Premier League: Tonfo City, l’Arsenal chiude in vetta! Newcastle 3°

Risultati a sorpresa nella 16^ giornata di Premier League col tonfo Manchester City: l'Arsenal chiude l'anno in vetta. Scivolone della squadra di Guardiola, sorpresa in casa dal Brentford. Ne approfittano i Gunners di Arteta, che volano a +5. Newcastle terzo davanti al Tottenham di Conte, che vince ancora in rimonta con l'ex Juve Bentancur

0 Shares

Risultati a sorpresa nella 16^ giornata di Premier League col tonfo Manchester City: l’Arsenal chiude l’anno in vetta. Scivolone della squadra di Guardiola, sorpresa in casa dal Brentford. Ne approfittano i Gunners di Arteta, che volano a +5. Newcastle terzo davanti al Tottenham di Conte, che vince ancora in rimonta con l’ex Juve Bentancur

La 16^ giornata è ricca di sorprese in Premier League: il City perde 2-1 in casa contro il Brentford, trascinato dalla doppietta di Toney: al 16′ minuto ed al 98’minuto. Ne approfitta l’Arsenal, che vince 2-0 contro il Wolverhampton con due reti di Odegaard: al 55′ minuto ed al 75′ minuto, e vola a +5. Va ko anche il Chelsea, battuto 1-0 dal Newcastle, sorridono invece Liverpool e Tottenham: i Reds superano 3-1 il Southampton, gli Spurs si impongono 4-3 in rimonta contro il Leeds.

WOLVERHAMPTON-ARSENAL 0-2

Non poteva esserci giornata migliore per l’Arsenal, che approfitta del ko del City e batte 2-0 il Wolverhampton: al ritorno dal Mondiale, Arteta avrà 5 punti di vantaggio su Guardiola. Nel primo tempo, le migliori occasioni sono la conclusione di Guedes di poco alta e la traversa colpita al 36′ minuto da Gabriel Jesus, poi Vieira e ancora Guedes spaventano Jose Sa e Ramsdale senza centrare lo specchio della porta. Ben più esplosivo il secondo tempo: passano appena dieci minuti e Vieira, servito da un ottimo filtrante di Gabriel Jesus, mette al centro per Odegaard, che da pochi passi non può sbagliare. Al 75′ minuto, ecco la doppietta del norvegese, che conclude una serie di ribattute in area fulminando Jose Sa con un imprendibile destro a fil di palo. La rete chiude i giochi e i Gunners possono festeggiare: sono 37 i punti della formazione di Arteta contro i 32 del City. Il primo impegno dei londinesi dopo il Mondiale sarà il derby con il West Ham all’Emirates. Il Wolverhampton, invece, è ora ultimo in solitaria a quota 10: a partire dalla trasferta di Goodison Park con l’Everton dopo Qatar 2022, Lopetegui (prossimo allenatore e in tribuna ad assistere al match) sarà chiamato ad un’impresa per salvare i Lupi.

MANCHESTER CITY-BRENTFORD 1-2

Incredibile miracolo del Brentford in casa del Manchester City, con la vittoria che arriva addirittura al settimo minuto di recupero grazie a Toney. Piange Guardiola che perde l’occasione di portarsi in testa alla classifica scavalcando l’Arsenal. L’aria di impresa si respira già dalle prime battute: avvio sprint degli ospiti che mettono subito in apprensione la difesa del City, ma Ederson è bravo sia al 3’ minuto su tiro di Onyeka, sia al 7’ minuto sulla conclusione ravvicinata di Toney. Il vantaggio del Brentford è nell’aria ed al 16’ minuto, è proprio Toney a svettare di testa e questa volta Ederson non può nulla. Il City si getta in avanti in cerca del pari, intorno alla mezz’ora il Var viene chiamato in causa due volte dagli uomini di Guardiola ma sia il tocco di mano di Henry sia la caduta di De Bruyne non valgono il rigore per l’arbitro. Gli sforzi del City si concretizzano comunque in pieno recupero grazie a Foden che mette all’incrocio una palla vagante in area. In avvio di ripresa un colpo alla testa rimediato da Laporte ferma il gioco per circa otto minuti, il difensore del City si rialza dopo le cure mediche ed è in grado di continuare con una vistosa fasciatura alla testa. Al 66’ minuto Gundogan si divora letteralmente il gol del vantaggio sparando alto a porta spalancata da centro area, al 70’ minuto è proprio Laporte a compiere il miracolo e salvare la propria porta con un intervento prodigioso in spaccata. Nel primo dei 10 minuti di recupero è ancora Toney ad avere la grande chance di regalare l’impresa al Brentford ma Ederson esce bene, al 97’ minuto su contropiede stavolta non può nulla il portiere brasiliano con il solito Toney che da un metro, e a porta vuota, mette dentro facile facile. E’ il delirio Brentford. 

BOURNEMOUTH-EVERTON 3-0

Comincia a carburare il Bournemouth che con la vittoria per 3-0 sull’Everton risale la classifica e si allontana dalla zona “rossa”. Ottimo primo tempo dei padroni di casa che vanno in avanti al 18’ grazie a Tavernier, da due passi batte il portiere avversario. Bournemouth che trova il raddoppio al 25’ minuto, con Moore che di testa sigla il 2-0. Al 33’ minuto, si affaccia in avanti l’Everton con Amadou Onana ma il suo colpo di testa finisce largo. Nella ripresa i padroni di casa sfiorano il tris con Tavernier che impegna Pickford, che era fuori posizione. Bravo e reattivo il portiere dell’Everton che con un bel tuffo riesce ad evitare la rete. Ecco che i padroni casa trovano la terza rete al 70’ minuto, con una punizione precisa di Cook che pesca Anthony in area, quest’ultimo infila il pallone sotto la traversa. Finisce così con il Bournemouth che si porta a 16 punti e l’Everton che scivola pericolosamente verso la zona bassa della classifica.

