Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

I Campioni di Domani: 8° puntata

Di Leonardo FRANCESCHINI

Un’altra settimana di calcio è passata, il campionato sta per tornare, anche se con un leggero anticipo (si giocherà Lunedì), ed oggi, invece, è Giovedì. Per i lettori di FM, arrivati al quarto giorno della settimana la rubrica “I Campioni di Domani” è ormai diventato un appuntamento fisso. Per questa ottava uscita siamo andati a cercare talenti più alla luce del sole, esattamente sotto i riflettori della Champions League. Stiamo parlando in particolare di Dennis Praet, un centrocampista belga che veste la maglia dell’Anderlecht, club calcistico “fiammingo” per eccellenza.

Dennis Praet in una conferenza stampa pre-Champions

 

DENNIS PRAET                                         14/05/1994  Leuven (Bel)

CLUB: Anderlecht

NAZIONALE: Belgio U21

RUOLO: Trequartista / Centrocampista esterno

VALUTAZIONE SUL MERCATO: 2.500.000 (Fonte: Transfermarkt)

CARATTERISTICHE FISICHE: Il giovane trequartista belga è un brevilineo, agile negli spazi stretti palla al piede ma altrettanto veloce se ha la possibilità di sfruttare situazione a campo aperto. La fisicità va migliorata, perché se con la palla Praet riesce comunque il più delle volte a resistere ai tackle degli avversari, in fase di marcatura (compito che comunque gli spetta nello scacchiere tattico dell’Anderlecht), gli riesce difficile “tener botta” nei contrasti spalla a spalla o nel gioco aereo.

CARATTERISTICHE TECNICHE: Usa il suo piede naturale, il destro, come se fosse un fioretto sia per mandare i compagni in porta che per finalizzare. Denota un’eccellente visione di gioco, aiutata, come detto, dalla possibilità di fare più o meno ciò che vuole con il suo destro. Il ruolo in cui viene impiegato, trequartista in un 4-2-3-1 stile “Roma spallettiana”, privilegia molto i suoi frequenti inserimenti che spesso lo portano a presentarsi in zona goal, con ottimi risultati. L’anno in corso potrebbe essere quello della consacrazione per Praet e per quanto s’è visto finora sembra evidente come il biondo centrocampista abbia imboccato la strada giusta. L’esordio in Champions è arrivato addirittura ad Agosto, nell’ottavo giorno dell’ultimo mese estivo, durante i preliminari ai quali la squadra di Bruxelles ha dovuto partecipare per qualificarsi alla fase a gironi. Come tutti sappiamo, l’Anderlecht, si è guadagnato l’accesso alla competizione continentale ed è tutt’ora in corsa per raggiungere gli ottavi. I belgi sono andati a finire nel girone C, insieme ad una delle due italiane presenti in Champions: il Milan. Proprio alla “scala del calcio” Praet ha fatto il suo ingresso in campo, uscendo dalla panchina, ormai due mesi fa. Dopo il vero battesimo europeo Dennis è riuscito a scalare la graduatoria nelle preferenze di mister Van den Brom arrivando a soffiare il posto a Kanu, titolare nel ruolo di trequartista fino alla passata stagione. Adesso Praet, nonostante si appena maggiorenne è un punto fermo dei bianco-viola: in campionato ha collezionato nove presenze condite anche con due goal e tre assist decisivi; in Champions, dopo i dieci minuti finali giocati a “San Siro”, si è conquistato una maglia da titolare nel back-to-back (prima Zenit-Anderlecht in Russia, poi, a parti invertite Anderlecht-Zenit a Bruxelles) con lo Zenit di San Pietroburgo. Infine, a Settembre, ha vestito per la prima volta la maglia del Belgio U21. Il prossimo passo ? Il super Belgio della “golden-generation” che annovera tra i suoi gente come Hazard, Witsel, Vermaelen, Vertonghen, Alderweireld, Kompany, Courtois, Fellaini, Mertens ed altri giovani o già affermati campioni. Il trequartista da Leuven con il 28 sulle spalle, a breve, ne siamo certi, andrà ad infoltire questo elenco di grandi calciatori provenienti dal Belgio.

PARAGONE: Christian Eriksen (Ajax)

[vsw id=”IWqoNWFIF2U” source=”youtube” width=”550″ height=”344″ autoplay=”no”]

 

Potrebbe interessarti