Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
EL

Europa League: Sorride solo la Roma, Fiorentina ko, Inter e Sassuolo eliminate!

Solo una vittoria stasera per le squadre italiane, cioè il 4-1 della Roma, che si qualifica anche ai sedicesimi di finale. Sconfitte invece Fiorentina, Inter e Sassuolo, queste ultime due pure costrette a dire addio ai sogni europei.

Fiorentina – PAOK, 2-3. Alla Fiorentina basta un pareggio per qualificarsi ai sedicesimi di finale, ma Sousa chiede lo stesso il massimo impegno, soprattutto visto che i greci hanno già strappato un pareggio in casa. E infatti è il PAOK, dopo 5’, a passare in vantaggio per primo e a raddoppiare al 25’, nonostante siano i Viola a fare la partita e oltre il fatto che Bernardeschi e Cristoforo abbiano già colpito due legni. La partita sembra essere decisamente in salita per la Fiorentina, ma finalmente al 33’ l’inerzia della gara cambia grazie alla rete di Bernardeschi, l’uomo più atteso della serata, che così accorcia le distanze prima del secondo tempo. Bastano 5’ della ripresa a Babacar per pareggiare, ai Viola non resta che gestire per garantirsi il passaggio del turno, ma viene beffata negli ultimi secondi, quando tutto sembrava fatto, da un gol di Rodrigues, che gela lo stadio. I padroni di casa hanno giocato meglio in fase offensiva, ma concedendo troppe palle gol. La qualificazione ai sedicesimi è per ora rimandata.

Hapoel – Inter, 3-2. Alla prima partita da allenatore dell’inter Pioli si trova a dover affrontare una partita decisiva, infatti i nerazzurri, se vorranno qualificarsi alla fase a eliminazione diretta, devono per forza vincere la partita. L’Inter parte quindi alla grandissima, fa la partita e riesce a chiudere il primo tempo 2-0, grazie ai gol dei soliti Brozovic e Icardi, il quale è al sesto gol in 6 partite. Tuttavia la ripresa è un incubo. Inizia subito la strepitosa rimonta dell’Hapoel, che riapre inizialmente a soli 10’ del secondo tempo segnando l’1-2, pareggia grazie a un calcio di rigore causato da un fallo di Handanovic, che viene anche espulso per doppia amonizione, e infine trova la vittoria al 93’. L’Inter dà stasera la prova definitiva di non essere una squadra da livello europeo e si trova a dover giustamente abbandonare la competizione, già con una giornata di anticipo.

Roma – Plzen, 4-1. Dopo il pareggio dell’andata la Roma vuole trovare i 3 punti che significano la qualificazione ai sedicesimi di finale e il primo posto nel girone. E’ la partita di Dzeko, che segna una tripletta e porta la Roma direttamente ai sedicesimi, tra l’altro come prima squadra italiana qualificata. La squadra di casa domina decisamente la partita, ma una delle solite disattenzioni difensive fanno sì che il Plzen pareggi poco dopo il gol meraviglioso di Dzeko, realizzato all’11’. Dopo di che, nel finale del primo tempo, la Roma spreca almeno 3 occasioni da gol, colpendo pure il palo con Salah, ma senza riuscire a trovare il gol. In assenza di Totti, fuori per un problema all’anca, è allora Dzeko a farsi carica della squadra, e al 61’ segna il gol del definitivo vantaggio. Da qui sarà goleada della Roma, che si scatena prima col 3-1 di Perotti, poi con il poker (e tripletta personale) ancora di Dzeko.

Athletic – Sassuolo, 3-2. Il Sassuolo deve cercare una difficile vittoria sul campo degli avversari, ma i vari infortuni (già 16) continuano a rendere difficile una stagione iniziata nel migliore dei modi, cioè con il 3-0 ai baschi. All’inizio la fortuna arride alla squadra di Di Francesco, che dopo solo un minuto e mezzo di gioco si trova in vantaggio grazie a un clamoroso autogol di Balenziaga. Purtroppo al 9’ Raul Garcia pareggia di testa su corner, e il Sassuolo si trova a dover fare tutto da capo. Dopo il pareggio è ancora l’Athletic ad avere le migliori occasioni, ma i neroverdi restano in partita, non concedendo spazio agli avversari, che però passeranno infine in meritato vantaggio poco dopo l’inizio della ripresa, sempre su calcio d’angolo. Di Francesco è poi costretto a due cambi forzati nel giro di un minuto, è sempre più incredibile la striscia di infortuni collezionati quest’anno dalla squadra. L’Athletic chiude i giochi segnando il 3-1, un lampo del Sassuolo sembrerebbe riaprire la partita, ma non riesce ad andare oltre il 3-2. Finisce purtroppo qui l’avventura del Sassuolo in Europa, che ora si potrà però concentrare sul campionato e a recuperare gli infortunati.

Cecilia Fiora

Potrebbe interessarti