Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Liga: Barça e Real imprendibili, l’Atl Madrid resta in scia

di Enrico DE DONATO

Messi stende il Real Saragozza, le Merengues umiliano i baschi dell’Athletic, mentre i colchoneros superano il Granada di misura. È l’unico risultato clamoroso quello del derby di Siviglia, rivelatosi una debacle per il Betis.

Barcelona v Real Zaragoza

Le tre spadroneggiano – Se i colchoneros debbano ringraziare la scarsa qualità del Granada, che non ha saputo approfittare né della giornata sottotono di Falcao, infatti a segnare l’unico gol della gara è stato Arda Turan, né dll’inferiorità numerica raccolta dai biancorossi nelle ultime parti del gioco. Più convincente il Barcellona, vittorioso sul Real Saragozza per 3 a 1, con il solito Messi in grandissimo spolvero e pronto a superare il record di Müller. Ogni giornata che passa e il fenomeno argentino ci sembra sempre più illegale. Non si può dire lo stesso di Ronaldo, anche se il Real ha dimostrato di non aver bisogno delle sue tipiche giocate per schiacciare un Athletic Bilbao che da quando ha perso Martinez e soprattutto Llorente non trova più continuità di gioco né di risultati. Benzema ha inoltre dimostrato che la panchina gli stia stretta, favorendo l’autorete di Aurtenexte con la più classica ripartenza mourinhana e assumendosi la paternità del terzo gol dei blancos al trentaduesimo, quando ha imperversato nell’area avversaria, saltando i difensori baschi come fossero birilli e insaccandola in rete. Prima di lui aveva firmato il tabellino Sergio Ramos, che già aveva provato a freddare Iraizoz sugli sviluppi di una sua incursione, ma sarà grazie a un assist su palla inattiva di Ozil se il difensore troverà poi il gol. Poco dopo un palo centrato da Callejon, l’Athletic ha provato a reagire con Gomez al quarantaduesimo, ma le sorti del match non cambiano. Ancora una volta è la punta francese a rendersi protagonista accogliendo un lancio smarcante di Cristiano Ronaldo, salvo poi favorire il tap in di Ozil per il 4-1. Per il 5-1 servirà solo un’imbeccata di Khedira su un corner calciato dal fenomeno portoghese. Sebbene lo spettro della retrocessione sia lontano 4 punti ancora, Bielsa farà meglio a trovare un pò di concretezza tipicamente italiana e se non fosse che le politiche societarie siano intransigenti sulla campagna acquisti, forse Urrutià dovrebbe mettere la mano al portafogli, gonfio di 42 milioni di euro, a seguito della cessione di Javi Martinez ed acquistare almeno un paio di difensori.

Malaga in calo, Levante quarto! – Sembra aver esaurito l’entusiasmo di inizio stagione il Malaga di Pellegrini, che da diverse partite non trova più la vittoria, nonostante il talento di Isco sia ormai cristallino in tutto il mondo. I vecchietti del Levante stanno invece sorprendendo tutti ancora una volta: sembravano cotti a inizio stagione, incapaci di ripetere i mirabolanti risultati della scorsa stagione e invece hanno superato il depo sul campo, Il Malaga ai punti e finisse oggi il campionato sarebbero qualificati in Champions. Attenzione però al ritorno del Valencia, che ha ritrovato continuità di risultati, galvanizzato dalla vittoria sull’Atletico e dista ora soli 2 punti dal quarto posto.

Potrebbe interessarti