Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Liga Portugal: Pesano le fatiche di Coppa per Porto e Benfica

di Marco SIMONELLI

Le fatiche di Europa League del Benfica si fanno sentire nella gara contro l’Academica, vinta solo nel quarto minuto di recupero grazie a un rigore di Lima. Rigore che permette di agganciare in extremis il Porto che, in vista dell’impegno di Champions, vince senza problemi contro il Beira-Mar. Nella corsa per l’Europa che conta piccolo stop del Pacos.

F.C. Porto-Maritimo.(Hernani Pereira)

IL PORTO VINCE, IL BENFICA LO RIACCIUFFA AL 94’ – Se la Champions toglie energie fisiche e mentali alle squadre che la giocano il discorso risulta ancora più evidente per quelle che affrontano l’Europa League. Sì perché se il Porto vince agilmente con in testa la gara contro il Malaga, discorso diverso va fatto per il Benfica, che passa con grandissime difficoltà solo al 94’. La vittoriosa trasferta in Germania contro il Bayer Leverkusen lascia evidenti strascichi che si ripercuotono nella sfida contro l’Academica. La gara è comunque un monologo delle aquile a cui manca però quella brillantezza sotto porta per finalizzare l’azione nel migliore dei modi. Se a questo ci si aggiungono poi le strepitose parate di Ricardo e il palo di Ola John, allora le premesse per il secondo pareggio consecutivo sembrano esserci tutte. Ma quando le speranze sembravano svanire, quando i rivali del Porto sembravano ormai scappati, ecco che nel quarto minuto di recupero l’arbitro assegna il rigore che può valere la vittoria. Dagli 11 metri Lima mantiene la freddezza nonostante la fatica e segna il gol dell’isperato aggancio al vertice. Il Porto infatti aveva vinto il giorno prima contro il Beira-Mar, liquidando la penultima della classe con netto un 2 a 0. I dragoni cercano di chiudere subito il match in vista dell’imminente impegno europeo ma vengono respinti da un Beira-Mar tuto chiuso dietro che pensa solo a non prenderle. Per aprire la gara serve un gran diagonale da fuori di Atsu su cui Rui Rego non può arrivare. Il copione della partita non cambia ma la difficoltà del Porto di rendersi pericoloso è evidente. Ci pensa allora Jackson Martinez a chiudere i giochi a venti minuti dalla fine con un “gol alla Del Piero”: sterzata che manda a vuoto il difensore e tiro a giro sul palo lungo. Con il risultato in cassaforte inizia la girandola dei cambi ma la sostanza rimane la stessa. Il Porto fa paura per la facilità disarmante con cui annienta gli avversarsi, non lasciandogli neanche la possibilità di organizzare il proprio gioco. Staremo a vedere se le gara europee di questa settimana delle due squadre di testa influenzeranno le partite del prossimo turno di campionato.

PACOS PICCOLO STOP, MARITIMO E GUIMARAES CI CREDONO ANCORA – Dopo la bella vittoria contro il Braga il Pacos Ferreira tira un po’ il fiato pareggiando contro il Nacional. In un campo al limite della praticabilità, per la tanta acqua caduta nel distretto di Oporto, i castori riescono comunque a costruire la propria manovra e a rendersi pericolosi in varie occasioni. Il gol di Cicero sembra poter essere il preludio all’ennesima giornata di festa per il Pacos ma nella ripresa, alla prima occasione del Nacional, vengono puniti dal destro di Bruno Moreira. Il Maritimo si riavvicina leggermente alla zona europea grazie alla vittoria contro l’Estoril. “Os Verde-Rubros” si portano sul doppio vantaggio già nel primo tempo con il gol di Sami e il rigore di Simao ma devono resistere al ritorno dei Canarinhos che riprendono vigore dopo l’espulsione di Suk e accorciano pochi minuti dopo con il colpo di testa di Evandro. Subito dietro non perde terreno il Vitoria Guimaraes che batte il Moreirense con qualche difficoltà. È un rigore di Olimpio, dopo sette minuti, a segnare la gara e a regalare i tre punti ai bianconeri. Per il Moreirense un passo indietro dopo le due vittorie consecutive ma la prestazione comunque positiva fa ben sperare.

OBBIETTIVO SALVEZZA – Alla caccia di una salvezza tranquilla, in un campionato a cui non possono chiedere niente di più, Sporting e Vitoria Setubal conquistano due importanti vittorie contro delle dirette concorrenti. I leoni vincono a domicilio contro il Gil Vicente. Dopo essersi portato sul doppio vantaggio già al 5’ con i gol di Bruma e Ilori, lo Sporting si fa riprendere dalla doppietta di Vieira. Ci pensa allora Diego Capel, appena entrato, a segnare il gol vittoria per la squadra di Lisbona. Al Setubal basta invece un gol di Tavares a dieci dal termine per passare contro l’Olhanense.

Potrebbe interessarti