LIVERPOOL- SOUTHAMPTON 3-1

Ad Anfield il Liverpool ottiene una vittoria importante in casa e batte 3-1 il Southampton di Nathan Jones. A partire forte sono gli ospiti che dopo appena 2 minuti di gioco si avvicinano alla rete con Che Adams, rispondono immediatamente i reds che passano in avanti grazie al colpo di testa di Firmino al 6’ minuto, bravo a sfruttare la punizione di Robertson. Vantaggio Liverpool. Neanche il tempo di esultare che il Southampton pareggia i conti con Che Adams, questa volta bravo a inquadrare lo specchio della porta. Si torna in parità ad Anfield. Il Liverpool va a caccia del gol e, dopo qualche chance lo trova al 21′ minuto: Nunez insacca all’angolino. 2-1 per i padroni di casa. Il tris arriva nei minuti finali della prima frazione: dopo un’azione corale di squadra Nunez firma la doppietta personale. Nella ripresa il Southampton cerca il pari e al 62’ minuto, un attento Alisson respinge il tiro pericoloso di Elyounoussi. Liverpool che sfiora nel finale la rete con van Dijk. Si chiude 3-1 ad Anfield con i Reds che si avvicinano alla zona Europa.

NOTTINGHAM-CRYSTAL PALACE 1-0

Finisce 1-0 per il Nottingham Forest la sfida con il Crystal Palace. Un primo tempo che fatica a sbloccarsi e manda entrambe le squadre sullo 0-0 al riposo. Al rientro in campo partono forte i padroni di casa che trovano il vantaggio al 57’ minuto, con Gibbs-White che a porta vuota non può sbagliare. Da qui in avanti la gara non cambia più. I padroni di casa lasciano l’ultimo posto e salgono così a quota 13 punti, superando in classifica il Southampton.

TOTTENHAM- LEEDS 4-3

Agguanta la vittoria negli ultimi dieci minuti del secondo tempo il Tottenham che fa 4-3 in casa contro il Leeds. Vantaggio ospite con Summerville dopo appena dieci minuti, il giocatore calcia bene e batte Lloris. La formazione di Conte inizia ad alzare il ritmo e chiude gli avversari nella metà campo: la reazione è efficace e, dopo due chances sprecate, trova il pari al 25’ minuto con Harry Kane. Gli ospiti, peró, sono bravi a non mollare e si riportano in avanti al 43’ minuto, con una grande conclusione di Rodrigo. Nella ripresa gli uomini di Conte sembrano entrare con una grinta diversa e al 50’ minuto, Davies calcia dal limite dell’area e, complice una deviazione, batte il portiere avversario. Al Tottenham Hotspur Stadium è 2-2. Gara che si anima negli ultimi quindici minuti: Leeds che trova il vantaggio al 76’ minuto, con Rodrigo e poi si completa la rimonta degli Spurs con un Bentancur in grande forma che sigla prima il pari all’81’ e poi il gol vittoria all’83’ minuto. Leeds che rimane in inferiorità numerica per l’espulsione di Adams a due minuti dal termine del match. Al fischio finale Conte può sorridere: arrivano tre punti importanti. 

WEST HAM – LEICESTER 0-2

Vince e convince il Leicester che sconfigge in trasferta 2-0 il West Ham. Ospiti che si rendono subito pericolosi con Tielemans e all’8’ minuto trovano il vantaggio con Maddison. I padroni di casa si rendono subito pericolosi con Paqueta, ma Ward è attento. Leicester che ha l’occasione di raddoppiare al 42’minuto, con il rigore di Tielemans ma Fabianski si allunga e para. Nella ripresa arriva il raddoppio della squadra di Rodgers, da fuori area Barnes calcia un tiro potente e al 78’ minuto sigla il 2-0. Il Leicester sale così a 17 punti, mentre il West Ham scivola in 16^ posizione. 

NEWCASTLE-CHELSEA 1-0

Sorpresa al St. James’ Park: il Newcastle batte 1-0 il Chelsea ed è terzo in classifica a -2 dal City, anche se con una partita in più. I Magpies centrano il quinto successo consecutivo, condannando invece i Blues al terzo ko di fila in Premier. Dopo un primo tempo senza gol e con poche emozioni, con Potter che perde subito per infortunio Loftus-Cheek, sostituito già al 7′ minuto da Thiago Silva, la sfida si accende subito ad inizio ripresa, quando i padroni di casa si rendono subito pericolosi: Longstaff e Guimaraes si fanno murare in area da Kovacic e Mendy, poi ancora Longstaff si gira in area con il pallone che finisce di poco alto sopra la traversa. L’ottimo avvio dei Magpies viene premiato a metà secondo tempo: a firmare l’1-0 è Willock con un potente destro sotto l’incrocio dal limite dopo l’iniziativa personale di Almiron. I Blues attaccano ma non vanno oltre una sponda di testa di Havertz non raccolta da Jorginho: il Chelsea riprenderà la Premier il 27 dicembre a Stamford Bridge contro il Southampton con un preoccupante -8 dal quarto posto del Tottenham. Sorprende, invece, il Newcastle di Howe, ufficialmente tra le big di questa Premier.

Avatar
Nello Paolo Pignalosa

Premier League