Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Premier League: Colpo United a Liverpool. Pari tra City e Arsenal

di Marco SIMONELLI

Chelsea e United continuano la loro corsa al titolo strappando due preziose vittorie contro Stoke e Liverpool. Perdono un po’ di terreno City e Arsenalall’Etihad non vanno oltre al pareggio. WBA, Everton e Fulham tengono il passo delle prime, mentre arriva la prima vittoria per il Southampton.

Van Persie in gol nella vittoria contro il Liverpool

I BIG MATCH – Nella quinta giornata di Premier va in scena il 168° incontro tra le due squadre più vincenti d’Inghilterra.Liverpool-Manchester United è molto piu’ di un classico, e’ storia. I Reds sono chiamati a riscattare la peggior partenza degli ultimi 100 anni, mentre Sir Alex Ferguson non vuole perdere terreno dal Chelsea. Prima del fischio d’inizio commovente commemorazione in onore delle 96 vittime dell’Hillsborough, con Giggs e Gerrard a liberare nel cielo 96 palloncini. Partita che inizia con un Liverpool scatenatoma poco decisivo nell’ultimo tocco, e con lo United che non riesce ad uscire dalla propria meta’ campo. Il dominio e’ schiacciante e allora ci pensa Shelvey a riequilibrare la partita, prendendosi un rosso diretto per un intervento a forbice su Evans. Ma all’uscita degli spogliatoi sono ancora i Reds ad attaccare e a trovare il meritato vantaggio dopo appena 1’ grazie alla girata di capitan Gerrard. La reazione dello United è immediata con il gran gol a giro di Rafael arriva dopo appena cinque minuti. Il Liverpool cerca di vincere la partita nonostante l’inferiorita’, ma l’impresa viene rovinata dall’arbitro che concede un rigore molto dubbio ai RedDevils. Sul dischetto va RVP che non sbaglia. Partita chiusa e testa gia’ rivolta al Tottenham.
L’altro Big Match di giornata e’ Manchester City-Arsenal. La garae’ equilibrata fin da subito, anche se sono i Gunners ad osare di piu’e a gestire la partita grazie ad un buon possesso palla. Gli uomini di Mancini non riescono a bucare una squadra ben messa in campo e neanche il ritorno di Aguero sembra possa far male. Serve quindi un calcio piazzato e un’uscita a vuoto di Mannone per vedere il primo gol che arriva grazie al colpo di testa di Lescott. I Citizens sembrano svegliarsi e vanno vicino al raddoppio appena un minuto dopo con un gran tiro di Dzeco, sul quale il portiere italiano si riscatta mettendo in angolo. Il secondo tempo segue la falsa riga del primo, con l’Arsenal a fare la partita alla ricerca del pareggio e il City che riparte. Cazorla si rende pericoloso a dieci minuti dalla fine, maHart è bravo a mettere in angolo. Angolo dal quale scaturisce il gol di Koscielny, lesto a ribadire in rete una corta respinta di Lescott. L’ultimo assalto degli Sky Blue porta alla splendida rovesciata di Kompany respinta da Mannone e al conseguente tiro di Aguero che spreca da ottima posizione. Secondo pareggio consecutivo per il City che non riesce a trovare la brillantezza della scorsa stagione, mentre l’Arsenal continua a convincere.

Ashley Cole regala la vittoria al Chelsea

CHELSEA, CAPOLISTA VINCENTE – Quelli ottenuti contro lo Stoke sono tre punti d’oro per il Chelsea che dopo tre passaggi a vuoto tra Champions, Premier e Supercoppa, torna alla vittoria e mantiene il primato solitario. Sono gli uomini di Di Matteo a fare la partita con un possesso palla prolungato, ma la prima occasione capita sulla testa di Walker che stampa sulla traversa la punizione di Whelan. La risposta dei Blues è affidata a Torres che a tu per tu con il portiere spreca clamorosamente lisciando la palla. I Potters prendono fiducia facendosi vivi un paio di volte dalle parti di Cech prima della fine del tempo. La ripresa è un monologo Chelsea ma il gol arriva solo a 5’ minuti dalla fine grazie all’incursione di Ashley Cole, premiata dal tacco smarcante di Mata. Vittoria che ridà fiducia in vista del derby contro l’Arsenal di sabato prossimo.

GUARDANO DA VICINO – Continuano a stupire WBA, Everton e Fulham che tengono il passo delle prime.
Contro il Reading parte subito forte il West Bromwich che dopo dieci minuti sfiora il vantaggio con il tiro di Morrison. I Baggies continuano a premere sull’acceleratore e vanno vicino al gol conOlsson (palo sugli sviluppi di un angolo) e ancora Morrison.Al 70’ ci pensa Lukaku a segnare il meritato gol vittoria per il WBA.
Partita spettacolare quella tra Swansea ed Everton, giocata su ritmi altissimi con azioni pericolose da una parte all’altra. I Toffees hanno intenzione di confermare quanto di buono fatto vedere fino ad ora e ci riescono alla grande, con Anichebe, Mirallas e Fellaini a fare da mattatori e a segnare i gol decisivi per i tre punti. Gli Swans continuano a produrre un ottimo gioco, ma manca la concretezza sotto porta.
Un Fulham rinvigorito dalla “cura Berbatov” centra la seconda vittoria consecutiva contro ilWigan. Ed e’ proprio dal piede del bulgaro che parte il cross per Rodallega che di testa segna il gol dell’ex. La reazione delWigan non si fa attendere, con la traversa di Gomez e le occasioni di Kone e Boselli. Ma il gol non arriva e allora a chiudere la partita ci pensa Duff con un preciso diagonale. Nel finale altra traversa per i Latics e il gol della bandiera segnato da Kone per il definitivo 2 a 1.

IN RISALITA – Continua a vincere ma non a convincere il Tottenham di VillasBoas. A White Hart Lane e’ il QPR a fare la partita e ad impegnare piu’ volte Friedel con Hill e Hoilett. A portare in vantaggio i Rangers ci pensa Zamora che sfrutta al meglio un passaggio filtrante. Nel secondo tempo viene fuori l’orgoglio Spurs, che ribalta il risultato grazie ad un autogol e a un contropiede fulminante concluso in rete da Defoe dopo la traversa di Bale.
Torna alla vittoria il Newcastle che batte 1 a 0 il Norwich grazie al gol di DembaBache risolve la partita dopo appena venti minuti.
Finisce 1 a 1 tra West Ham e Sunderland, con l’iniziale vantaggio ospite di Fletcher e il pareggio al 93’ di Nolan.

PRIMA GIOIA SAINTS – Il Southampton trova la prima vittoria stagionale e lo fa in grande stile, battendo 4 a 1 l’Aston Villa. La partita inizia male con il vantaggio degli ospiti con Bent, ma la doppietta di Lambert, il gol di Clyne e l’autogol di Clark regalano ai Saints la prima gioia dopo il ritorno in Premier.

Potrebbe interessarti