Bundesliga: Scandalo a Dortmund! Rigore segnato e poi cancellato

II Bayern Monaco si impone 2-0 contro il Colonia e rimanda la festa del Leverkusen. E' piena lotta Champions tra Lipsia e Dortmund. Il Mainz vince e accorcia sul Bochum. Lo Stoccarda stende 3-0 l'Eintracht e aggancia i bavaresi secondi

Dopo la batosta della scorsa settimana a Heidenheim e il 2-2 in Champions all’Emirates Stadium contro l’Arsenal con un quarto di ritorno tutto ancora da giocare, il Bayern ritorna a vincere in campionato. Il Colonia fa quel che può, non sfigura ma allo stesso tempo non approfitta degli spazi lasciati dagli avversari. Spazi invece dove si è inserito il Bayern Monaco e che lo ha portato al successo per 2-0. In seguito alle varie occasioni di R. Guerreiro, H. Kane e M. Tel, all’Allianz Arena la partita viene sbloccata al 65′ dal grandissimo tiro a giro dal limite dell’area di rigore del portoghese. Archivia definitivamente la pratica al 90+3′ Thomas Muller sull’orrore difensivo di L. Waldschmidt che litiga con il pallone. I bavaresi si portano al secondo posto, rispondono allo Stoccarda e si proiettano alla sfida da dentro o fuori di Mercoledì ore 21.00 in casa propria. Il Colonia invece scivola al penultimo posto a -4 dalla terzultima posizione (valida per lo spareggio) occupata dal Mainz.

Il Borussia Dortmund dopo lo scontro diretto perso contro lo Stoccarda e il 2-1 subìto dall’Atletico a Madrid, ritorna a respirare a Gladbach dove vince il Borussen Derby contro il Borussia M. Tra le due compagini sono bastati 45 minuti per decidere la partita. Ad accendere subito la partita è il sinistro di M. Sabitzer sul lancio che ha tagliato tutto il campo di N. Schlotterbeck. Nel giro di pochi minuti, quest’ultimo subisce fallo in area e dagli 11 metri arriva la doppietta dell’austriaco M. Sabitzer che non si lascia ipnotizzare dal portiere e lo spiazza. Al 36′ sul calcio piazzato battuto da F. Honorat, M. Wober con una frustrata aerea tenta di riaprire i conti prima dell’intervallo.
Quello successo però ad inizio ripresa ha dell’incredibile. Dopo un rigore inizialmente fischiato e realizzato poi dall’attaccante senza l’ok definitivo dell’arbitro stesso e nel mezzo di una revisione al Var, quest’ultimo ha richiamato il direttore di gara al monitor per un fallo antecedente, ribaltando così poi la decisione. Niente rigore e niente gol. Oltre al gol fantasma di M. Sabitzer però la situazione rimane invariata nonostante l’espulsione per doppia ammonizione a K. Adeyemi al 55′ che salterà il Leverkusen il prossimo 21 Aprile. I “Puledri” si rendono pericolosi solo nel recupero corposo del 90′ dove la difesa delle “vespe” non si è fatta trovare impreparata, respingendo ogni mossa. Il Dortmund così tiene il passo del Lipsia che ha battuto il Wolfsburg. Dall’altra parte il Gladbach frena dopo il tris ai danni proprio dei “Lupi” e resta fermo all’11° posto a quota 31 a +5 dalla zona retrocessione.

Il Lipsia non molla il quarto posto. 3-0 al Wolfsburg. Nonostante un possesso palla perfettamente equilibrato, è il Lipsia a costruire di più e a rendersi più pericoloso partendo già dai primi 10 minuti con il vantaggio trovato dallo spagnolo Dani Olmo. E dopo aver cercato il raddoppio per tutto il primo tempo e una sola occasione creata dagli avversari al 63′, l’11 titolare di M. Rose al 68′ si porta avanti 2-0 con il gol di B. Sesko. Chiude i conti la rete al 82′ di L. Openda. Male il Wolfsburg che dopo l’unica vittoria del 2024 lo scorso 30 Marzo, sta ritornando negli abissi, rischiando così di compromettere il posto nella massima serie. Sabato prossimo nella lotta salvezza ospiterà in casa il Bochum che si trova sotto di un solo punto.

E se la lotta al titolo si è già chiusa con largo anticipo, lo stesso non si può dire della lotta a non retrocedere contesa da ben 5 squadre. Al pareggio di 1-1 tra Bochum e Heidenheim con un gol annullato per parte per fallo di mano e l’autogol di K. Schlotterbeck al 81′ che poi si fa perdonare al 90′ agganciando il pari, risponde il Mainz con un poker sull’Hoffenheim. Successivamente all’1-0 targato P. Haderabek al 19′, gli Zerocinque la riprendono nella ripresa dove prima la pareggiano con J. Burkardt e poi la vincono con P. Mwene, B. Gruda e K. Oniswo. Il Mainz così si porta ad un solo punto dalla salvezza sicura senza dover affrontare lo spareggio (andata e ritorno) contro la terza classificata della 2. Bundesliga.
Lo Stoccarda domina e stravince 3-0 contro l’Eintracht Francoforte. Primo tempo straripante per i “Rossi” che hanno completamente annientato le “aquile” aprendo e chiudendo la gara. In seguito alla bordata di destro di S. Guirassy all’11’ sul lancio verticale di A. Stiller, i padroni di casa hanno subito raddoppiato al 17′ con D. Undav dopo aver strappato il pallone R. Hoch. Mette definitivamente i 3 punti in cassaforte J. Leweling. Nella seconda frazione di gara la formazione di S. Hoeness amministra il punteggio rischiando poco o nulla. Lo Stoccarda così aggancia il Bayern secondo e sale a +7 dal quinto posto. Un traguardo impensabile se si pensa che solo 10 mesi fa si giocava la salvezza contro l’Amburgo. Dall’altro lato l’Eintracht con questo andamento (2 pareggi e 2 sconfitte nelle ultime quattro partite) rischia di perdere l’ultimo posto disponibile per entrare in Europa. Con una possibile vittoria dell’Augsburg infatti, quest’ultimo lo raggiungerebbe sesto a pari punti.

Ludovica Licitra
Ludovica Licitra

Nata nel 2001, amante del calcio fin da bambina, scrivo per trasmettere emozioni. Coltivo la mia passione affinchè un giorno possa trasformarla nel mio lavoro.