Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Eredivisie: Psv-Twente, due club al comando

Di Leonardo FRANCESCHINI

In Olanda, con la 18° giornata, s’è concluso il girone d’andata. Il campo ha decretato risultati tutto sommato attesi, di certo non sorprendenti: Twente e Psv hanno stravinto in trasferta, il Vitesse ha subito la seconda sconfitta nelle ultime tre, il Feyenoord, grazie ad una doppietta di Pellè (vicecapocannoniere del campionato con 14 centri), ha conquistato i tre punti contro un dignitoso Groningen. Ha deluso, invece, l’Ajax, incapace di andare oltre lo 0-0 sul pur difficile campo dell’Utrecht. 

TRIS DEL TWENTE ALL’AZ, IL PSV RADDOPPIA: 6-1 AL NAC ! UTRECHT-AJAX A RETI BIANCHE. L’ultimo turno del girone d’andata si era giocato il Venerdì, ad Alkmaar. Il Twente ci arrivava da capolista, già consapevole di poter mettere pressione al Psv sconfiggendo l’Az. Questo fattore deve aver influito sull’undici di McClaren, teso e contratto in avvio per poi distendersi ed acquisire il completo controllo del gioco nella ripresa quando sono arrivati anche i gol di Chadli (47’, 82’) e Castaignos (75’). Il Psv sotto pressione ? Quale pressione ? Sembra proprio che i giocatori guidati da Advocaat nel corso di queste diciotto partite abbiano ereditato dal proprio allenatore la freddezza glaciale, la cattiveria agonistica tipica del “Generale Dick”, riuscendo addirittura ad affinarla. Il 6-1 sul campo del Nac risulta una concreta riprova di quanto detto: letale, cinico ed anche bello da vedere: questo è il Psv. Al festival del gol in quel di Breda hanno partecipato con gioia Wijnaldum, Zanka, Narsingh, Locadia e Lens, quest’ultimo con una doppietta. La prima posizione, fino al 19 Gennaio (quando tornerà la Eredivisie), rimarrà condivisa da Twente e Psv. Alle loro spalle, meno vicino della scorsa settimana, continua ad esserci l’Ajax, scivolato da -1 a -3 avendo ottenuto un solo punto ad Utrecht. Infatti, nella complessa trasferta ad Utrecht, i “Lancieri” non sono stati in grado di riportare a casa il bottino pieno. Allo stesso modo i padroni di casa si sono rivelati particolarmente inoffensivi. Lo 0-0 è la risultanza quasi matematica dell’atteggiamento mostrato dai 22 in campo.

PELLE’ FA SOGNARE IL FEYENOORD, PER IL VITESSE SIAMO GIA’ AI TITOLI DI COSA, IL NEC INCAPPA IN UNA SFORTUNATA TRASFERTA. C’è anche il Feyenoord, sissignori, la squadra che suscita particolare simpatia in noi italiani perché guidata da un bomber allergico alla Serie A: Graziano Pellè. Il Feyenoord è lì, insieme con l’Ajax a 37 punti, a tre punti dalla vetta. A Rotterdam, contro un agguerrito Groningen, i biancorossi hanno dovuto faticare più del previsto per liquidare gli ospiti. I tre gol del match, due per il Feyenoord, uno per il Groningen, si sono visti tutti nella ripresa: Pellè al 57’, Van Dijk al 76’ ed ancora Pellè all’87’ per l’agognata vittoria. Al triplice fischio il secondo posto (valevole la Champions) non era più un sogno ma una solida e meritata realtà. Ed il Vitesse ? Che fine a fatto ? I gialloneri, che fino a venti giorni fa erano in lizza per il titolo, hanno decisamente ceduto il passo ottenendo tre vittorie, due sconfitte ed un pareggio nelle ultime sei gare (il pareggio e le due sconfitte nelle ultime tre). A strappare i tre punti alle decadute aquile bicipiti stavolta c’ha pensato l’Heerenveen superando per 2-1 un Vitesse spento, quasi irriconoscibile. Sfortunata trasferta nella capitale per il Nec che però, va detto, ha dovuto giocare per 70 minuti di gara con l’uomo in meno. Le vesti dell’inclemente giustiziere del Nec le ha indossate con gusto Jens Toornstra, giovane centrocampista dell’Ado Den Haag alla prima doppietta in carriera nella Eredivisie.

ARMENTEROS NON BASTA ALL’HERACLES, COLPO DI CODA DEL RODA A VENLO, WAALWIJK-WILLEM II: TREGUA PER 90 MINUTI. Stavolta all’Heracles di Almelo non è bastato il solo Armenteros, vero (e forse unico ?) giocatore chiave per gli “Heracliden”. Alla rete in apertura dell’attaccante svedese di origine cubana ha risposto prontamente Mokhtar, calciatore del Pec Zwolle. Ma il vero scontro salvezza della tre giorni di calcio olandese aveva per protagoniste VVV-Venlo e Roda Kerkrade. Contro ogni pronostico sono stati gli ospiti ad aggiudicarsi un successo d’oro, vitale per la classifica del Roda, penultimo prima della partita, e fuori dalla zona retrocessione in seguito alla vittoria per 4-2 sul Venlo. Concludiamo questo 2012 calcistico in Olanda con un incontro che ha ben poco di “olandese”, almeno nel risultato, visto che è terminato sullo 0-0: Waalwijk-Willem II. In onore del famoso detto “meglio due feriti che un morto”, le due squadre hanno pensato bene di accordarsi per una sorta di tregua lunga novanta minuti.

Potrebbe interessarti