Pastore, dal canto suo, ha fatto già sapere quali sono le sue intenzioni: “Mi rende felice sapere che ci sono grandi club che si sono interessati a me, evidentemente vuol dire che sto lavorando bene. La cosa però non mi scompone perchè io sto molto bene a Parigi e non ci sono possibilità che vada via. Non sto attraversando un momento facilissimo ma non è questa una ragione per lasciare il mio club”.

Potrebbe interessarti