Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

L’Italia è arrivata in Brasile. Esordio domenica contro il Messico

“Il nostro mondiale comincia ora: un anno di preparazione, e questo torneo di giugno è la prima tappa”, dice il commissario tecnico degli azzurri. Dal torneo premondiale tutti hanno più da perdere che da guadagnare.

Maracanà
Maracanà

L’avventura azzurra in Brasile per la Confederations Cup 2013 è ufficialmente iniziata. L’Airbus A330 dell’Alitalia, partito ieri sera da Fiumicino con a bordo la Nazionale di Cesare Prandelli, è atterrato a Rio de Janeiro poco dopo le 5 e 30 ora locali, le 10 e mezzo del mattino in Italia. Gli azzurri sosterranno nel pomeriggio il primo allenamento in terra brasiliana, una seduta che servirà a testare la condizione della squadra a 24 ore dall’amichevole in programma martedì con Haiti (calcio d’inizio alle 20.45 ora italiana).  L’esordio nella Confederations sarà domenica 16 giugno, quando l’Italia affronterà il Messico al Maracanà di Rio.

Prandelli spera almeno di ripercorrere strade analoghe all’ultimo Europeo sul piano del gioco, regalando alla nazionale certezze non ancora acquisite. Personali, con Balotelli ripiombato in errori “di pancia”, come il ct ha definito la sua ‘twittomania’; o collettivi, con il 4-3-3 a lungo inseguito ma ora più vicino con la carta Cerci. In attesa di aggregare Verratti e altri azzurrini, è questo il progetto Italia in Brasile.

Potrebbe interessarti