Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Premier League: Sorpasso in vetta, lo United sale al comando

di Marco SIMONELLI

Passo falso del Chelsea che, pareggiando con lo Swansea, perde la testa della classifica. Ne approfitta lo United, vittorioso nel big match contro l’Arsenal grazie ai gol di Van Persie ed Evrà. Pareggio anche per il City che ora si trova a -2 dai cugini.

Robin Van Persie , Manchester United v Arsenal

SORPASSO IN VETTA – Nel big match della decima giornata di Premier lo United batte l’Arsenal e si porta in testa alla classifica grazie al pareggio tra Chelsea e Swansea. Inizio shock per l’Arsenal che, dopo appena tre minuti,vedeconcretizzarsi il suo incubo più grande: il gol dell’ex, di quel Van Persie che dopo aver passato otto stagioni ai Gunners ora veste la maglia dei diavoli rossi. Sul rinvio sbagliato di Vermaelen si avventa l’olandese che batte Mannone con un diagonale chirurgico. RVP è scatenato e va vicino al gol al 20’ dopo uno splendido passaggio filtrante di Rooney. L’Arsenal non riesce a reagire e il suo possesso palla sterile favorisce le ripartenze dello United. Prima dell’intervallo il Manchester ha l’occasione per raddoppiare con un rigore, ma Rooney lo calcia a lato.L’inizio ripresa regala altre occasioni allo United, ma Valencia sbaglia il più facile dei gol a porta spalancata e il tiro di Carrick finisce fuori. La prima azione pericolosa dell’Arsenal arriva dopo ben 54 minuti ma Giroud la spreca calciando sull’esterno della rete.Sono ancora i RedDevilsa produrre il miglior gioco e a sfiorare il gol ancora con Van Persie, per poi trovarlo al 67’ con il colpo di testa di Evrà da calcio d’angolo. La partita sembra finire per i Gunners con l’espulsione di Wilshere, ma all’ultimo secondo arriva il gol della bandiera con il gran tiro da fuori di Cazorla.

Perde dunque il primato il Chelsea che contro lo Swansea non riesce ad andare oltre l’1 a 1. I Blues si presentano in Galles con una formazione rimaneggiata in vista della gara di Champions esoprattutto l’assenzadi Mata si fa sentire. Nel primo tempo gli uomini di Di Matteo giocano su ritmi blandi, messi spesso in difficoltà dal gran pressing dello Swansea. Dopo un’ora di gioco finalmente la partita si accende con la splendida punizione di Hazardparata in angolo da un grande intervento di Tremmel. Dal corner arriva il colpo di testa di Cahil e la deviazione sottomisura di Moses che porta in vantaggio il Chelsea. Gli Swans cercano la reazione ma non riescono a rendersi pericolosi fino allo scadere, quando arriva il gran gol di Pablo Hernandez che si accentra e trova l’angolino basso. Chelsea dunque a -1 dai rivali dello Unitede costretto per la prima volta a inseguire in campionato.

Il City non approfitta dello stop del Chelsea e, a Upton Park, non riesce a superare il West Ham.Sono i Citizens che dovrebbero fare la partita ma dopo appena quattro minuti arriva il primo brivido per la squadra di Mancini, con il gol annullato a Nolan per un fuorigioco molto dubbio. Le ripartenze degli Hammers sono efficaci e da queste arriva la traversa di Benayoune il tiro di poco a lato di Carroll. Da qui la partita cambia copione e il City si rende pericoloso in tre occasioni con Balotellie Tevez. Dopo una splendida rovesciata di Carroll, deviata in angolo da Clichy, arriva l’occasione più ghiotta per il City: Barry si ritrova a tu per tu con Jaaskelainen ma calcia clamorosamente a lato. Prima del fischio finale arriva l’ultima chance con Aguero, ma il numero uno del West Ham si fa trovare ancora pronto.

SI ARRESTA LA CORSA AL 4° POSTO – Tra Fulham ed Everton finisce con un pareggio che non serve a nessuno ma che permette ai Toffees di ritornare al 4° posto agganciando il Tottenham. I padroni di casa si portano in vantaggio con la bella punizione di Ruiz che coglie prima il palo e poi la schiena di Howard prima di entrare in rete.La reazione dell’Everton è immediata ma prima Schwarzer si supera su Fellaini e poi il tiro di Jagielka sfiora il palo. Nella ripresa gli sforzi dei Blues portano i frutti sperati, con la doppietta di Fellaini che ribalta il risultato. L’Everton continua a premere e va vicinissimo al gol due volte con Fellaini e con il tiro di Hitzlsperger salvato sulla linea. Quando la partita sembrava finita ecco però che arriva il pareggio dei Cottagers con Sidwell.

Netto passo indietro per il Tottenham che perde contro ilWigan evidenziando problemi che sembravano risolti. Gli Spurs non riescono a macinare gioco, sono lenti e prevedibili e ilWigan ne approfitta, andando vicinissimo al gol con Kone e Maloney, sui quali si supera Friedel. Nella ripresa i Latics capiscono che possono vincere la partita e, infatti, dopo dieci minuti arriva il gol di Watson. La timida reazione del Tottenham è tutta nel colpo di testa di Caulker, ma McCarthy si trova nel posto giusto al momento giusto e salva sulla linea.

Ad AnfieldGerrard raggiunge le 600 gare con la maglia del Liverpool, ma la festa del capitano viene rovinata dal Newcastle di Pardew. Ottima la partenza dei Reds che impongono agli avversari il proprio ritmo ma le occasioni sono poche e affidate ai piedi di Suarez. Piano piano il ritmo cala e nel finale di tempo arriva il gol dei Magpies: cross di Ben Arfa, stop e tiro al volo di Cabaye che finisce sotto la traversa. Nella ripresa il Liverpool ci prova, ma solo Suarez sembra poter fare la differenza e infatti è lui che segna lo splendido gol del pareggio. Sul lancio di 60 metri di Jose Enrique l’uruguaiano stoppa di spalla, salta Krul e mette in rete. Due minuti dopo ancora uno spunto di Suarez mette Shelvey in condizione di segnare, ma il suo tiro è debole e centrale. Nel finale c’è spazio solo per l’espulsione di Coloccini per un brutto fallo su Suarez.

PUNTI SALVEZZA – Continua la striscia positiva del Norwich che vince contro lo Stoke scavalcandolo in classifica. Giocano bene i Canaries, andando vicino al gol con Pilkington e trovandolo nel finale di primo tempo con il colpo di testa di Johnson. Nel secondo tempo arriva la reazione dei Potters ma produce solo un tiro di Jones che sfiora il palo.

Vittoria importantissima in trasferta per l’Aston Villa che sul campo del Sunderland trova i 3 punti necessari per allontanarsi dal terzultimo posto. Il primo tempo è tutto di marca Black Cats, che vanno vicino al gol in più occasioni. Nella ripresa ecco che arriva il gol beffa di Agbonlahor che regala la vittoria ai Villans.

Pareggio che inutile quello tra QPR e Reading, con le due squadre che continuano a navigare in acque profonde. Dopo la rete del vantaggio ospite segnata da Gorkss inizia l’assedio dei Rangers che pesca una traversa e un palo con due punizioni di Granero. Al 66’ Cissè segna il gol del meritato pareggioe a dieci dal termine sfiora il sorpasso con il tiro ravvicinato di Taarabt parato miracolosamente da McCarthy.

Potrebbe interessarti