Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf
CHAMP

Verso Juve-Celtic: In attacco torna Quagliarella. Conte predica calma

La Juventus ha vinto l’andata contro il Celtic per 3-0, ma il suo tecnico Antonio Conte ha avvisato i suoi dicendo che manca ancora l’ultimo gradino. A Parigi, senza Ibra, arriva il Valencia.

Antonio Conte

QUAGLIARELLA TORNA TITOLARE –  Conte affiderà l’attacco alla coppia Matri- Quagliarella per far riposare Vucinic, mentre in difesa ci sarà Marrone al posto di Chiellini. Isla potrebbe prendere il posto di Vidal sulla corsia di centrocampo, mentre sembra esser confermato l’utilizzo di Pogba dal primo minuto, insieme a Pirlo e Marchisio

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Marrone; Isla, Pogba, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Quagliarella, Matri. A disposizione: Storari, Peluso, Lichtsteiner, Vidal, Giaccherini, Giovinco, Anelka. All.: Conte

Celtic Glasgow (4-4-2): Forster; Matthews, Ambrose, Wilson, Izaguirre; Ledley, Wanyama, Mulgrew, Forrest; Hooper, Samaras. A disposizione: Zaluska, Brown, Lustig, Watt, Commons, Miku, Lassad. All.: Lennon

A TORINO ARRIVA IL CELTIC –  Il 3-0 dell’andata ha garantito agli  uomini di Conte una certa tranquillità in vista della gara di ritorno allo Juventus Stadium. Ma Antonio Conte non vuole cali di tensione per questo predilige calma:”Il passaggio del turno e’ molto importante e la partita non verra’ sottovalutata da parte mia e da parte dei calciatori. Sara’ un banco di prova per tutti questa, iniziando dal sottoscritto, per i calciatori e per la societa’. La partita di andata ha messo una seria ipoteca sul passaggio del turno ma il calcio puo’ riservare delle sorprese se non affronti le partite con la giusta attenzione, soprattutto con una squadra come il Celtic, molto fisica che puo’ creare problemi sulle palle inattive. Domani serve massima concentrazione, vogliamo andare avanti, ne abbiamo le possibilita’ e dobbiamo dare il massimo. Dal canto suo gli scozzesi non hanno nulla da perdere  per questo sarà una gara da prendere con le molle.

IL PSG ATTENDE IL VALENCIA – All’andata finì 2-1 per i francesi, ma questa volta il PSG deve far a meno del suo uomo migliore, Ibrahimovic, squalificato per due giornate nella gara d’andata. La squadra di Ancellotti non sta attraversando un periodo felicissimo, reduce da due ko consecutivi l’accesso ai quarti riporterebbe un pò di tranquillità sotto la Torr Eiffel. Pur avendo raggiunto la seconda fase a gironi di Champions League nel 2000/01, la formazione parigina disputa una sfida ad eliminazione diretta nel torneo per la prima volta dal 1994/95, quando raggiunse le semifinali. La formazione spagnola, tuttavia, non ha mai perso nelle ultime otto gare disputate in Francia, ottenendo quattro vittorie e quattro pareggi. L’ultima apparizione del Valencia nei quarti di finale risale al 2006/07, quando all’1-1 dell’andata sul campo del Chelsea fece seguito una sconfitta casalinga per 2-1.

PSG SENZA IBRA – Al Parco dei Principi un Psg orfano di Ibrahimivoc, rimasto ai box per squalifica, sfiderà il Valencia già battuto all’andata. Ancelotti, al posto dell’attaccante svedese, potrebbe inserire Gameiro, supportato alle spalle da Lucas, Pastore e Lavezzi. Il Valencia si affida alle giocate di Soldado coadiuvato da Feghouli, Banega e Jonas.

PSG (4-2-3-1): Sirigu; Jallet, T. Silva, Alex, Maxwell; Matuidi, Beckham; Lucas, Pastore, Lavezzi; Gameiro. All. Ancelotti

Valencia (4-2-3-1): Guaita; Pereira, V. Ruiz, Mathieu, Cissokho; Parejo, T. Costa; Feghouli, Banega, Jonas; Soldado. All. Valverde

 

Potrebbe interessarti