Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Brasile ed Italia attendono le avversarie per le semifinali

di Davide PITEO

Obiettivo semifinali raggiunto sia per il Brasile che per l’Italia, entrambe le Nazionali nel Girone A vincendo le prime due gare contro Messico e Giappone hanno stacco il pass valido per la penultima gara del torneo, che rappresenta per entrambe anche l’obiettivo minimo.

Spain---Conf-Cup
Spain—Conf-Cup

Girone A: Se il Brasile contro Giappone prima e Messico poi non ha dovuto faticare, affidandosi soprattutto alle magie di Neymar, lo stesso discorso non è applicabile in casa Italia, dove per raggiungere le semifinali gli azzurri hanno dovuto sudare non solo le famose sette camicie, ma hanno letteralmente visto le streghe, dimostrando però di essere un gruppo che in caso di sofferenza sa stringere i denti andare avanti e centrare l’obiettivo. Dunque in termini di classifica senza dubbio la qualificazione ci fa sorridere, anche perché gli azzurri hanno sfatato il tabu della Confederetion  Cup e soprattutto della seconda gara, conquistando la qualificazione, però le prestazioni fornite fin qui non fanno certo sorridere. Infatti il pari contro la Repubblica Ceca nella gara di qualificazione ai Mondiali ed il pari contro Haiti a pochi giorni della Confederetion Cup, hanno lasciato qualche dubbio. Cosi come anche le due vittorie, contro  un discreto Messico gli azzurri hanno vinto ma al tempo stesso anche sofferto e non poco, ancora peggio è stato contro il Giappone che rifacendosi il modello spagnolo (anche la Nazionale nipponica come la Spagna, prende molto dal calcio a 5 sport molto amato in Asia) ha per 90’ minuti stretto alle corde l’Italia, rifilandogli ben 4 schiaffi visto che su 3 reti la quarta è stata annullata. Fondamentale quindi sarà capire cosa sia successo agli azzurri e soprattutto perché sono stanchi, certo la stagione è stata pesante ed è finita ormai da qualche settimana, ma subito dopo è cominciata la preparazione per la Confederetion Cup, quindi parlare di stanchezza è anche riduttivo visto che le gambe sono ancora calde ed attive. A ciò si aggiunge anche il problema della temperatura, infatti il caldo è tanto in Brasile, però non può essere una scusante valida per vedere le streghe per ben 90’ minuti e subire ben 4 reti, anche perché pure i giocatori giapponesi sentivano caldo a cui si va ad aggiungere il lungo viaggio fatto per arrivare in Brasile, ma questo però non gli ha impedito di giocare in scioltezza e brillantezza. Dunque contro il Brasile sarà necessario evitare le gli stessi errori commessi in fase difensiva, perché è vero che c’è la stanchezza ed il caldo, cose che c’erano anche nel Mondiale giocato nel 94 in USA quindi qualche km più a nord, ma ciò non impedì agli azzurri di Sacchi di raggiungere la finale persa ai calci di rigore, partita giocata al Rose Bowl di Pasadena in California e quindi in un’autentica fornace. Ma nonostante ciò la gara di sabato contro il Brasile non solo si preannuncia interessante ed entusiasmante, ma anche decisamente arroventata non solo per il clima, ma anche perché al triplice fischio decreterà chi tra la nazionale carioca e quella azzurra staccherà il  visto per la finale come prima del girone.

Girone B:  Nel secondo raggruppamento sono Spagna e Nigeria le due formazioni in corsa per la qualificazione, le furie rosse dopo aver superato l’Uruguay non dovrebbero incontrare troppe difficoltà contro Tahiti, già sconfitta all’esordio dalla Nigeria. Dal canto suo la nazionale africana dovrà incrociare un Uruguay in cerca di punti dopo la sconfitta patita nella gara di apertura del girone. Partita senza dubbio interessante ma al tempo stesso difficile per entrambe le formazioni, soprattutto quella sud-americana, dato che la Nigeria potrebbe giocare anche per il pari, ma essendo ormai cresciuta come squadra e possedendo anche una buona tattica oltre che grande fisicità e corsa, potrebbe creare non pochi problemi a Cavani e compagni. Match dunque tutto da seguire perché senza dubbio riserverà non poche emozioni.

Risultati Girone A
Brasile – Giappone: 3-0
Messico – Italia: 1-2
Brasile – Messico: 2-0
Italia – Giappone: 4-3
Classifica: Brasile 6, Italia 6, Messico 0, Giappone 0

Risultati Girone B
Spagna – Uruguay: 2-1
Tahiti – Nigeria: 1-6
Classifica: Nigeria 3, Spagna 3, Uruguay 0, Tahiti 0

Classifica marcatori: Oduamandi (Nigeria) reti 3, Jo (Brasile) reti 2, Neymar (Brasile) reti 2, Balotelli (Italia) reti 2, Echiéjilé (Nigeria) reti 2, Paulinho (Brasile) reti 1, Honda (Giappone) reti 1, Kagawa (Giappone) reti 1, Okazaki (Giappone) reti 1, De Rossi (Italia) reti 1, Giovinco (Italia) reti 1, Pirlo (Italia) reti 1, Hernandez (Messico) reti 1, Pedro (Spagna) reti 1, Soldado (Spagna) reti 1, Tehau (Tahiti) reti 1, Suarez (Uruguay) reti 1

Potrebbe interessarti