Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Coppa Italia: Festa Lazio contro la Cremonese! All’Olimpico finisce 4-0 per i biancocelesti

Le reti di Patric e Parolo nel primo tempo, di Immobile su rigore e Bastos nella ripresa regalano i quarti con il Napoli

Nessun problema per la Lazio che travolge una buona Cremonese per 4-0. Apre le marcature Patric, poi Parolo, Immobile e Baston portano i biancocelesti ai quarti dove se la vedranno con il Napoli.

È terminata con il risultato di quattro a zero per i biancocelesti di Simone Inzaghi la sfida degli Ottavi di finale di Coppa Italia, che ha visto la Lazio trionfare sulla Cremonese. Ora i laziali affronteranno il Napoli nel prossimo turno.

Pagelle Lazio:

Proto 6: Non che corra grandi pericoli, ma ci mette i guantoni su Ciofani nel primo tempo, e su Palombi nel secondo.

Acerbi 6,5: Lui di partita non ne salta davvero una, e oggi sembrava anche si stesse davvero divertendo, sopratutto quando senza correre rischi, saliva a ridotto dell’area avversaria.

Luiz Felipe 6: La Lazio di pericoli ne corre davvero pochissimi, e uno di quei pochi che arrivano, passano dalle sue responsabilità, come quando si fa anticipare da Ciofani.

Bastos 6,5: Fa capire subito a Palombi che lui ha un fisico eccezionale, ma in qualche occasione l’attaccante avversario lo batte in velocità. Nel finale un goal buono solo per umore e statistiche.

Patric 6,5: Per carità, un goal e tantissima spinta sulla fascia, ma tutto ciò anche grazie ai demeriti degli avversari.

Parolo 6: In avvio qualche errore di troppo in fase di impostazione, poi tocca un pallone che carambola in rete e mette le cose in netta discesa.

Cataldi 6,5: Un esercizio di stile, un allenamento per perfezionare un nuovo ruolo: quello di vice-Leiva.  E l’esperimento di Inzaghi sta diventando sempre più interessante.

Berisha 5: Da lui ci si aspettava una svolta, una consacrazione o comunque un segnale positivo dove il contributo nel goal contro il Napoli. Invece non è arrivato nulla di tutto ciò.

Jony 6,5: Stesso discorso di Patric. Anche lui spinge senza che gli venga mai messo un freno, fornisce due assist, ma ci sono anche molti demeriti di Zortea in tutto ciò che ha fatto stasera lo spagnolo.

Immobile 7: In molti pensavano che andasse a sedersi in panchina a favore di Caicedo, invece Immobile scende in campo, offre il solito prezioso lavoro spalle alla porta, e quando si presenta l’occasione realizza anche un calcio di rigore.

Adenkanye 7,5: In una partita che risulta più un allenamento a porte aperte che un vero e proprio impegno, le cose migliore le mostra lui: si sbatte, corre, gioca di sponda con Immobile, insomma, sta crescendo e non poco. Gli è mancato solamente il goal (peccato per il fuorigioco).

Anderson D.: S.V

Anderson A. : S.V

Minala: S.V

Pagelle Cremonese:

Agazzi 4,5: Un errore grave sul primo goal di Patric, sfortunato in occasione del secondo, dove si fa anche male ed è costretto a lasciare il campo.

Caracciolo 4,5: Serata negativa per tutta la difesa, ma lui provoca anche un calcio di rigore.

Terranova 5: Prova a mettere una pezza ovunque, ma i buchi sono decisamente troppi e impossibili da coprire.

Bianchetti 5: Stesso discorso del suo compagno di reparto, a tratti non riesce a limitare Adenkanye, bravo nel svariare.

Zortea 4: Gli esterni della Cremonese sono croce e delizia della squadra: nel caso di Zortea, parliamo di una croce, visto che dalle sue parti Jony fa letteralmente quello che vuole, quando vuole e come vuole.

Deli 6,5: Prova a dare un’identità al suo centrocampo, a non far ragionare Cataldi e arriva anche due volte alla conclusione. Il migliore senza ombra di dubbio.

Castagnetti 4: Lento, impacciato, spesso sbaglia i tempi.

Arini 5,5: Ci prova a dare gioco, ma la differenza tecnica rispetto ai suoi avversari è troppo evidente in quella zona del campo.

Renzetti 5: Rispeto a Zortea lui in avanti si fa vedere un po’ di più, ma riesce a far sembrare Patric un fenomeno…

Ciofani 4,5: Le occasioni non sono molte, e quando arrivano non riesce a capitalizzarle: prima un tiro che impegna Proto, poi da due passi sbaglia un goal clamoroso.

Palombi 6: Nel primo tempo un tiro di testa troppo telefonato, poi prova a rimediare con una buona conclusione. Soffre la fisicità di Bastos, ma è l’unico che prova a non lasciare riferimenti alla difesa laziale.

Ravaglia 5: Si fa ipnotizzare da Immobile sul calcio di rigore, verso il finale nega la doppietta a Patric, poi però si fa di nuovo battere, stavolta da Bastos di testa, che però viene completamente lasciato solo.

Potrebbe interessarti