Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Serie B: Il Frosinone rimanda la festa del Carpi. Vicenza secondo

Giornata 37 in Serie B: rimandata la festa del Carpi, sconfitto a Frosinone; gode il Vicenza, ora secondo da solo; colpo Pescara nel derby abruzzese, continua a volare il Catania di Maniero e Marcolin. Ancora nessuna vittoria esterna per il Livorno di Panucci.

Doveva essere la grande giornata del Carpi, invece nella 37a di Serie B, è il Vicenza a prendersi tutta la scena; i ragazzi di Marino superano in casa il Varese, e, approfittando del pareggio esterno del Bologna a Bari, si issano al secondo posto della classifica, in solitaria. A decidere la sfida del Menti ci pensa un colpo di testa a inizio ripresa di Nicolò Brighenti, bravo a svettare più in alto di tutti sugli sviluppi di un corner battuto dalla destra da Di Gennaro.

Come detto, i biancorossi approfittano dell’ennesimo stop del Bologna, che, nell’anticipo serale del venerdì, impatta sull’1-1 al San Nicola. Gli emiliani passano in vantaggio con un bello stacco di testa di Masina al dodicesimo del primo tempo, ma si fanno raggiungere, poco dopo, da un penalty assegnato dall’arbitro Maresca per una stupidaggine di Maietta, che a palla in gioco spintona in area Gottini; dagli undici metri si presenta Caputo: palla da una parte, portiere dall’altra.

Fallisce il primo match point Serie A il Carpi: al Matusa, infatti, il Frosinone, motivatissimo dalla prospettiva sorpasso, ai danni ancora del Bologna di Lopez, s’impone per una rete a zero, firmata Blanchard. In un colpo solo i ciociari rimandano i festeggiamenti della capolista e salgono al terzo posto della graduatoria, a una sola lunghezza dalla seconda posizione.

Intanto il Catania di Marcolin continua la sua risalita decisa in classifica: al Massimino, è di scena la Ternana, liquidata con un britannico 2-0; ad aprire le danze la rete numero 18 in stagione di Riccardo Maniero, giunta proprio allo scadere della prima frazione. A chiudere i conti ci pensa, poi, Castro, a dodici dalla fine, lanciato in campo aperto da un perfetto assist di Emanuele Calaiò. Per i rossoblù, quinta vittoria consecutiva. Colpaccio del Pescara che batte il Lanciano nel Derby d’Abruzzo e si rilancia nuovamente in zona playoff; al Biondi fa il suo ritorno da ex il tecnico biancazzurro Baroni, protagonista assoluto lo scorso anno della bella stagione rossonera; la sfida viene decisa dalla rete, alla mezz’ora del secondo tempo, dell’islandese Bjarnason. Con questi 3, il Delfino è ora a quota 54 punti, a parimerito con Spezia e Avellino, in sesta posizione.
Pubblico delle grandi occasioni al Renato Curi, dove Perugia e Livorno si affrontano in quello che è un vero e proprio spareggio playoff; quinta contro settima, Perugia imbattuto da sette giornate (4 vittorie, 3 pareggi), striscia aperta anche per Panucci, a caccia della prima affermazione lontano dal Picchi. La sfida, che termina 1-1, si sbocca all’undicesimo quando Jelenic a porta sguarnita, infila con un bel destro all’incrocio dei pali. Il pareggio arriva a otto dal termine: autore del gol Fabinho, bravo a calciare nel modo giusto un calcio di punizione dai venticinque metri.

Con la miseria di un solo punto conquistato nelle ultime due gare, l’Avellino, pur sempre sesto e dunque in piena zona playoff, attende la Virtus Entella di Mr. Aglietti. Finisce 1-1: sbloccano gli irpini, al 26o del primo tempo con Pisacane, pareggiano gli ospiti al 23o del secondo tempo con Cutulo, che dai venti metri lascia partire un potente sinistro che non da scampo all’estremo difensore campano.

Modena-Crotone finisce 3-0. Partita senza storia: gli emiliani la sbloccano al quarto d’ora con Garritano. Il raddoppio lo firma Ciolek, a cinque dall’intervallo. A chiudere i conti ci pensa, infine, il Diablo Granoche, che si procura e trasforma, un calcio di rigore al 22o della ripresa. Lo Spezia di Bjelica travolge al Picco il Trapani di Cosmi: doppietta per Andrea Catellani, 15 per lui in campionato; in mezzo la rete di Kvrzic: 3-0 il risultato finale. Pro Vercelli e Latina si giocano al Piola una grossa fetta di salvezza: entrambe a quota 41 punti, le formazioni di Scazzola e Iuliano danno vita ad una sfida equilibrata che termina 1-1, con due reti firmate entrambe da due difensori: Brosco porta in vantaggio i nerazzurri al 35o, Coly pareggia i conti all’80o.
Brescia-Cittadella finisce a reti inviolate.
Quando mancano 5 giornate al termine, si torna in campo già lunedì e martedì per l’ultimo turno infrasettimanale della stagione.

Pierluigi De Ascentiis

Potrebbe interessarti