Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Premier League: Lo United non si ferma, il City insegue

di Marco SIMONELLI

Lo United non accenna alcun cedimento nella sua corsa verso titolo, sbrigando senza troppi problemi la pratica Sundrland. Il City risponde ai cugini fornendo una grande prova ed espugnando il difficile campo del Newcastle. Il Tottenham vince nel finale e aggancia il terzo posto.

Manchester United

UNITED ANCORA UNA VITTORIA – Tutto facile per lo United che, come da tradizione da quando esiste la Premier League, vince all’OldTrafford contro il Sunderland trovando la sua quinta vittoria consecutiva. Il Manchester gioca fin da subito un grande calcio e trova la rete già al quarto d’ora con il dodicesimo sigillo di Van Persie, bravo a sfruttare un liscio dell’ex O’Shea. Da qui partono una serie infinita di occasioni per i RedDevils che vanno vicino al gol ancora con l’olandese, lo trovano con un destro chirurgico di Cleverly e sfiorano la terza rete con Rooney. La ripresa inizia com’era finito il primo tempo, con la traversa di Rooney e il pallonetto di poco fuori di Van Persie. La facilità con cui lo United arriva al tiro è imbarazzante e porta Rooney a siglare il gol che chiude la partita dopo una bella azione personale di RVP. Nel finale il gol di testa di Cambell arriva troppo tardi per sperare in una possibile rimonta.

IL CITY INSEGUE, SPURS TERZI – Vince anche il City e non perde ulteriore terreno dalla capolista. Contro il Newcastle la partita sembra iniziare male per gli uomini di Mancini, messi sotto dal gran pressing dei Magpies, ma al 10’ arriva il gol che cambia il match: grandissima palla in verticale di YayaTouré per Nasri che a tu per tu con il portiere serve ad Aguero il più facile dei gol. Gli Sky Blues iniziano a macinare gioco e a rendersi ancora molto pericolosi con il palo di Nasri e il raddoppio da calcio d’angolo di Javi Garcia.A inizio ripresa DembaBàaccorcia le distanze di testa e Cissé sfiora il gol del pari, ma il City trova la rete che chiude la partita con YayaTouré.

Dopo un turno di stop torna a vincere il Tottenham che sale al terzo posto in coabitazione con il Chelsea. Blues che hanno però una partita in  meno, complice il rinvio di questa giornata per l’impegno nel Mondiale per Club (finale persa contro il Corinthias). Contro lo Swansea sono gli Spurs a fare la partita ma il gol arriva solo nei minuti finali nonostante le molte occasioni. Al 75’ è Vertonghen a sbloccare la partita con il colpo di testa che affonda i gallesi, autori di una gara troppo passiva.

PARI PER EVERTON E WBA, IL NORWICH VINCE E SI AVVICINA– Pareggi amari per Everton e West Bromwich che con questi risultati perdono la zona Champions a discapito del Tottenham. Tra Stoke ed Everton finisce 1 a 1, in una partita molto nervosa. Nel primo tempo protagonista assoluto è il capitano dei PottersShawcross che prima salva sulla linea il tiro a botta sicura di Naismith e poi devia di testa nella propria porta il cross diPieenar, ingannando Begovic con un infido pallonetto. A inizio ripresa Jones riporta il punteggio in parità con un colpo di testa e poi coglie il palo vanificando il possibile sorpasso. Nel finale testata di Fellaini su Shawcross, non vista dall’arbitro e oggetto di prova tv, e ultimi brividi per i Toffees, con la doppia occasione di Jerome e Crouch che non trovano la via della rete.

Finisce senza gol invece tra Wba e West Ham, con gli ospiti che forse avrebbero meritato qualcosa in più. Le occasioni più pericolose arrivano da calci piazzati, con il tiro alto di Reid per gli Hammers e le due traverse di Morrison per i Baggies.

È un Norwich da dieci e lode quello che, contro un Wigan sempre più in difficoltà, trova la terza vittoria consecutiva e allunga proprio a dieci partite la sua striscia positiva. Dopo la rete di Pilkington al quarto d’ora, i Canaries potrebbero dilagare ma prima l’irlandese calcia fuori a porta spalancata e poi Al Habsi si supera su Snodgrass e Holt. Nella ripresa Maloney trova il gol del pari ma Hoolahan ci mette dieci minuti a ristabilire il vantaggio per il Norwich. Nel finale solo uno strepitoso Al Habsi evita la goleada dei padroni di casa che si portano ora a in piena zona Europa e possono iniziare a sognare in grande.

PUNTI SALVEZZA PER VILLA E QPR– Sconfitta inaspettata per il Liverpool che ad Anfield perde per 3 a 1 contro l’Aston Villa. I Reds provano a fare la partita sfruttando gli errori difensivi dei Villans, ma sono gli ospiti a trovare il doppio vantaggio prima dell’intervallo grazie ai gol diBenteke e Weimann. Nella ripresa la seconda rete di Benteke chiude il match, mentre quella della bandiera diGerrardserve solo ad addolcire la pillola.

La cura Redknapp inizia a dare i suoi frutti e dopo quattro pareggi consecutivi arriva finalmente la prima vittoria in campionato del QPR che gli permette di abbandonare momentaneamente l’ultimo posto in classifica. Nel derby contro il Fulham è una doppietta di Taarabt (straordinario il secondo gol, con suolata e tiro di esterno) a regalare i tre punti ai Rangers. Nel finale il gol di Petric serve solo a evidenziare le doti balistiche del croato e a rendere meno pesante il passivo.

Potrebbe interessarti