Notizie in tempo reale, Calcio, Serie A, Serie B, Premier League, Liga, Bundesliga, Ligue 1, Champions League, Calciomercato, F1, MotoGp, Tennis e Golf

Le pagelle di Genoa-Lazio: Caicedo spreca, Lazzari dura un tempo

Le pagelle del match dello Stadio Ferraris

Termina con il risultato di uno a uno la sfida dello Stadio Ferraris tra Genoa e Lazio. Gli ospiti si portano in vantaggio nel primo tempo grazie al calcio di rigore trasformato da Ciro Immobile; poi nella ripresa i padroni di casa pareggiano grazie alla rete di Mattia Destro. Di seguito le pagelle del match.

Pagelle Lazio

Reina 5,5: Nel primo tempo non corre grossi pericoli, si sporca i guantoni solamente un paio di volte. Nella ripresa si fa trafiggere da Destro, su cui forse poteva fare qualcosa in più.

Patric 4,5: Una delle sue peggior giornate. Rimedia un giallo superficiale, e Inzaghi lo sostituisce dopo appena quarantacinque minuti.

Acerbi 6: Un salvataggio miracoloso su Shomurodov, che senza il suo intervento si sarebbe ritrovato a tu per tu con Reina. Nella ripresa deve alzare il livello di attenzione, ma riesce a sopravvivere.

Radu 7: Se non fosse per il risultato, avrebbe meritato anche qualcosa in più. Un primo tempo di altissimo livello, in cui mette in seria difficoltà la fascia sinistra del Genoa. Spinge come fosse un esterno di fascia. Nella ripresa è costretto ad arretrare, ma fornisce un paio di interventi degni del miglior Radu.

Lazzari 5: Per tutto il primo tempo, insieme a Milinkovic-Savic, mette Cyzborra sulle strette; nella ripresa però si accende a intermittenza, e Ballardini riesce a contenerlo tatticamente, spegnendo anche la Lazio.

Milinkovic-Savic 6,5: Dialoga a memoria con Lazzari nel primo tempo, e padroneggia fisicamente come sa fare solo lui. Si procura furbescamente il calcio di rigore che Immobile trasforma. Nel secondo tempo entra in fase calante, fino ad arrivare alla sostituzione.

Leiva 5: Ordinato, preciso, per quarantacinque minuti sembra essere tornato quello di un tempo, prezioso come un vero e proprio top player. Poi però si macchia di un errore troppo grosso per uno del suo calibro: in occasione del goal del pareggio, si fa saltare con una facilità davvero disarmante, senza neanche spendere il “giallo tattico”. Ingenuo.

Luis Alberto 5,5: Qualche sprazzo qua e là, ma oggi, anche quando la Lazio è nel suo miglior momento della partita, non si accende mai come dovrebbe. Riesce a servire qualche buona giocata, ma il “Mago” paga anche la giornata no di Ciro Immobile.

Marusic 5: Una partita anonima, nonostante avesse iniziato con buoni propositi. Sulla fascia sinistra si vede più Radu (centrale di difesa) che lui.

Caicedo 4,5: Il suo lavoro ormai lo conosciamo tutti: aiutare la squadra con il fisico e permettere a Ciro Immobile di svariare su tutto il fronte offensivo. Doveri che svolge forse anche bene, ma si divora letteralmente il tap-in vincente che avrebbe permesso alla Lazio di portare a casa i tre punti. Nervoso, e si vede.

Immobile 6: Si assume le responsabilità del calcio di rigore, che trasforma senza grossi problemi. Poi però produce davvero troppo poco. Non riesce a trovare spazi all’interno della difesa avversaria, e quando li trova, spreca malamente due buone occasioni.

Luiz Felipe 6: Entra al posto di Patric all’inizio della ripresa: qualche buona copertura, deve vedersela con il miglior Genoa della stagione.

Escalante 6: Entra al posto di Leiva ammonito, e non lo fa rimpiangere. Sta mostrando grossi segni di miglioramento, una delle poche note positive di questo scialbo pareggio.

Pereira S.V.

Muriqi S.V.

 

fonte immagine: https://twitter.com/OfficialSSLazio/status/1345748169469145089/photo/2

 

Potrebbe interessarti