Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Premier: I Blues espugnano White Hart Lane, Utd e City non mollano

di Marco SIMONELLI

Un Chelsea stratosferico sfodera l’ennesima grande prestazione contro un Tottenham lontano parente di quello visto nelle ultime apparizioni. Tengono il passo le due squadre di Manchester: vittoria rotonda per lo United, più sofferta quella del City contro il WBA. Battute d’arresto inaspettate per Arsenal ed Everton, che soffrono più del dovuto contro i fanalini di coda Norwich e QPR

Tottenham-Chelsea 2-4

CHELSEA INARRESTABILE – Nell’ottava giornata di Premier tutti gli occhi erano puntati sul lunch match tra Tottenham e Chelsea, con la sfida all’ex Villas Boas per dimostrare, se ancora ce ne fosse bisogno, che questo Chelsea fa sul serio. E anche quest’anno l’allievo dimostra di aver superato il maestro e, dopo la Champions vinta da sostituto di AVB, Di Matteo sfata il tabù di White Hart Lane, dove i Blues non vincevano dal 2005. Il primo tempo è un monologo Chelsea e il gol arriva al quarto d’ora grazie a Cahil, chiamato a sostituire lo squalificato Terry. Le assenze di Dembelè e Bale si fanno sentire e gli Spurs sembrano non riuscire a reagire, ma a inizio ripresa il black out del Chelsea favorisce i gol di Gallas e Defoe. I Blues ci mettono poco a riprendersi dal momento di difficoltà e la doppietta di Mata permette il controsorpasso. Il Chelsea riesce ad amministrare bene il vantaggio, andando vicino al quarto gol con Torres e trovandolo nel finale grazie a Sturridge.

UNITED E CITY ANCORA COSTRETTE A INSEGUIRE – Dopo la vittoria del Chelsea le due squadre di Manchester sono costrette a vincere per tenere il passo della capolista.
Lo United ospita lo Stoke City, che parte forte ed è padrone del campo nei primi minuti. I Potters riescono a trovare il vantaggio grazie alla deviazione di Rooney, che insacca nella propria porta nel tentativo di anticipare Shawcross. Due minuti dopo ci prova Adams a beffare De Gea con un tiro improvviso, ma il portiere è bravo a salvare sulla linea e a ripetersi poco dopo sul tiro di Walters. Lo United trova la reazione giusta con Rooney che, con il suo gol numero 200 e il primo in questo campionato, spegne ogni velleità avversaria. La traversa di Welbeck è solo il preludio al gol del vantaggio, che arriva grazie al solito Van Persie sul finale di primo tempo. A inizio ripresa Welbeck ci mette un minuto a realizzare il gol del 3 a 1 e lo score potrebbe aumentare se Begovic non si superasse su Evans. Lo Stoke riappare magicamente in campo con il gol di Kightly, ma a rimettere le cose in chiaro ci pensa ancora Rooney che segna la rete del definitivo 4 a 2.
Il City affronta in trasferta la rivelazione di questo inizio di stagione, quel West Bromwich distante solo un punto e ancora imbattuto tra le mura amiche. La partita si mette subito male per la squadra di Mancini con l’espulsione di Milner per fallo da ultimo uomo dopo appena venti minuti. I Citizens sembrano però non risentirne e continuano a macinare gioco, andando vicini al gol con una grande azione di Balotelli sulla quale si super Foster. Anche la ripresa segue la stessa trama del primo tempo ma sono i Baggies a passare in vantaggio grazie alla deviazione sottomisura di Long sul tiro di Odemwingie. A cambiare la partita ci pensa Dzeko a dieci dal termine che, come contro il Fulham, segna un minuto dopo essere entrato in campo. Il WBA prova a pungere con Lukaku che in tre occasioni va vicino al gol del vantaggio, ma è ancor il bosniaco del City a segnare, grazie ad una splendida azione in contropiede ben orchestrata da Aguero. Ma la partita non è ancora chiusa e al 94’ il tiro a botta sicura di Lukaku viene salvato sulla linea da Clichy. Missione compiuta per il City, che torna a casa con il bottino pieno in una partita complicatissima.

STOP ARSENAL ED EVERTON, SI AVVICINANO FULHAM E WEST HAM – Prima vittoria del Norwich che davanti ai propri tifosi stende un Arsenal irriconoscibile, soprattutto considerando le buone prestazioni in trasferta. L’inizio di gara è equilibrato, ma al 20’ arriva l’episodio che cambia la partita: il tiro di Tettey, respinto corto da Mannone, finisce sui piedi di Holt che sigla il suo terzo gol consecutivo in campionato. I Gunners non riescono a reagire e la partita scivola via senza particolari emozioni.
Dopo gli stop di Arsenal e WBA arriva anche quello dell’Everton, che pareggia contro il QPR, ultimo in classifica. Sono i Rangers a passare in vantaggio dopo appena tre minuti, grazie all’azione personale di Hoilett. La reazione dei Toffees arriva alla mezz’ora, con il colpo di testa di Distin che colpisce il palo, tocca Julio Cesar e finisce in rete. La partita sembra accendersi con l‘incornata di Jagilka che centra la traversa, ma è solo un’illusione. Nella ripresa non succede più nulla, se non l’espulsione di Pienaar per somma di ammonizioni, e la gara si conclude senza ulteriori emozioni.
Partita equilibrata quella tra Fulham e Aston Villa, con i Cottagers che confermano la qualità del proprio gioco. Bisogna però aspettare l’84’ per vedere il gol partita dei padroni di casa, segnato da Baird sugli sviluppi di un calcio d’angolo.
Grandi emozioni a Upton Park, dove West Ham e Southampton danno vita a una partita piena di gol. Dopo un primo tempo senza reti è a inizio ripresa che i padroni di casa trovano i gol con Noble e Nolan. La rete di Lallana sembra riaprire la partita, ma il rigore trasformato da Noble e il gran tiro di Maiga chiudono definitivamente la partita sul 4 a 1.

BENE LIVERPOOL E SWANSEA, PARI NEL DERBY – Prima vittoria casalinga per il Liverpool che contro il Reading fa vedere per buoni tratti di gara il gioco chiesto dal proprio manager. Partono subito bene i Reds che si rendono più volte pericolosi con Suarez e Sterling. Sono proprio loro due a confezionare il gol del vantaggio, con l’assist dell’uruguayano e il tocco vincente dell’inglese classe ’94. Nel secondo tempo è ancora il Liverpool a fare la partita con un Suarez scatenato, ma la reazione dei Royals rischia di compromettere il risultato. Le buone parate di Jones, sostituto di Reina, su McCleary e McAnuff permettono al Liverpool di difendere il vantaggio e di portare a casa i tre punti.
Dopo un inizio di campionato esaltante ritorna alla vittoria lo Swansea che, al Liberty stadium, batte per 2 a 1 il Wigan. Succede tutto nel secondo tempo, con i gol del doppio vantaggio di Pablo Hernandez e Michu e quello di Boyce racchiusi in appena quattro minuti.
Pareggio per 1 a 1 tra Sunderland e Newcastle nel derby del Tyne-Wear, uno dei più sentiti di tutta Inghilterra. Dopo appena tre minuti sono i Magpies a passare in vantaggio, grazie al tap-in di Cabaye, ma a metà del primo tempo la partita si complica con l’espulsione di Tiotè. Il Sunderland prova a prendere in mano il pallino del gioco forte dell’uomo in più ma non riesce quasi mai a rendersi pericoloso. Il gol del pari arriva grazie ad una sfortunata deviazione di Ba che finisce nella porta sbagliata.

Potrebbe interessarti