Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Qual è la differenza tra il betting exchange e le scommesse sportive?

In Italia ci sono tantissimi amanti del calcio, la maggior parte dei quali seguono regolarmente la Serie A e le principali competizioni europee. In molti sono anche appassionati delle scommesse sportive, una tradizione iniziata nel 1946 con la prima schedina del Totocalcio, oggi sostituita in parte dal betting online.

Per scommettere sul calcio esiste il metodo tradizionale, con lo studio delle quote dei bookmakers autorizzati con licenza ADM, analizzando i pronostici per capire quali potrebbero essere i possibili esiti degli incontri. Altrimenti è possibile scommettere con il betting exchange, una modalità diversa proposta da concessionari legali come Betfair casinò.

Ovviamente ci sono molte differenze tra il betting e il betting exchange, infatti si tratta di due sistemi completamente diversi con i quali scommettere sulle partite di calcio. In entrambi i casi è fondamentale giocare in modo responsabile, rivolgendosi soltanto a società abilitate e affidabili, ad ogni modo è importante capire quale opzione scegliere in base alle proprie esigenze.

Cos’è il betting exchange e come funziona

Il betting exchange è un metodo alternativo per scommettere sul calcio, infatti invece che utilizzare le quote prefissate dei bookmakers si impiega un sistema differente, con il quale le quote sono determinate dagli utenti. In pratica basta accedere alla piattaforma di betting online, dopodiché ogni utente propone le sue probabilità sugli incontri in programma.

A questo punto le altre persone interessate possono accettare la quota e scommettere contro l’evento, di fatto convalidando la posizione. In questo modo si bypassano i bookmakers, poiché le quote sono determinate dagli utenti, bisogna soltanto trovare qualcuno che banchi la scommessa puntando sull’esito contrario per attivare l’evento.

Naturalmente può capitare che nessun utente accetti la quota indicata, in questo caso la scommessa non è valida e non si perde nulla. La piattaforma ricarica una piccola commissione su ogni puntata attivata, in questo modo si possono evitare le dinamiche tipiche dei bookmakers e puntare contro altri giocatori, secondo un modello basato sulla community di appassionati di betting online.

Ogni utente può scegliere se essere la persona che propone la scommessa, oppure quella che la accetta puntando sull’esito opposto, valutando con attenzione se la quota prevista è adeguata in base ai pronostici e alle proprie analisi. Questo approccio riduce la complessità, infatti non sono disponibili scommesse combinate come le multiple, ma appena quelle tradizionali.

Meglio il betting o il betting exchange?

La scelta del tipo di scommesse sportive dipende sempre dalle proprie esigenze personali, ricordando ancora una volta l’importanza di giocare in maniera responsabile, evitando comportamenti eccessivi come sottolineato dalle linee guida dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il primo aspetto da valutare, dunque, è individuare un operatore serio e qualificato, in possesso di una regolare licenza ADM.

Dopodiché bisogna capire quale metodo potrebbe essere più adatto alle proprie necessità, considerando che il betting exchange richiede una certa esperienza. Rispetto al betting classico, infatti, è indispensabile essere capaci di analizzare le quote proposte e comprendere velocemente se possono essere convenienti, in base alle proprie previsioni sul possibile esito della partita.

Nelle piattaforme tradizionali sono i bookmakers che offrono le quote fisse, ad eccezione della modalità live dove possono cambiare in base al corso dell’incontro. Per questo motivo rappresenta ancora un settore di nicchia in Italia, con un quota di mercato piccola rispetto al totale delle scommesse sportive.

Scommesse online: come puntare in modo responsabile

Le scommesse sportive hanno da sempre esercitato un certo fascino sugli appassionati di sport, come dimostra il successo del Totocalcio in oltre 70 anni di storia della schedina. L’appuntamento della domenica al bar per assistere alle partite era un evento fisso per migliaia di persone, mentre oggi continua ma a distanza, con i match sulla smart TV e il betting virtuale su pc o smartphone.

In qualsiasi caso è fondamentale giocare in modo coscienzioso, affidandosi a concessionari che mettono a disposizione strumenti utili, come i limiti per le puntate e le restrizioni per la durata delle connessioni all’interno delle piattaforme. In questo modo è possibile divertirsi in maniera legale e sicura, prendendo con filosofia i pronostici errati e gli esiti che non vanno come previsto.

Potrebbe interessarti