Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Premier League: Goleade Utd e Arsenal, pari Blues

di Marco SIMONELLI

Si comincia a delineare la classifica della Premier, con le quattro potenze del calcio inglese divise solamente da 2 punti. Le goleade di United e Arsenal permettono di avvicinare ilChelsea, bloccato sul pari nel derby con il QPR. Battuta d’arresto anche per per il City che pareggia contro lo Stoke City.

Terry e Ferdinand non si danno la mano

LA CAPOLISTA – Dopo la sconfitta in Supercoppa Europea arriva anche il primo stop stagionale in Premierper il Chelsea che, dopo tre vittorie, pareggia contro il Queens Park Rangers. Tutti i riflettori sono rivolti sulla stretta di mano tra Terry e Anton Ferdinand, dopo l’accusa di insulti razzisti nei confronti del capitano dei Blues. Stretta di mano che non c’e’ e la partita puo’ finalmente iniziare. Il nuovo arrivato J.Cesar si rende subito protagonista con due grandi interventi, prima su Hazard e poi su Torres. Il primo tempo si chiude con le recriminazioni del Chelsea per due rigori non concessi. La reazione del QPR arriva nel secondo tempo, con il colpo di testa di Park e l’occasione sprecata da Zamora che non sfrutta al meglio uno sciagurato retropassaggio di Mikel. L’ultima occasione capita sui piedi di Hazard, che calcia alto da pochi passi. La squadra di Di Matteo esce ridimensionata da LoftusRoad e le inseguitrici si avvicinano.

LE INSEGUITRICI – Si porta a un punto di distanza loUnited che, nonostante le tante assenze, vince facilmente contro il Wigan.Partono forte i RedDevilsa cui viene concesso un rigore molto dubbio dopo 4 minuti. Il ChicharitoHernandez va sul dischetto ma si fa ipnotizzare dal portiere. All’OldTrafford in campo c’è una squadra sola ma il gol del vantaggio non arriva. Bisogna aspettare il secondo tempo per vedere il primo gol e lo segna l’immortale Paul Scholes, alla sua presenza numero 700. La partita si accende e Hernandez si fa perdonare l’errore dal dischetto segnando il gol del 2 a 0. Uno scatenato Buttner, chiamato a sostituire Evra sulla sinistra, chiude la partita con un’azione insistita finalizzata in rete. La partita non ha storia e il 4 a 0 del neo entrato Powell, classe ’94, serve solo a legittimare il dominio dei RedDevils.
Dominio totale anche per l’Arsenal al quale si chiedeva una grande prova per confermare quanto di buono fatto vedere nella partita contro il Liverpool. Gli uomini di Wenger hanno risposto alla grande, rifilando un pesante 6 a 1 al neopromosso Southampton. Ci vogliono 10’ per sbloccare la partita, grazie ad un tiro di Gibbs deviato nella propria rete da Hooiveld. Da qui la partita e’ tutta in discesa per i Gunners che arrivano al raddoppio grazie ad un ispiratissimo Podolski che centra il bersaglio con una punizione magistrale. Il gioco fluido e avvolgente porta i padroni di casa ancora al gol grazie a Gervinho. Prima della fine del tempo c’e’ spazio per i gol dei Saints. Il primo e’pero’ ancora un autogol, mentre il secondo lo mette a segno Fox, questa volta nella porta giusta. Nel secondo tempo l’Arsenal dilaga grazie al gol di Gervinho e di Walcott.
Il City non riesce invece a sfruttare appieno il passo falso del Chelsea e impatta al Britannia Stadium, dove non vince da quasi 20 anni, contro lo Stoke. I Citizens partono con il piglio giusto, ma al 15’ sono i padroni di casa a passare in vantaggio grazie al gol di Crouch che si libera in area aiutandosi con la mano e a tu per tu con Hartnon sbaglia.Il City continua a fare la partita e trovano il pareggio grazie allo stacco di testa del neo acquisto Javi Garcia. Lo Stoke sembra accontentarsi del pareggio, mentre gli uomini di Mancini continuano ad attaccare andando vicino al gol con YayaToure e ancora con Garcia, fermati da due interventi strepitosi di Begovic. All’ultimo secondo della partita grandioso salvataggio di Shawcross che, sulla linea di porta, respinge il pallonetto di Dzeko.

Villas Boas – Tottenham

PRIMA VITTORIA TOTTENHAM, PARI LIVERPOOL – VillasBoas dopo appena tre partitee’gia’ chiamato a salvare la propria panchina. Il suo Tottenham finora non ha espresso il gioco che ci si aspettava e soprattutto non sono arrivati i risultati. Ma contro il Reading cambia tutto e gli Spurs dopo pochi minuti si portano in vantaggio grazie a Defoe. Il Tottenham inizia a gestire la partita, ma per chiuderla definitivamente serve il secondo tempo e i gol di Bale e ancora di Defoe, prima del gol della bandiera deiRoyals con Robson-Kanu.
Chi ancora non riesce a vincere e’ il Liverpool, alla prima gara dopo le sconvolgenti rivelazioni sulla tragedia dell’Hillsborough, che allo Stadium of Light raccoglie solo un pari contro il Sunderland. I Black Cats vanno in vantaggio con Fletcher, al suo terzo gol consecutivo, che sfrutta al meglio un’azione insistita di Gardner. Ci vuole l’intervallo e la strigliata di BrendanRodgers per trasformare i Reds che si rendono subito pericolosi con la traversa di Johnson e il palo esterno di Gerrard. Il pari arriva pochi minuti dopo ed e’ Suarez a realizzarlo, sfruttando una respinta corta della difesa. L’assedio del Liverpool degli ultimi venti minuti non porta i frutti sperati e la partita finisce con un pari che serve poco ad entrambe.

LE ALTRE – Passo falso delle tre squadre rivelazione di questo inizio di campionato che interrompono la loro striscia positiva. A regolare il West Bromwich ci pensa Berbatov che con una doppietta nel primo tempo permette al Fulhamdi ritornare alla vittoria dopo due passaggi a vuoto. Il gol di Sidwell nei minuti finali fissa il risultato e ridimensiona il WBA.
Cade anche lo Swansea che affonda sotto i colpi di un rigenerato Aston Villa. I gol di Lowton e Benteke, uno per tempo, regalano ai Villans la prima vittoria in Premier.
Pareggio senza reti invece tra Norwich e West Ham, con i Canaries a fare la partita e a sfiorare il gol in piu’ occasioni.

Potrebbe interessarti