Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Coppa Italia: Troppa Juve per l’Udinese, i bianconeri calano il poker e volano ai quarti

Higuain e Dybala si divertono, ai quarti la vincente tra Roma e Parma

Sarà la Juventus a giocare il prossimo 22 gennaio il quarto di finale di Coppa Italia contro la vincente di Parma-Roma in programma domani. All’Allianz Stadium di Torino, gli uomini di Maurizio Sarri hanno avuto la meglio sull’Udinese con un netto 4-0. I friulani, che arrivavano da tre vittorie di fila in campionato, hanno così incassato la seconda sconfitta stagione contro la Juventus che già un mese fa si era imposta in campionato per 3-1.

A sorpresa i padroni di casa si sono presentati in campo senza Ronaldo che non è stato impiegato a causa di un’improvvisa sinusite, ma i compagni di reparto non hanno fatto assolutamente sentire la sua mancanza. Al 16′ del primo tempo Dybala e Higuain hanno confezionato un gol tutto argentino scambiando ripetutamente con una serie di sei passaggi finalizzati dal Pipita che sul filo del fuorigioco ha ricevuto l’ultimo passaggio e ha infilato il portiere Nicolas all’angolino. Una rete che ha permesso alla Juventus di segnare per la 39esima gara consecutiva allo Stadium tra tutte le competizioni.

Dieci minuti più tardi è stato Dybala a raddoppiare: la Joya ha trasformato dagli undici metri un rigore procurato pochi istanti prima da Bernardeschi imbeccato da Higuain e messo a terra dal portiere che non è riuscito a frenare la propria uscita. Il 3-0 è arrivato invece al 13′ della ripresa con Dybala dopo che pochi minuti prima era stato annullato un gol a Higuain: proprio il Pipita ha servito il connazionale che dal vertice destro dell’area ha fatto partire un mancino a giro che si è infilato nel sette. Il poker l’ha servito sul piatto tre minuti più tardi Douglas Costa che ha trasformato il secondo rigore della serata fischiato dall’arbitro per un tocco di mano di Nuytinck su conclusione di Rugani.

Potrebbe interessarti