Premier League: L’Arsenal strapazza il West Ham, United ok

Nelle gare della domenica della 24^ giornata di Premier League McTominay lancia lo United: i Red Devils battono l'Aston Villa 2-1 con la rete dello scozzese all’86’minuto. L'Arsenal torna a -2 dalla vetta: i Gunners asfaltano 6-0 il West Ham a domicilio

L’Arsenal risponde alle vittorie di Liverpool e Manchester City con un sonoro 6-0 nel derby contro il West Ham nella ventiquattresima giornata di Premier League: oltre alla doppietta di Saka, marcano anche Saliba, Gabriel, Trossard ed il grande ex Rice. I Gunners si portano così a -2 dalla vetta. Esulta anche il Manchester United, che vince 2-1 in casa dell’Aston Villa grazie alle reti di Hojlund (17′) e McTominay (86′).

WEST HAM-ARSENAL 0-6

Prova di forza straordinaria dell’Arsenal nel derby contro il West Ham, al London Stadium è 6-0. In avvio gli Hammers cercano di sfruttare le ripartenze, ma dalla metà del primo tempo i Gunners aumentano notevolmente l’intensità. Areola deve salvare su Trossard al 23’minuto, ma nove minuti più tardi i padroni di casa cadono: al 32’ minuto Saliba porta avanti i suoi, sull’assist dell’ex Rice. Dopo il vantaggio la squadra di Arteta prende subito il largo, andando a segnare tre gol nel giro di sette minuti in chiusura di primo tempo: al 41’ minuto Bukayo Saka segna il cinquantesimo gol con la maglia dell’Arsenal, conquistando e trasformando il calcio di rigore sul fallo di Areola. Tre minuti più tardi altra palla inattiva perfetta di Rice e altra incornata di un difensore, con Gabriel che cala il tris. Al 47’ minuto Trossard mette il punto esclamativo ai perfetti quarantacinque minuti degli ospiti, con il destro a girare sotto l’incrocio dopo la giocata di Odegaard. Nella ripresa Moyes inserisce Phillips e Mavropanos per avere nuove forze fresche, ma le cose non migliorano: al 63’ minuto Saka trova la doppietta personale con un sinistro secco sul primo palo, e tre minuti più tardi arriva anche il 6-0. Palla vagante fuori area scaraventata in porta con una gran botta dal grande ex Declan Rice, che reagisce non esultando e chiedendo quasi scusa ai suoi ex tifosi. Bowen nel finale cerca di regalare almeno una rete ai supporter rimasti allo stadio, ma Raya mantiene la sua porta inviolata fino al triplice fischio. Vince l’Arsenal 6-0 e sale a 52 punti in classifica, agganciando il Manchester City (che ha una partita da recuperare) e tornando a -2 dal Liverpool. Il West Ham rimane fermo a 36 punti, in ottava posizione. 

ASTON VILLA-MANCHESTER UNITED 1-2

Parte forte la formazione di Ten Hag, che sfiora la rete con Maguire e Garnacho e la trova con l’ex atalantino Hojlund al 17’ minuto, bravo a trasformare in rete la palla ricevuta dal centrale inglese. La reazione dei padroni di casa costringe Onana ad intervenire sui tentativi di McGinn e Watkins, mantenendo il vantaggio dei Red Devils fino al duplice fischio. Rashford si vede negare il raddoppio ad inizio ripresa, mentre il numero 11 del Villa manca ancora di cinismo in area di rigore due minuti dopo. Il pareggio della formazione allenata da Unai Emery arriva al 67’minuto con Douglas Luiz, che risolve una situazione nata dagli sviluppi di un corner con un destro sotto alla traversa e provoca il portiere avversario, che dieci minuti dopo gli nega la doppietta. Al minuto 86 ci pensa però il solito McTominay a decidere il match con un perfetto inserimento di testa su un perfetto cross dalla destra di Dalot. Gli ospiti resistono nel finale (salvataggio su Cash) e portano a casa tre punti preziosi. Con questo ko l’Aston Villa si vede superare dal Tottenham e scende al quinto posto, mentre lo United (alla terza vittoria consecutiva nella competizione) accorcia a -5 dagli avversari odierni.

Avatar
Nello Paolo Pignalosa

Premier League