Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Del Neri si presenta:”Genoa? Un’opportunità fantastica”

Cambio di rotta per viaggiare verso un porto sicuro. Verso una stagione senza il rischio di naufragi, lontano dagli affanni vissuti nel finale di quella passata.

Del Neri-Preziosi – Conferenza Stampa

IL PRESIDENTE ENRICO PREZIOSI – “Penso sia l’uomo giusto. Tra noi si è instaurato un rapporto di stima e credo delle affinità. Ci avevo provato già lo scorso anno, ma per motivi personali aveva deciso di non impegnarsi, né qui né altrove. Continuo a pensare che il Genoa abbia una buona squadra al completo e l’obiettivo di disputare un campionato tranquillo. Eravamo tranquilli, in classifica. Ma non sereni in prospettiva. Questa considerazione ci ha portati a cambiare”

DEL NERI – “E’ un’opportunità fantastica, la soluzione migliore. Penso di aver scelto bene. Conosco Genova e ho stima e rispetto per la tifoseria genoana. Sì, penso che potrà nascere un bel feeling. Il passato non si cancella, ma è passato. Ho scelto di venire anche per la squadra che trovo e per l’ambiente adatto a proporre calcio. Sarà un mese in cui lavoreremo il doppio, io e i miei collaboratori, per acquisire varie informazioni. Poi vedremo se cambiare strada facendo, valutando le cose insieme ai giocatori. Non è mia intenzione togliere le sicurezze acquisite, il mio sarà un approccio finalizzato a sfociare in una ideologia di gioco. Più che di moduli, mi piace parlare di organizzazione. Non ho intenzione di apportare stravolgimenti, semmai di tracciare una strada da seguire. In difesa giocheremo con la linea a quattro, in generale ci sarà da lavorare sotto il profilo mentale. Obiettivi? Fare il meglio. Che può essere segnare un gol in più e prenderne uno in meno. Questa è una squadra giovane, con giocatori importanti, difensori d’esperienza. Devo verificarne le caratteristiche e rendermi conto di diversi aspetti. Le squadre veloci sono quelle che fanno viaggiare rapidamente il pallone e, per questo, occorre correre senza palla. In quest’ultimo anno, dopo dodici continuativi, mi sono rilassato. E’ passato in fretta, ora ho una gran voglia di ricominciare”.

Potrebbe interessarti