Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Scommesse: Un punto di penalità per il Napoli e 9 mesi per Cannavaro

Sono queste le richieste del procuratore federale Stefano Palazzi al termine dell’udienza del processo a Roma per il presunto illecito della partita del 2010 con la Sampdoria. Chiesti anche tre anni e tre mesi per Gianello e per il club anche 100 mila euro di multa

Paolo Cannavaro

Un punto di penalizzazione e 100mila euro di ammenda per il Napoli, nove mesi di squalifica per Paolo Cannavaro e Gianluca Grava e tre anni e tre mesi per Matteo Gianello. Questa la richiesta sanzionatoria avanzata dal procuratore federale Stefano Palazzi per il Napoli nel corso della sua requisitoria del processo sportivo sul calcioscommesse in corso di svolgimento a Roma per la tentata combine della partita con la Samp del 16 maggio del 2010.

Secondo Palazzi “il Napoli deve rispondere di responsabilità oggettiva, sia per l’illecito contestato di Matteo Gianello che per omessa denuncia dei due destinatari, Paolo Cannavaro e Gianluca Grava”. Il procuratore federale chiede la sanzione per Gianello di “tre anni e tre mesi (tre anni per illecito e tre mesi per continuazione per contatti finalizzati alle scommesse, ndr)”, mentre per Cannavaro “dato il rifiuto, il fatto che si sia risentito e il ruolo, chiede la squalifica di nove mesi come anche per Grava”.
Per il Napoli in relazione a tutti gli illeciti, per responsabilità oggettiva il procuratore chiede “la sanzione di un punto e 100mila euro di ammenda (45mila euro per omessa denuncia di Cannavaro, 45mila per omessa denuncia di Grava e 10 mila per contatti finalizzati alle scommesse di Gianello, ndr)”.

Potrebbe interessarti