Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Ligue 1: Pastore risponde a Valbuena, PSG sempre a +9

di Tommaso DE SIMONE

A quattro giornate dal termine del campionato in Francia il discorso per il titolo sembra ormai chiuso; decisamente più aperte le corse all’Europa e alla salvezza. 34° giornata avara di reti, ben tre i match finiti senza goal, e di verdetti definitivi.

Paris Saint Germain (Ibrahimovic-Pastore-Lavezzi)

Paris Saint Germain (Ibrahimovic-Pastore-Lavezzi)

Dieci giorni dopo l’eliminazione dalla coppa di Francia, il PSG è tornato sul campo dell’Evian per prendersi la propria rivincita. Missione compiuta grazie al flaco Pastore, il quale al 5° minuto della ripresa ha messo a segno il goal partita in favore dei parigini. Finale di partita piuttosto nervoso in casa PSG, costretto a giocare alcuni minuti addirittura in nove uomini, complici le espulsioni rimediate da Verratti e Beckham. Gli uomini di Ancelotti tornano così a +9 sul Marsiglia e si avvicinano così ulteriormente all’unico obiettivo ormai rimasto, quel titolo di campioni di Francia che da 19 anni è lontano da Parigi. E già tornano a +9, perché sabato il Marsiglia aveva sbancato Lorient con lo stesso risultato, grazie ad un goal di Mathieu Valbuena al quarto d’ora di gioco. OM che sembra comunque in procinto di staccare il pass per l’Europa che conta, a differenza degli omonimi del Lyonnais, che si sono complicati il lavoro nel week-end tenendo ancora aperto il discorso. La squadra di Garde ha anzi evitato il peggio, acciuffando il pareggio con Yoann Gourcuff, rispondendo al momentaneo vantaggio di Zouma, nel derby con il Saint-Etienne e rimanendo al terzo posto, con due punti di vantaggio proprio sui rivali. Solo una lunghezza più dietro Lille e Nizza. I primi hanno letteralmente gettato al vento una grande occasione facendosi raggiungere, in casa, nel finale dal Sochaux terzultimo in classifica. Padroni di casa avanti per 3-0 al 48° con il goal di basa e rimontati fino al 3-3 con una doppietta negli ultimi minuti di Nogueira. Occasione che invece non si lascia scappare il Nizza di Puel, che, nonostante il Troyes vada in vantaggio, vince per 3-1 inserendosi nella lotta al terzo posto.

In coda vittoria fondamentale in casa per l’Ajaccio, l’unica a vincere tra le squadre impegnate nella lotta salvezza, guadagnando terreno su tutte le dirette concorrenti (+4 sul Sochaux ed Evian appaiate a quota 34). I corsi infliggono la terza sconfitta consecutiva al Montpellier, ridotto in dieci dall’espulsione di Diawara e passato comunque in vantaggio con Mounier, grazie alle reti di Delort, su rigore, e Oliech nel recupero. Sembra ormai segnato invece il destino del Brest, sconfitto in casa 2-0 dal Rennes, che interrompe così la sua striscia di sconfitte consecutive, lasciando invece aperta quella dei bretoni.

La giornata si conclude con tre gare conclusosi sullo 0-0: Bordeaux – Reims, Bastia – Tolosa e Valenciennes – Nancy. Le prime due partite riguardano squadre che ormai non hanno nulla da chiedere a questo campionato; la terza vede invece conquistare un punto preziosissimo al Nancy, che si porta così un punto al di sopra della quota retrocessione.

Tutto invariato in classifica marcatori, con il solo Cvitanich capace di aumentare il suo bottino personale, raggiungendo Aliadiere sul gradino più basso del podio a quota 15. Ibrahimovic rimane quindi ancora in vetta, fermo a 27 goal, a +8 sull’ex attaccante del Milan Aubameyang.

Potrebbe interessarti