Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Coppa Italia: L’Atalanta cala il tris e vola in finale! Napoli ko 3-1

L'Atalanta di Gasperini dopo lo 0-0 al Diego Armando Maradona vince 3-1 la gara di ritorno di Semifinale di Coppa Italia contro il Napoli e vola in finale, dove incontrerà la Juventus.

ATALANTA-NAPOLI 3-1
10′ Zapata (A), 16′ e 78′ Pessina (A), 53′ Lozano (N)

La Dea parte subito alla grande, trovandosi già in vantaggio di due goal nel giro di soli 15 minuti. Prima con un grandissimo tiro di Zapata che spacca la porta dalla distanza, e poi con Pessina palo goal in area di rigore con assist proprio del Colombiano. E’ stato un primo tempo caratterizzato da tante occasioni per i Bergamaschi dove più volte sono andati vicini al 3-0 e da qualche tiro di Insigne, l’unico che del Napoli ha provato a fare qualcosa, con scarsi risultati.

Nella seconda parte di gara è entrato un altro Napoli con la voglia di provare ad agganciare il risultato e un’Atalanta sofferente che non riusciva a ripartire. Al 50esimo prima vera occasione pericolosa degli azzurri dove su una verticalizzazione, Lozano sbuca tra i difensori mancando però l’aggancio per pochissimo con il pallone che finisce tra le mani del portiere. Dopo 2 minuti però si fa perdonare con un tap-in accorciando le distanze.

Al 66 e al 68esimo è Ospina a salvare e a cercare di tenere aperto il risultato facendo 2 importanti interventi, prima su un tiro potente ma centrale di Ilicic dove allunga le mani mandando la palla in calcio d’angolo e poi respingendo su una bella coordinazione e successivo tiro di Pessina.

Subito dopo sono i Partenopei a rendersi pericolosi nell’altra metà campo, impegnando Gollini ad una super parata su un tiro in allungo di Osimhen, ad un passo dal pareggio che molto probabilmente avrebbe cambiato l’andamento della partita. Infine al 78esimo in un momento in cui i nerazzurri stavano soffrendo ci pensa Pessina a chiudere la gara dimostrandosi lucido al tu per tu col portiere facendogli lo “scavetto” mandando la palla in rete. 

Potrebbe interessarti