Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Champions League: Troppa paura, tra City e Real Madrid si chiude a reti bianche

Malgrado l’assenza di Cristiano Ronaldo, i Galacticos sono più pericolosi degli inglesi – salvati dalla traversa e dalle parate di Hart – ma il risultato non si sblocca: la qualificazione si deciderà al Bernabéu

MANCHESTER CITY – REAL MADRID. Prima semifinale di Champions all’Etihad Stadium tra la matricola inglese e i blancos madrileni. Scorrono le formazioni, e se da una parte ci sono De Bruyne, Silva e Navas a supporto di Aguero tra le file degli ospiti spicca l’assenza del cannoniere principe della competizione: Cristiano Ronaldo, vittima di un risentimento muscolare. Al suo posto Zidane lancia il canterano Lucas Vazquez.

Lo spettacolo offerto non è dei migliori con le due squadre timorose e ben disposte in campo che finiscono per annullarsi. Nel primo tempo da segnalare solo un’ entrata di Pepe su Kevin de Bruyne, punita con il giallo ma al limite dell’espulsione e l’infortunio di Silva al 40′.
Nella ripresa il copione non cambia. Il City latita nel creare occasioni offrendo al Real la possibilità del colpo grosso. Al 77′ Jesè prende la traversa, poi sono Casemiro e Pepe ad impegnare Hart ma il risultato non si sblocca.

Uno 0-0 che per quanto visto può soddisfare gli inglesi, ancora in piena corsa nonostante una prova opaca. Il Real, costretto a vincere al Bernabeu a questo punto, ha scoperto se mai servisse conferma l’importanza di CR7 la cui assenza ha pesato non poco. Appuntamento a Madrid mercoledì prossimo.

Gianluca Lorenzoni

Potrebbe interessarti