Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Copa Sudamericana: Finale con rissa e pistole, dura solo un tempo

Conclusione pazzesca della Copa Sudamericana: il Tigre, aggredito tra il primo e il secondo tempo, non scende più in campo. In Argentina si grida allo scandalo, intantoi ll San Paolo è campione.

Copa-Sudamericana

Il San Paolo e’ stato incoronato campione della Coppa Sudamericana, vincendo per 2-0 una finale sospesa dopo il primo tempo, a causa di una rissa scoppiata in campo tra i giocatori brasiliani e quelli argentini del Tigre. Ma i fatti piu’ gravi, a quanto sembra, sono accaduti negli spogliatoi. Come ha affermato un rappresentante della Confederazione Sudamericana di Calcio (Conmebol) alla televisione brasiliana, dopo gli incidenti violenti, che apparentemente sono proseguiti negli spogliatoi durante l’intervallo, la squadra argentina si e’ rifiutata di ritornare in campo, ed il San Paolo e’ stato cosi’ dichiarato campione.

L’escalation di violenza e’ iniziata nei minuti finali del primo tempo di una partita che fino a quel momento sembrava essere semplicemente una sfida di pallone, davanti ad un pubblico entusiasta di quasi 70.000 persone nello stadio Morumbi’. Dopo il pareggio per 0-0 nella partita di andata in Argentina, il San Paolo ha iniziato la gara subito all’attacco andando a segno gia’ al 23′ con un destro di Lucas, gia’ acquistato dai francesi del Paris Saint Germain. Cinque minuti piu’ tardi, Lucas con un lancio in profondita’ ha servito l’attaccante Osvaldo che con un pallonetto ha portato a due le reti di vantaggio per i brasiliani.

[vsw id=”QZ52EpuVd3o” source=”youtube” width=”550″ height=”340″ autoplay=”no”]

Potrebbe interessarti