Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

La superiorità tecnica del campionato iberico è in discussione?

di Enrico DE DONATO

Dopo gli stop di Real e Valencia, cadono il Barcellona e il Malaga. La superiorità tecnica del campionato iberico è in discussione.

 

Impresa Milan, campionato iberico in crisi?

Capolavoro Milan, male i blaugrana – Raramente Messi è apparso così piccolo. Quattro precedenti sono serviti a Massimiliano Allegri per studiare le caratteristiche di quella squadra ritenua all’unanimità la più forte del mondo e preparare la partita perfetta. La chiave di lettura di un match meritatamente vinto dai rossoneri è da ricercare nella pessima prestazione dei tre giocatori più rappresentativi del Barça: Xavi e Iniesta hanno sofferto i raddoppi di marcatura, costretti a partire fin troppo indietro rispetto alle loro zone di campo preferite, qualora Messi ha subito il filtro di Montolivo, autore di una partita oscura ma straordinaria, e dei difensori centrali che lo hanno costretto a ricorrere alle lacune del suo straordinario repertorio: l’argetino non è infatti abile nel gioco di sponda e di certo non ha il fisico per giocare spalle alla porta. La mancanza di Tito Vilanova si è percepita, forse avrebbe potuto modificare l’assetto tattico o quanto meno sostituire Piqué, che ha sofferto molto sia Pazzini che El Sharaawy. Il faraone, seppur non andato in gol, ha vinto il confronto con Dani Alves e confezionato un assist da antologia per Muntari, che non ha sbagliato il pallone del 2-0. Benissimo il già citato Pazzini, una spina nel fianco sempre presente nella difesa avversaria, e Niang, che mette sempre più in luce il suo talento cristallino. E’ pur vero che il gol di Boateng sia stato viziato da un mani evidente di Zapata, ma la sconfitta dei catalani è stata netta e meritata. Ciononostante nulla è ancora deciso e i rossoneri dovranno dimostrare di essere all’altezza anche al Camp Nou, evitando magari di ripetere la figuraccia fatta l’anno scorso contro l’Arsenal al ritorno.

Il Malaga ci crede ancora – Nonostante il dominio dei dragoes, i ragazzi di Pellegrini hanno ancora in mano le carte per conquistare la propria qualificazione fra le mura amiche. Certamente ci vorrà un Isco al meglio delle proprie possibilità e una partita indimenticabile.

Real in subbuglio – Nel frattempo a Madrid continuano i dissidi ed è probabile che vi saranno ulteriori ritorsioni sulla prestazione della squadra, considerando anche che sarà un’impresa difficile quella dell’Old Trafford: Mourinho avrebbe ormai rotto con Florentino Perez e si sarebbe accordato con il presidente delle merengues per una buona uscita di 10 milioni di euro da ottenere a fine stagione. Liquidazione meritata?

Potrebbe interessarti